Vintage Friday: i dieci film più cult degli anni Ottanta

In tempi recenti abbiamo vissuto un improvviso ritorno dei revival degli anni Ottanta. Questa è stata una decade importante sotto diversi punti di vista, ma soprattutto dal punto di vista cinematografico. Molti film cult sono usciti in quegli anni, vediamo insieme i più importanti.

 

film anni 80
Fonte foto: TheMacGuffin

 

Gli anni Ottanta sono tornati! 

La decade dell’eccesso è tornata in auge in questo periodo. Lo possiamo vedere dalla moda, con un ritorno del trucco acceso ed esagerato, i jeans a vita alta e gli zaini Invicta. Lo possiamo vedere nelle ambientazioni delle nuove serie tv, come Stranger Things e Black Mirror (l’episodio “San Junipero” superpremiato dalla critica è totalmente immerso negli anni Ottanta).

stranger things
Fonte foto: Repubblica.it

La nostalgia degli anni Ottanta è tanta, forse per le storie semplici di quel periodo o per la moda estrosa di quegli anni. Forse è per questo che la colorata decade esercita su di noi ancora molto fascino.

Ma gli anni Ottanta non sono solo gli anni dei leggings fluo e di Madonna. Sono anni importanti dal punto di vista cinematografico, per l’uscita di diversi film cult che ci hanno fatto sognare in quegli anni e che continuano ad influenzare la cinematografia di oggi. Molti film degli anni Ottanta sono indimenticabili e forse irripetibili (nonostante la grande quantità di revival e remake fatti recentemente).

Vediamo quali sono i film di questa decade ad essere diventati dei veri e propri cult.

 

I Goonies 

i goonies
Fonte foto: MondoFox

Film d’avventura del 1985, basata su un soggetto di Steven Spielberg (anche produttore del film). Il film è un vero e proprio cult della generazione Ottanta, che ricordano la pellicola come una di quelle essenziali del periodo.

La storia racconta di un gruppo di ragazzi cresciuti nel quartiere di Goon docks (da qui il nome Goonies) che sta per essere demolito. Così i ragazzi si preparano alla loro ultima settimana in quel quartiere e trovano una mappa che li porterebbe al tesoro del pirata Willy l’Orbo ed inizia così, una fantastica avventura per i ragazzi. Temi basilari del film sono l’avventura e l’amicizia tra questi ragazzi, entrata nel cuore di tutti gli spettatori.

 

Ritorno al futuro

ritorno al futuro
Fonte foto: Esquire.com

Stesso anno per il film cult di Robert Zemeckis, interpretato da Michael J. Fox e Christopher Lloyd. Si tratta del primo episodio per la saga omonima ed è considerato icona del cinema anni Ottanta.

La storia narra le avventure di Marty McFly che aziona, per errore, una DeLorean, una macchina del tempo creata dal suo amico scienziato Doc. Marty si ritrova così nell’anno 1955, anno d’incontro dei suoi genitori, che incontra e conosce, col rischio di alterare la linea temporale, mettendo così in grave pericolo la sua vita e quella dei fratelli. In questo cult degli anni Ottanta troviamo citazioni rimaste nella storia, come: “Strade? Dove andiamo noi non ci servono strade”.

 

Ghostbusters

ghostubusters
Fonte foto: Time

È del 1984 il film di Ivan Reitman, interpretato da Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson ed il compianto Harold Ramis. Primo capitolo della saga omonima.

I protagonisti sono Peter Wenkman, Ray Stantz, Winston Zeddermore ed Egon Spengler in una storia di fantasmi ed acchiappafantasmi. I quattro scienziati sono infatti alle prese con gli ectoplasmi che infestano la città di New York. Il film divenne cult anche per il ritmo scanzonato dei dialoghi ed è un mix perfetto d’ironia, di fantastico, di grandi interpreti e scene memorabili. Il film ha anche un seguito del 1989 ed un remake molto discusso del 2016, tutto al femminile.

“Who you gonna call?”

 

I Gremlins

gremlins
Fonte foto: Floptv

Film del 1984 di Joe Dante responsabile di molti traumi infantili per i piccoli spettatori di quegli anni. Il protagonista è il ragazzino Billy, che riceve per Natale un “mogwai”, una tenera ed adorabile creaturina. La creatura non deve essere esposta alla luce forte, non deve essere bagnato e non deve essere nutrito dopo mezzanotte, altrimenti si sarebbe trasformato in un “gremlin” orribile mostriciattolo verde, pericoloso e vandalico. Il film, nonostante sia diretto a bambini e ragazzi, ha traumatizzato molti di loro.

