Criptovalute: guida alle migliori piattaforme per investire

Criptovalute: guida alle migliori piattaforme per investire

Le criptovalute sono oggi sempre più spesso argomento di conversazione, oggetto di discussione sui social network e materia di approfondimento su giornali e siti web. Il notevole interesse che si è generato attorno alle valute digitali è ampiamente giustificato dalla portata del fenomeno, dalle possibilità che offre e dal notevole incremento che sono destinate ad avere negli anni. Molti analisti ed esperti del settore concordano infatti sulla probabile continua espansione del settore nel futuro.

Nello specifico le criptovalute possono crescere nel loro utilizzo e questo sta in parte avvenendo in modo progressivo, attraverso l’accettazione delle principali monete digitali tra i metodi di pagamento riconosciuti da realtà amministrative e commerciali, in tutto il mondo. L’ambito dove le crypto destano però ancora più interesse è però quello relativo agli investimenti, dato che spesso si rendono protagoniste di rendimenti molto interessanti.

Per investire in criptovalute esistono due differenti modi: il primo prevede l’utilizzo di un exchange, con il quale è possibile acquistare realmente delle valute virtuali e utilizzarle all’interno del proprio portafoglio digitale, il secondo invece consiste nell’usare una piattaforma di trading online per effettuare delle compravendite dei cosiddetti derivati delle criptovalute. Questo secondo metodo è quello più semplice e più sicuro in assoluto, di conseguenza più utilizzato da chi si interessa alle criptovalute per scopi di investimento.

Scelta del broker

 

Per fare trading sui crypto asset, è bene affidarsi solamente alle migliori piattaforme per criptovalute, come spiegato sul portale Tradingonline.blog, in modo da operare in sicurezza e in autonomia all’interno dei mercati valutari. È opportuno selezionare attentamente quelle tra le più affermate del settore, ovvero quelle autorizzate dai principali organi di competenza. Queste piattaforme infatti possiedono le cosiddette licenze internazionali che di fatto equiparano il loro livello di sicurezza a quello delle banche, in quanto operano la separazione degli utili prodotti dai fondi depositati dai clienti.

Per la scelta del broker è utile valutare alcuni parametri specifici, come ad esempio:

  • Garanzie e licenze di sicurezza.
  • Strumenti di gestione degli investimenti.
  • Deposito minimo.
  • Formazione per principianti.
  • Assistenza ai clienti.
  • Modalità demo utilizzabile.
  • Ampiezza del catalogo.
  • Indicatori e trend facilmente consultabili.

Valutare questi aspetti permette di conoscere in anticipo le principali differenze presenti tra i vari broker e di sceglierne uno realmente adatto alle proprie circostanze. Per chi desidera fare dei test, in modo da capire se questi investimenti possono fare al caso suo, è molto utile scegliere una piattaforma che presenti un deposito minimo contenuto e che consenta di utilizzare un conto demo anche senza aver effettuato il primo deposito.

fonte pixabay – Criptovalute

In questo modo un utente potrà iscriversi gratuitamente e iniziare da subito ad utilizzare la modalità demo senza alcun rischio. Questa funzionalità permette infatti di effettuare delle simulazioni di investimento, con fondi virtuali che ovviamente non producono mai utili o perdite e di valutare nel tempo gli effetti che i propri investimenti avrebbero prodotto. Così facendo è anche possibile prendere dimestichezza con la piattaforma e con l’andamento delle criptovalute che è sempre contraddistinto da una elevata volatilità.

Le principali piattaforme

 

La piattaforma per trading online più conosciuta e utilizzata in assoluto è sicuramente quella di eToro. Questo marchio leader offre ai suoi utenti un sistema di gestione molto semplice e intuitivo, corredato da una sicurezza altissima e da tanti strumenti aggiuntivi. Uno di questi è il copy trading, che permette di replicare le operazioni fatte da altri investor maggiormente esperti. Su eToro inoltre il catalogo di criptovalute è molto ampio e in continua espansione.

Molto apprezzata è anche la piattaforma di Capital.com che si rivolge soprattutto ad un pubblico maggiormente esperto, in quanto presenta il suo miglior punto di forza in un’ottima elaborazione dei segnali per il trading online. Particolarmente dinamica è il sistema offerto da IQ Option, dove il deposito minimo è bassissimo, ed è possibile investire anche soltanto 10 euro per fare un test. Inoltre anche questa piattaforma dispone della modalità demo.

Altre piattaforme leggermente meno note, ma comunque particolarmente apprezzate per il livello di sicurezza sono FPmarkets, OBR Invest e Plus 500. In generale esistono tanti altri broker ma è molto importante rivolgersi solo a quelli in possesso dei requisiti di sicurezza. E’ sicuramente importante sapere anche che tutti i principali broker del settore operano in completa assenza di commissioni sulle compravendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.