Il ritorno di Lara Croft: l’eroina torna in una nuova avventura al cinema

Martina Sarra

Lara Croft torna al cinema

È uscito ieri nelle sale italiane il nuovo capitolo della trasposizione cinematografica di una delle saghe videoludiche più conosciute e giocate al mondo: Tomb Raider. Protagonista di questa nuova avventura è l’attrice Alicia Vikander, che dovrà portare sulle spalle l’eredità del primo volto di Lara Croft, la bellissima Angelina Jolie.

 

 

Tomb Raider torna sui nostri schermi. Una delle eroine più amate dei videogiochi torna al cinema nelle nuove vesti dell’attrice Alicia Vikander, classe ’88, vincitrice dell’Oscar per miglior attrice per The Danish girl.

Lara Croft torna al cinema dopo quindici anni dalla sua ultima apparizione nel film del 2003 Tomb Raider- La culla della vita nel quale era protagonista la meravigliosa Angelina Jolie, che ha dato volto all’eroina per due film ed è rimasta nella memoria collettiva di tutti.

Il film è la trasposizione cinematografica del videogioco uscito nel 2013, nuovo episodio della saga, che non è in alcuna maniera collegato ai capitoli precedenti e che tratta nuovamente delle origini del personaggio di Lara Croft, che si presenta come una ragazza giovane, non ancora esperta.

Tomb Raider è una serie di videogiochi appartenenti alla categoria “avventura dinamica” che iniziano a presentarsi sul mercato nel 1996. Il personaggio principale è l’eroina Lara Croft, un’archeologa alla ricerca di antichi manufatti, che si troverà in avventure sempre più difficili e rischiose, sullo stile di Indiana Jones.
La saga ebbe successo fin dall’inizio, negli anni Novanta, per poi continuare con tutti i seguenti episodi della saga. Grande successo anche per il nuovo filone, che inizia nel 2013 (episodio che viene ripreso, appunto, nel nuovo film) dopo ben cinque anni di inattività.
Il personaggio di Lara Croft si è subito discostato dagli altri personaggi videoludici di quel periodo. La prima novità era data proprio dal fatto che la protagonista fosse una donna, in un videogioco improntato sull’azione e quindi pensato inizialmente per un pubblico maschile. Lara Croft, inoltre, presentava un background personale, fattore quasi inedito nei videogiochi di quel periodo.

 

 

Lara Croft si presenta come un’eroina, un’outsider in quel periodo.

È rimasta nell’immaginario collettivo di tutti quelli che hanno speso ore ed ore a giocare alla Playstation, ma anche dei non videogiocatori. Perché Lara Croft non è solo la protagonista di un videogioco che appassiona le persone dagli anni Novanta, ma molto di più. Stiamo parlando di un personaggio iconico per antonomasia, diventato fenomeno culturale a tutto tondo.

È amata dal pubblico maschile per il suo ammaliante aspetto e dal pubblico femminile che la innalza a simbolo del femminismo, amandone l’indipendenza e la forza.

Lara Croft rappresenta perfettamente l’idea del post-femminismo anni ’90, è una donna libera, indipendente ed emancipata, che però non rinuncia alla cura per sé stessa e sa esaltare la sua femminilità e le sue forme.

Si sdogana quella credenza per cui la donna debba essere angelo del focolare o oggetto sessuale. Lara Croft rompe le convenzioni e lo fa tramite il joystick di un videogioco.

 

Ma la nuova Lara Croft, protagonista del film appena uscito, si distacca dall’avvenente avventuriera interpretata precedentemente da Angelina Jolie, la quale, per onore di cronaca, dovette indossare delle imbottiture per avvicinarsi alla fisionomia impossibile della vecchia Lara Croft.

Alicia Vikander rappresenta una nuova eroina. Il personaggio è stato “umanizzato” ed è stata resa una giovane e inesperta donna comune. Viene rappresentata una donna più emotiva e con una personalità più complessa rispetto alla prima versione. Anche fisicamente il personaggio è stato stravolto, rendendo Lara una donna con forme meno spigolose, un corpo più atletico, più vicino a quello di un’adolescente che ad una bomba sexy.

 

Nel terzo lungometraggio dedicato a Tomb Raider, Lara Croft è la figlia di un eccentrico avventuriero, che passa la sua vita tra una lezione e l’altra all’università e che di certo non pensa ad alcuna avventura.

Spinta dalla convinzione che il padre sia ancora vivo, non avendo mai creduto alla sua scomparsa, decide di imbarcarsi in un lungo viaggio per mare, che la porterà sulle coste di un’isola misteriosa al largo del Giappone, alla ricerca di una tomba leggendaria, ultima destinazione nota di suo padre prima della sua misteriosa scomparsa.

 

Questo è il nuovo incipit dell’ultimo film della saga di Tomb Raider che torna dopo anni nei cinema.
Possiamo essere dei videogiocatori accaniti, che seguono Lara fin dagli inizi, possiamo essere allergici ai videogiochi, ma in qualunque caso sarà emozionante vedere questa giovane donna alle prese con questa nuova avventura, sperando sempre che ci sia un maggiordomo da mettere in una cella frigorifera.

 

https://www.vanityfair.it/show/cinema/2018/03/15/alicia-vikander-essere-lara-croft-tomb-raider-intervista-videogioco-film-cinema

Fonti immagini: 

Project Nerd

Mondo Fox

Tomb Raider Wiki

Previous

Us Gamer

Sinefesto

Dojo Play

Views All Time
Views All Time
491
Views Today
Views Today
2
Next Post

IL GIORNO DI SAN PATRIZIO: FESTA, TRADIZIONI E LEGGENDE

Facebook Twitter LinkedIn La festa di San Patrizio tra leggende e modernità: conosciamone gli aspetti più interessanti. Il 17 marzo è il giorno di San Patrizio, e in Irlanda è festa nazionale. Ogni comunità irlandese festeggia a modo proprio ed ovviamente oggi la festa è nota in tutto il mondo. […]
San Patrizio

Subscribe US Now