• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Cronaca
Insider trading, è un reato? Ecco di che cosa si tratta precisamente

Insider trading, è un reato? Ecco di che cosa si tratta precisamente

Il termine “insider trading” sembra apparire nelle notizie con un discreto grado di frequenza. Le celebrità sono state persino accusate di esserlo, come Martha Stewart. Ma cos’è l’insider trading e perché è illegale?

Se hai appena iniziato a navigare nel mondo del trading e degli investimenti tramite internet, allora potresti avere bisogno di un valido broker online per fare trading . Se però è già da qualche tempo che smanetti sui portali dedicati e nei forum a tema e ti sei imbattuto in questo termine “insider trading”, allora eccoti una spiegazione su ciò che significa.

La prima cosa che dovresti sapere e che potrebbe sorprenderti è che non tutto l’insider trading è illegale.

La varietà illegale di insider trading si verifica quando una transazione in titoli (cioè l’acquisto o la vendita di azioni) è influenzata dalla consapevolezza che solo un piccolo gruppo di persone all’interno della società le cui azioni vengono scambiate sarebbe a conoscenza.

Ciò ovviamente offre all’insider trader un vantaggio ingiusto che consente loro di trarre profitto dalle informazioni su un potenziale aumento o diminuzione del valore di negoziazione di una società prima di altri nel mercato.

Le regole sull’insider trading: ecco perché non è un sistema legale

La Securities and Exchange Commission (SEC) è l’agenzia governativa responsabile del monitoraggio di questo tipo di transazioni.

 Ha adottato regole sull’insider trading che la definiscono come qualsiasi transazione in titoli effettuata quando una persona coinvolta nel commercio dispone di informazioni materiali non pubbliche e utilizza queste informazioni per violare il proprio dovere di mantenere la riservatezza di tali conoscenze utilizzandole per scopi finanziari, cioè per guadagno.

Le informazioni privilegiate sono “materiali” se il loro rilascio influisce sul prezzo delle azioni di una società. Ad esempio, l’annuncio di un’offerta pubblica di acquisto, una fusione in sospeso, un rapporto sugli utili positivi, il rilascio in sospeso di un nuovo prodotto, e così via.

Una persona è definita “insider” se ha una relazione con un’azienda che la rende al corrente di informazioni che devono ancora essere rese pubbliche. Ci si aspetta che gli addetti ai lavori mantengano un rapporto fiduciario con le loro società e azionisti, e cercare di trarre profitto da informazioni privilegiate pone gli interessi dell’insider al di sopra di quelli delle entità a cui devono questo dovere.

A volte anche le persone esterne a un’azienda possono entrare in conflitto con queste leggi, utilizzando le informazioni ottenute da quelle interne per cercare un profitto, anche se l’insider non ne trae direttamente profitto.

In queste situazioni, c’è un “ribaltatore” e un “tippee“. Il ribaltatore è la persona che ha violato il proprio dovere fiduciario rivelando intenzionalmente informazioni riservate a estranei. Il tippee è la persona che utilizza consapevolmente tali informazioni riservate per effettuare uno scambio allo scopo di realizzare un profitto o evitare una perdita finanziaria.

Ovviamente, il motivo per cui l’insider trading è illegale è perché offre all’insider un vantaggio sleale nel mercato, pone gli interessi dell’insider al di sopra di quelli a cui ha un dovere fiduciario e consente a un insider di influenzare artificialmente il valore di un azioni della società.

Se tu o qualcuno che conosci si è occupato di insider trading, questa è una situazione molto grave che richiede assistenza legale.

entrepreneur-1340649_1280-960x679 Insider trading, è un reato? Ecco di che cosa si tratta precisamente

L’insider trading è sempre illegale?

Una cosa importante da sottolineare qui è che gli addetti ai lavori non sempre hanno le mani legate. Gli addetti ai lavori possono (e lo fanno) acquistare e vendere azioni della propria azienda legalmente tutto il tempo; il loro commercio è limitato e ritenuto illegale solo in determinati momenti e in determinate condizioni.

Un altro malinteso ed errore che si fa in questi casi è pensare che solo gli amministratori e l’alta dirigenza possono essere condannati per insider trading. La SEC considera gli amministratori, i funzionari o qualsiasi individuo con una partecipazione pari o superiore al 10% nella società come addetti ai lavori. Gli addetti ai lavori aziendali sono tenuti a segnalare le loro transazioni interne entro due giorni lavorativi dalla data in cui è avvenuta la transazione.

La SEC utilizza il Dirks Test per determinare se un insider ha dato una mancia illegalmente; il test afferma che se un informatore viola la fiducia nei confronti dell’azienda e capisce che si trattava di una violazione, quella persona è responsabile per l’insider trading.

icon-stat Insider trading, è un reato? Ecco di che cosa si tratta precisamente
Views All Time
274
icon-stat-today Insider trading, è un reato? Ecco di che cosa si tratta precisamente
Views Today
2