L’importanza di conoscere l’anatomia e la fisiologia per il benessere 

L’importanza di conoscere l’anatomia e la fisiologia per il benessere 

Il benessere degli individui passa attraverso una profonda conoscenza dell’organismo e della sua psiche. Chiunque desiderasse conoscere più a fondo l’organismo, quindi, dovrà quanto meno avvicinarsi alla struttura atomica e alla sua controparte fisiologica, di cui vedremo brevemente significati e differenze. In ogni caso non si può ricercare il benessere delle persone senza conoscere il funzionamento dei meccanismi dell’organismo, sia dal lato anatomico che da quello fisiologico. Ci sono due modi di approcciarsi al corpo umano per cui il primo è puramente a scopo personale, mentre l’altro riguarda la volontà di aiutare il prossimo a cercare il suo benessere. In entrambi i casi occorrerà studiare e formarsi, per cui se hai questo interesse visita il sito e scopri quali sono le opportunità presenti.

Anatomia e fisiologia: quali sono le differenze?

Prima di cominciare un percorso di formazione devi sapere che per occuparti del tuo benessere o di quello degli altri devi necessariamente studiare il corpo umano attraverso due punti di vista fondamentali: anatomia e fisiologia. L’anatomia umana si fonda sullo studio della struttura anatomica dell’organismo mentre la fisiologia umana analizza i meccanismi di funzionamento delle singole parti. Anatomia è un termine che deriva dal greco e che sottintende lo studio delle strutture che costituiscono il corpo in rapporto al funzionamento correlato tra loro. La fisiologia è anch’esso un termine greco e si riferisce ai meccanismi che regolano il funzionamento delle strutture dell’organismo. Per esempio se lo studio dello stomaco rientra nel campo dell’anatomia, la digestione è ciò che riguarda la fisiologia.

Perché è importante conoscerle?

Quando si verificano conseguenze per malfunzionamenti anatomici o fisiologici ci troviamo dinanzi al campo della patologia, ovvero lo studio delle malattie. Quindi il corpo umano viene considerato come una macchina perfetta, fatta di organi, tessuti e funzioni specializzate ed organizzate tra loro per attivarsi in modo integrato. Sarebbe riduttivo e fuorviante analizzarle una ad una singolarmente quando si lavora per capire cosa disturba un organismo e quali potrebbero essere le ragioni che lo privano del suo corretto benessere. Ogni apparato del corpo umano lavora con l’obiettivo di assicurare la vita dell’organismo per cui ci troviamo davanti ad un sistema integrato ed efficiente, dotato di cellule, funzioni vitali ed energia che lavorano incessantemente per un unico scopo: la vita.

La scoperta del corpo umano

Quando uno di questi meccanismi smette di funzionare il professionista del benessere andrà a ricercare le cause che hanno generato il blocco, ascoltando i segnali che il corpo invia ripetutamente. Quando questi segnali sono inascoltati diventano più forti e persistenti e allontanano sempre di più l’individuo dalla condizione di benessere. I segnali del corpo che spiegano la presenza di un blocco o di un mal funzionamento possono essere indifferentemente fisici e mentali perché, in entrambi i casi, viene a crearsi un ostruzione al passaggio dell’energia vitale che è presente in ognuno di noi. È per questo che un semplice mal di testa andrebbe ascoltato e compreso perché potrebbe spiegarci che magari stiamo mangiando male oppure che c’è qualcosa da cambiare nelle nostre abitudini di lavoro o riposo. Anatomia e fisiologia, quindi, sono il grande punto di partenza da cui ogni aspirante esperto e consigliere di benessere deve cominciare il suo cammino di scoperta del corpo umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.