 

ET L’Extraterreste

et extraterrestre
Fonte foto: Wikipedia

Film del 1982 diretto da Steven Spielberg. La pellicola è un cult della fantascienza per ragazzi e simbolo degli anni Ottanta, che consacrò Spielberg nell’Olimpo dei grandi registi.

Il film ci racconta di ET, un extraterrestre che, dopo essersi perso sulla Terra, cercherà disperatamente di contattare i suoi simili, che poi lo riporteranno a casa. Il film è un cult del genere ed ha reso iconiche diverse scene come la frase detta dal piccolo alieno “ET telefono casa” o la scena del volo delle bici con sottofondo la musica di John Williams.

 

Chi ha incastrato Roger Rabbit

chi ha incastrato roger rabbit
Fonte foto: PasteMagazine.com

Film del 1988 diretto da Robert Zemeckis. L’importanza della pellicola viene data dalla combinazione di attori in carne ed ossa e personaggi di animazione (sia della Warner Bros che della Disney) e possiamo definirlo un papà per pellicole più recenti di questo genere, come Space Jam.

Nel film, il protagonista è il detective Eddie Valiant, che deve indagare sulla presunta relazione tra l’aitante Jessica Rabbit (primo sogno di ogni adolescente maschio) moglie del coniglio scapestrato Roger Rabbit ed il proprietario della ACME Corporation. La storia si disloca come un vero e proprio giallo che tiene gli spettatori incollati allo schermo, soprattutto col colpo di scena finale, colpevole di uno dei grandi traumi della nostra infanzia.

 

Footloose

footloose
Fonte foto: Pinterest

Film del 1984 di Herbert Ross, uno dei musical più amati dal grande pubblico e che ha consacrato Kevin Bacon. Il protagonista è un ragazzo di Chicago, Ren, che si trasferisce nel piccolo paese di provincia Beaumont, nel quale è stata bandita la musica rock ed il ballo, colpevoli di corrompere la moralità della cittadina. Il film viene citato anche nel recente capitolo Marvel, “Avengers: Infinity War” nel quale Starlord chiede se Footloose sia ancora il più bel film del mondo.

 

 

L’attimo fuggente

l'attimo fuggente
Fonte foto: Grazia.it

Sul finire degli anni Ottanta (1989) uno dei maggiori film di Robin Williams. Diretto da Peter Weir, “L’attimo fuggente” si presenta come manifesto dei giovani.

Protagonista è John Keating, insegnante di letteratura, che, con un approccio originale, si distingue dagli altri docenti nell’insegnamento ed entra nel cuore dei suoi studenti. La storia non ha un vero e proprio lieto fine, ma la scena finale che vede gli studenti salire sui banchi e dire “Oh Capitano, mio Capitano” rivolgendosi proprio al professore interpretato da Robin Williams, è un cult per la generazione e lo è anche oggi.

 

 

Indiana Jones – I predatori dell’arca perduta

indiana jones
Fonte foto: IlSussidiario.net

Film del 1981 diretto da Steven Spielberg è il capostipite della tetralogia cinematografica di Indiana Jones, interpretata da Harrison Ford. Il film proponeva una commistione tra avventura e storia.

Harrison Ford è un professore di archeologia sulle tracce della mitica Arca dell’Alleanza, che contiene frammenti delle tavole dei dieci comandamenti; sulle sue tracce anche i nazisti, antagonisti dell’archeologo.

Indiana Jones è diventato una figura importante per la cinematografia, presentandosi come figura chiave del genere avventuroso. Scena cult rimasta impressa a tutti gli spettatori è la sequenza iniziale con l’archeologo che scappa da una palla rotolante.

 

 

Star Wars – L’impero colpisce ancora

star wars
Fonte foto: CinemaTographe

Secondo capitolo della saga di Star Wars del 1980. È il secondo film in ordine di produzione, ma quinto in ordine di cronologia interna della saga. Poche sono le parole da dire su Star Wars: saga fantascientifica ad opera di George Lucas.

La saga è un cult della cinematografia moderna, che appassiona grandi e piccoli da anni e che continua con la recente nuova trilogia ed i recenti spin-off.

In questo episodio, l’Impero Galattico, sotto la guida di Dart Vader, è alla ricerca di Luke Skywalker, che guida l’Alleanza ribelle. In questo film c’è la famosa frase di Vader: “Io sono tuo padre”, scioccante rivelazione che impressionò gli spettatori e che si pone come uno dei più grandi colpi di scena nella storia cinematografica. Star Wars è una saga immortale nella cinematografia e questo è uno degli episodi più cult di essa.

 

Questi erano i dieci film più cult degli anni Ottanta che ci hanno lasciato ricordi indelebili e citazioni ancora attualissime.

Quali sono i film più cult degli anni Ottanta secondo voi? Aspettiamo i vostri commenti!