CALCATA: IL BORGO DELLE STREGHE AMATO DAGLI AMERICANI

Conosciuto come il borgo delle streghe, il magico paesaggio di Calcata ha stregato turisti italiani e stranieri.

Calcata è davvero un borgo incantevole, con antichissime tradizioni, che sa di magia e che sembra uscito direttamente da un libro delle favole.

Fortificato su rupe tufacea, circondata dal Parco Valle del Treja in Lazio, il borgo di Calcata spicca a km di distanza, svettando verso un cielo che è testimone di secoli e secoli di arte. Un’arte che ha fatto di questo borgo meta turistica e luogo di tradizioni che si rincorrono di generazione in generazione.

Sono circa 900 le persone che abitano a Calcata, quasi tutte americane. I tanti stranieri che risiedono in questo borgo tutto italiano sono i discendenti dei signori che acquistarono le case per pochi soldi dopo che fu disposta l’evacuazione del paese nel 1935.

Nel 1935 infatti fu decretato che la rupe tufacea su cui poggia il borgo fosse un posto poco sicuro e i suoi abitanti si spostarono a valle, in una nuova Calcata. Solo negli anni ’60 , in seguito a delle perizie che attestarono la solidità della roccia, un gruppo di hippies e artisti decise di stabilirsi qui, in questo posto fuori dal tempo e dal caos.

L’unico modo per accedere al borgo infatti è tramite l’antica doppia porta ad arco.  Non vi è alcun modo di raggiungere il “paese delle streghe” se non a piedi, lasciando la propria auto ai parcheggi sotto la rupe, dove sorge Calcata Nuova.

Appena varcato l’arco, si viene accolti da una fitta rete di stradine che si dirama tra le case antiche e caratterizzate da porticine graffiate del tempo, pareti rivestite d’edera, davanzali fioriti, gatti sornioni che si aggirano guardinghi.

centro di Calcata – Rometours.com

Arrivati sulla piazzetta principale si può ammirare la chiesa con all’interno un’acquasantiera del XVI secolo. Da qui, quasi tutte le stradine che si dipanano dalla piazzetta principale conducono a strapiombi da cui ammirare dei panorami mozzafiato dell’alta valle del Treja.

Le irte viuzze si percorrono in poco tempo ma è impossibile farsi prendere dalla fretta in questo luogo dove le botteghe artigiane attirano la curiosità della gente allo stesso modo in cui le sirene attiravano i marinai.

Ogni pietra che calpesterete riporterà a galla leggende e antiche storie, ma solo in pochi sanno che sotto i loro piedi vi sono delle grotte collegate tra loro da piccoli tunnel che passano sotto le stradine di pietra del paese. Sono perlopiù depositi e cantine, ma anche antiche tombe e tempietti Etruschi.

grotte sotterranee di Calcata – See the holy land

Per questo motivo, secondo antichissime credenze, Calcata sarebbe il centro nevralgico di energie primitive provenienti dal sottosuolo e per questa ragione sono nate tutte le dicerie su stregoneria ed occultismo.

Secondo un’altra antica leggenda, nella chiesa di Calcata è custodito il Santo prepuzio di Gesù Cristo, rendendola una borgata di culto.

La cittadina ha ottenuto la Bandiera Arancione, marchio di qualità riservato ai paesi dell’entroterra ed è mèta ambita sia per turisti stranieri che locali in cerca di un luogo mistico e fuori dal tempo, dove poter trascorrere interi pomeriggi ad osservare la magia del vero e tradizionale artigianato.

6 CURIOSITA’ CHE RENDONO CALCATA UN BORGO UNICO AL MONDO

1. Tra i primi a trasferirsi a Calcata dopo la riapertura, l’architetto Paolo Portoghesi, che per il paese ha realizzato il giardino e una biblioteca.

2. A Calcata l’isolamento è assoluto: non prendono i cellulari, non esistono social, reti, niente.

3. La nota ricorrente del borgo è la presenza di fiori finti alternati a fiori veri, presenti un po’ in tutti i balconi e le finestre.

4. A Calcata sono state girate scene di alcuni film famosi come Amici miei o La mazzetta negli anni 70 ed il più recente Il tredicesimo apostolo.

5. Uno dei locali più suggestivi è la Sala da tè, dove scegliere tra 100 diverse varietà di tè.

6. Nei giorni e nelle notti di forte vento, le strade della cittadina sembrano cantare e, in questo strano suono, c’è chi ci sente il canto di vecchie streghe.

[fonte www.calcata.info]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.