7 step per guarire un cuore infranto

7 step per guarire un cuore infranto

Fate parte del #teamdeluse da una relazione sentimentale passata o attuale? Niente panico perché a riparare il cuore spezzato ci pensa la psicologa e Love coach Monica Ricci che nel suo primo libro «Dopo la pioggia, l’arcobaleno» dispensa consigli pratici per andar alla conquista dell’amore vero!

 

come guarire un cuore spezzato in 7 step
Come guarire un cuore spezzato in 7 step – The Web Coffee

 

Ebbene sì, nella seconda estate di Covid il popolo delle inguaribili romantiche non sembra essere diminuito.

Trovare l’amore vero e appagante, il Big, per dirla alla Carrie Bradshaw, rimane ancora l’obiettivo numero 1 non solo delle single ma anche di coloro che vogliono chiuderla con un rapporto tossico o insoddisfacente per trovarlo puro e speciale da un’altra parte, e infine anche di quelle che vorrebbero ritrovare un sentimento ormai dato per scontato nel loro rapporto di coppia.

Lo conferma la psicologa e Love coach Monica Ricci che, di recente, ha pubblicato il suo primo libro, “Dopo la pioggia, l’arcobaleno”. Nel volume dispensa consigli pratici prima di tutto per guardarsi dentro, capire cosa si vuole davvero e, poi, andare alla conquista dell’amore seguendo sette passi ideati da lei ideati per ‘riparare’ i cuori infranti delle donne deluse da una relazione passata o attuale.

 

come riparare un cuore infranto in 7 step secondo Monica Ricci
Come riparare un cuore infranto in 7 step secondo Monica Ricci – The Web Coffee

 

Cuori infranti, l’influenza della pandemia

Questo desiderio d’amore ha visto un incremento anche per effetto della pandemia da Covid-19: «Nel periodo del lockdown è aumentata la percentuale delle donne che hanno sofferto e sentito di più la mancanza di una relazione stabile, perché in tempi normali c’era la possibilità di dedicarsi ad altro come sport, viaggi e amicizie, mentre nei mesi delle restrizioni hanno sentito di più la mancanza di un rapporto stabile, visto che le uniche persone che si potevano frequentare erano i congiunti» spiega l’esperta.

Insomma, durante il lockdown molte donne autonome e indipendenti si sono viste costrette ad accendere un riflettore sulla loro solitudine affettiva, che per tanto tempo erano riuscite a nascondere con il lavoro o altri impegni, o, magari,  anche con avventure occasionali. «Lo stesso vale anche per le coppie infelici o comunque in crisi: in quel caso il lockdown ha rotto gli equilibri che si reggevano sulla distanza che i partner riuscivano a mantenere nella quotidianità, e le coppie si sono trovate a fare i conti con rapporti profondamente degradati», prosegue la dottoressa Ricci.

A potenziare la voglia di innamorarsi è anche l’assetto ormonale: d’estate i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, si abbassano grazie all’effetto della luce solare, che lo trasforma in vitamina D e testosterone, che oltre a far sentire le donne più energiche e vitali, aumentano il desiderio sessuale. Inoltre, la pelle esposta al sole rilascia endorfine, le stesse che si producono quando si mangia un dolce o si fa sesso e che stimolano il contatto fisico.

Ma se questo non bastasse, come ritrovare fiducia in sé stesse e poi nell’amore? La Love coach nel libro indica un percorso in sette passi: «Il primo step è quello di comprendere i propri veri desideri, senza mentire a sé stesse o pensare a ciò che è giusto o sbagliato», spiega l’autrice.

Come riparare un cuore infranto: i 7 step

1. Riconoscere i propri pregi ma anche i difetti accettandoli;

2. Imparare a vivere nel presente, senza rimuginare sul passato o preoccuparsi del futuro;

3. Imparare a riconoscere e accettare le differenze nel modo di esprimere le emozioni degli uomini;

4. Superare la paura di rimettersi in gioco e di essere felice abbandonando i sensi di colpa;

5. Non scartare a priori la possibilità di ricorrere alle App di dating;

6. Non arrendersi ma continuare a credere nell’amore.

 

7 step per guarire un cuore spezzato
7 step per guarire un cuore infranto – The Web Coffee

 

Infine è importante dire che nel volume della Dott. Ricci troviamo un sacco di esercizi pratici per verificare sul campo quanto letto.

Per esempio, c’è il diario della gratitudine che consiste nello scrivere ogni sera almeno tre cose di cui essere grata che sono successe nella giornata appena trascorsa: «È provato che quando le persone si svegliano al mattino con uno scopo, si sentono effettivamente più felici della propria vita, ma anche più resilienti nei confronti delle difficoltà. Essere grati significa essere positivi e saper affrontare con la giusta consapevolezza i momenti difficili dell’esistenza», conclude Monica Ricci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.