La mostra di Monet: dal Musée Marmottan al Palazzo Ducale di Genova

La mostra di Monet: dal Musée Marmottan al Palazzo Ducale di Genova

Oggi parliamo di una mostra, in particolare la Mostra di Monet del Palazzo Ducale di Genova.

Andare ad una mostra vuol dire fare una nuova esperienza o magari può essere semplicemente prendersi una boccata d’ARTE.

Se ti trovi a Genova a Febbraio o magari per un viaggio in primavera, non dovresti farti scappare assolutamente questa Mostra.

Dal 11 Febbraio 2022 al 22 maggio 2022, il posto giusto per lasciarti trasportare dalla bellezza della pittura en plein air è la mostra di Monet al Palazzo Ducale di Genova.

Oltre 53 opere tra cui Charing Cross (1899-1901) Ninfee(1916-1919) Le Rose (1925-1926), Riflessi sul Tamigi (1905) accompagnano il visitatore in una riflessione sulla luce che ha da sempre illuminato il percorso artistico e personale dell’autore.

 

Mostra di Monet

 

La curatrice della mostra è Marianne Mathieu, storica dell’arte direttrice scientifica del Musée Marmottan Monet di Parigi. Ha diviso le opere in 7 sezioni, ciascuna delle quali rappresenta anche 7 buoni motivi per viaggiare nella vita parigina dell’autore, pur restando a Genova.

Andare ad una mostra però non deve  significare guardare le opere come lo scorrere dei paesaggi visti da un treno ad alta velocità… Una mostra può essere una vera esperienza.

Per gustarla, come un piatto di amatriciana mangiato a Roma, è giusto che voi conosciate qualcosa di Monet. Servirà per apprezzare meglio tutto ciò che vi circonda.

Chi è Monet ?

 

Mostra di Monet

 

Claude Monet è un artista parigino, facente parte del movimento impressionista, definito così poiché gli artisti dipingevano non al chiuso, bensì direttamente a contatto con la realtà,  en plein air (all’aria aperta).

Grazie a questa tecnica gli artisti erano liberi di esprimersi, di ritrarre la realtà con la loro creatività, mischiando colori, in base a quello che gli comunicano i loro occhi (ecco perché impressione).

 

Mostra di Monet

 

Monet con la sua pittura s’immergeva nella natura; era un artista fuori dagli schemi, creativo e sicuramente oltre ai suoi colori nella sua tavolozza c’erano: PASSIONE e DETERMINAZIONE. Pensate che la sua prima mostra fatta a soli 24 anni,  fu un fallimento. E nonostante questo, continuò a dipingere.

Una grande ispirazione anche per la nuova Generazione Z, insomma.

Il trasferimento a Giverny segna un grande cambiamento nella sua vita: può finalmente dipingere la sua natura in totale libertà e attualmente il suo giardino è visitabile.

 

Mostra di Monet
Mostra di Monet – The Web Coffee

 

Proprio nel suo giardino, dipinge Ninfee ovvero una serie di dipinti realizzati alla fine dell’Ottocento. Rappresenta il soggetto più e più volte per far capire che una stessa cosa, guardata da angolazioni diverse, può avere sempre una nuova luce. Un poeta con un pennello in mano.

Il giardino di Monet a Giverny

Dopo aver letto la vita di Monet, è possibile ancora oggi riviverne un pezzo proprio nella sua amata Giverny.

Proprio nella cittadina di Giverny  è possibile vedere i paesaggi che lo hanno ispirato, il suo suggestivo giardino d’acqua, le ninfee e il ponte giapponese.

A Giverny potrete anche andare a visitare la sua coloratissima casa e il suo giardino, considerate oggi  una vera e propria Opera D’Arte.

 

Mostra di Monet
Mostra di Monet – The Web Coffee

 

Mostra di Monet
Mostra di Monet – The Web Coffee

 

Adesso è il momento. Potete andare… e  gustatevi l’Ar-te.

 

Mostra di Monet

 

Una risposta a “La mostra di Monet: dal Musée Marmottan al Palazzo Ducale di Genova”

  1. La scrittura di questo articolo é *impressionante*, travolge e incuriosisce il lettore che non vede l’ora di proseguire la lettura. Accompagnato dai divertenti giochi di parole, la scrittrice riesce a intrattenerlo dando comunque informazioni precise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.