• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Cultura
Sanremo: al via la seconda puntata, splende Fiorella Mannoia

Sanremo: al via la seconda puntata, splende Fiorella Mannoia

Al via la seconda puntata della 69esima edizione: convince poco già con i look dei presentatori.

Appena finite le esibizioni di Einar e Achille Lauro: il primo non convince nè nel look nè con la canzone; meglio il secondo che ha una canzone molto bella e che prende. 

Segue uno sketch Baglioni/Bisio, che lascia un po’ a desiderare. Il comico non è al massimo dello splendore: sarà colpa della giacca stretta?

Baglioni è sè stesso canta i suoi successi all’interno di uno sketch sulla punteggiatura degno della quinta elementare. Risate non pervenute.

Dopo la pubblicità tocca a Il Volo.Sono piuttosto piatti, sono loro con le loro voci senza dubbio belle. Look piuttosto insulso, ma sono giovani e forse gliela perdoniamo. Vi sono piaciuti?

Sketch di Virginia Raffaele che strappa risate, e si conferma un’ottima comica come sempre. Anche se non emerge come ci si aspetta.

È il turno di Arisa: look azzeccato, finalmente sembra aver trovato il suo equilibrio e lo dice anche la canzone. Si sente bella è sta bene. La canzone sembra un inno alla vita, e alle cose semplici ma piene di significato. Voce in stile Arisa. Canzone classicamente sanremese.

Nuovo sketch di Bisio che convince un po’ di più: legge i commenti di Twitter, facendoci sorridere. 

È il turno di Fiorella Mannoia. Grande artista, grande look, grande donna. Dopo l’esibizione duetto con Baglioni sulle note di “Quello che le donne non dicono”: tutto il teatro canta dando vita ad una grande emozione. Che dire?

Fino a qua, momenti altalenanti di grande emozione e altri di poco impatto. La comicità non convince, la musica lo fa a tratti. I look sono buoni, ma questo è un discorso a parte! Stay tuned!

Sketch poco convincenti, unica cantante a spiccare Fiorella Mannoia che ha una personalità inconfondibile ed unica. Baglioni le fa da spalla, Raffaele e Bisio per ora spariscono. Ancora non siamo a metà puntata, quindi aspettiamo prima di essere totalmente cattivi! Sanremo è molto particolare quest’anno, vediamo cosa ci riserva adesso!

Tocca a Nek: è sempre uguale. Sembra rimasto fermo ai tempi di “Laura non c’è”, ma diciamolo è come il vino: fisicamente migliora con il tempo! Le canzoni sembrano abbastanza tutte simili.

Momento revival con Pippo Baudo, che ricorda i tempi in cui era lui a presentare il festival, duetta con la Raffaele e finita la partecipazione di Baudo.

Tocca a Daniele Silvestri, che arriva vestito casual e canta una canzone impegnata ed arrabbiata in duetto con il rapper Rancore (un nome un programma).

Momento Michelle Hunziker, introdotta da Bisio. La showgirl non c’è, o così pare, ed è in collegamento telefonico. Parte uno sketch tra i due, in memoria dei tempi di Zelig. Per ora Sanremo revival. Sketch prevedibile: la Hunziker arriva e canta con Bisio. Momento imbarazzante e incomprensibile.

Mengoni canta con Tom Walker: canzone  che si guadagna una standing ovation dedicata all’affetto del pubblico per Mengoni che pare eccessivamente magro in un vestito molto elegante. Duetto con Baglioni riuscito alla grande.

Continua il revival, stavolta cantando “Emozioni” del grande Battisti. Un po’ lenta e poco emozionante.

Ghemon con “Rose Viola”: bella canzone, look non classificato. Ci chiediamo chi abbia curato i costumi del festival 2019.

Arriva Loredana Bertè: vestita come ieri, e non ci stupiamo perchè uscire da quel vestito non sarà facile prima di sabato. Si guadagna comunque un standing ovation, se non altro in onore alla sua splendida carriera.

Canta Paola Turci: canzone normale, in stile Turci. Senza infamia e senza lode. 

Sketch di Virginia Raffaele nei panni di una cantante lirica:dà prova di essere un’artista a tutto tondo, ma continua a non divertire come ci si aspettava. Forse le danno poco spazio?

Negrita: peace and love per tutti, tanto per rimanere in ambito revival. Bella canzone, bel cantante e buona performance.

Ultimi Federica Carta e Shade: sorvoliamo sul look, ci convince la canzone e l’interpretazione anche se un poco piatta.

Seconda serata un po’ monotona, illumina la Mannoia ma per il resto buio.

Superospite Cocciante! Ma prima altro momento revival Baglioni-Baudo, e poi Claudio canta “Piccolo grande amore”. Sarà in gara? Secondo noi questa canzone spacca.

Finalmente si ride con Pio e Amedeo: comicità che fa ridere in maniera semplice e scansonata. A volte un po’ scontata ma ci strappano un sorriso. E in una serata piuttosto fiacca ci sta! Un po’ lunga forse?

Cocciante, Joe di Tonno,Vittorio Matteucci e Graziano Galatone ci regalano un’esibizione unica tratta dal musical “Notre Dame de Paris”, peccato l’abbiano fatta così tardi. Indovinate con chi duetta Riccardo Cocciante? Esatto, con Claudio Baglioni!

Laura Chiatti e Michele Riondino cantano “Un’avventura” in omaggio a Battisti e al film che sta per uscire con lo stesso nome. A Laura Chiatti hanno messo una tenda da doccia come vestito.

Premio alla carriera all’immenso Pino Daniele, che viene ritirato dalle figlie molto emozionate. Grande tributo ad un enorme artista che ci ha lasciato troppo presto.

Classifica parziale

Zona Blu:

  • Achille Lauro
  • Arisa
  • Loredana Bertè
  • Daniele Silvestri

Zona Gialla:

  • Ex-Otago
  • Ghemon
  • Il Volo
  • Paola Turci

Zona Rossa:

  • Francesca Carta e Shade
  • Einar
  • Negrita
  • Nek

A domani con un’altra diretta The Web Coffee! Buonanotte!

 

 

icon-stat Sanremo: al via la seconda puntata, splende Fiorella Mannoia
Views All Time
479
icon-stat-today Sanremo: al via la seconda puntata, splende Fiorella Mannoia
Views Today
1