25 Ottobre 2020

Harvey Weinstein : da produttore ad “orco”

Scandalo nel mondo del cinema

Da due settimane un potente “ciclone” sta devastando il mondo scintillante e sfavillante di Hollywood: un ciclone chiamato Harvey Weinstein.

Uno degli scandali più gravi della storia di Hollywood (secondo solo a quello di Bill Cosby)

Alcune dichiarazioni fatte due settimane fa al New York Times avrebbero portato alla luce una serie di abusi compiuti dal noto produttore a carico di diverse donne famose, tra attrici, produttrici e modelle.

Abusi non recenti (andrebbero avanti da 30 anni), ma che solo ora stanno venendo alla luce.

Disegnando un’ immagine del produttore diversa da quella del genio che sta dietro a capolavori come Pulp Fiction o Shakespeare in love, solo per citarne alcuni.

Ma partiamo dall’inizio…

HARVEY : IL PRODUTTORE

Harvey Weinstein nasce il 19 marzo 1952 a Flushing, New York, in una famiglia ebraica.

Fin da giovane, insieme al fratello, cresce con una passione per il cinema, e proprio insieme a lui negli anni 70’ crea una piccola compagnia di distribuzione di film indipendenti, destinata a diventare grande: la Miramax (il nome deriva dalla fusione dei nomi dei genitori, Miriam e Max).

Nei primi anni 90’ con l’acquisizione da parte della Disney, la Miramax dei fratelli Weinstein raggiunge il picco del successo, con la produzione di film che diventeranno  capolavori del cinema: uno fra tutti, Pulp Fiction.

Nel 2005 Weinstein cede la Miramax per fondare una propria compagnia, la The Weinstein Company.

Oltre alla produzione di film, Weinstein è attivo su temi delicati come povertà, AIDS, diabete giovanile, e sclerosi multipla.

Inoltre è un sostenitore e finanziatore di lunga data del Partito Democratico.

(nella pagina seguente…New York Times e Weinstein: l’inizio della fine)

Views All Time
Views All Time
964
Views Today
Views Today
1