• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Salute e Benessere
Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere

Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere

Dieta vegana e vegetariana sono sempre più diffuse, anche in Italia. Molte persone seguono tali schemi alimentari per scelte etiche, altri perché li ritengono utili alla salvaguardia dell’ambiente. Il dibattito sull’alimentazione è sempre molto vivace. Ma le conseguenze delle scelte dei genitori si ripercuotono sui figli. Quali le conseguenze sul loro sviluppo? Un recente studio inglese ha evidenziato alcuni punti fermi da tenere presenti.

Dieta vegana e vegetariana: le differenze

Dieta vegana e vegetariana sono simili nell’escludere carne e pesce dai propri schemi alimentari. Ma vi sono importanti differenze. La dieta vegetariana comprende più moduli alimentari. Uno di questi ammette uova e latte, un altro ammette il latte ma non le uova. Infine, un altro ancora accetta le uova e non il latte. L’alimentazione vegana esclude tout-court qualunque alimento di origine animale. I bambini sono organismi in crescita: quali conseguenze può portare, a lungo termine, una simile alimentazione?

L’allattamento al seno

Allattare al seno è la modalità migliore di nutrire il bimbo, almeno fino ai sei mesi. Favorisce lo sviluppo fisico e cognitivo del piccolo, nonché il rapporto tra mamma e figlio. E’ opportuno ricordare che il latte materno è quanto di più fisiologico la natura mette a disposizione per tutti i cuccioli. Non proviene dallo sfruttamento animale. Non danneggia l’ambiente con packaging, trasporto e inquinamento. Quindi, in via teorica, non sussiste alcun ostacolo al fatto che madri vegane allattino il proprio piccolo. Come per tutte le madri, anche per quelle che adottano una dieta vegana e vegetariana è necessaria un’integrazione di elementi specifici.

 

allattamento-al-seno Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere

 

Dieta vegana e vegetariana: lo studio inglese

Un recente studio inglese ha valutato lo sviluppo di bambini nati in famiglie con dieta vegana e vegetariana. I bimbi hanno un’età compresa tra i 5 ed i 10 anni. Lo studio ha cercato di esaminare gli effetti positivi e negativi di questi schemi alimentari sulla loro crescita, confrontandoli con quelli di famiglie che consumavano anche alimenti di origine animale.

 

bambini-vegani-320x213 Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere

 

Effetti negativi e positivi

I bambini vegani, secondo tale studio, hanno ossa più deboli e sono maggiormente esposti al rischio di osteoporosi in età anziana. Inoltre, la loro statura è mediamente due o tre centimetri minore di quella dei coetanei che non hanno una dieta vegana e vegetariana. Di contro, i bimbi vegani hanno una percentuale minore di grasso corporeo e di colesterolo nel sangue, ed un migliore profilo cardiovascolare. I bambini vegetariani sono “a metà strada”. Effetti positivi e negativi sono infatti speculari rispetto ai coetanei vegani.

 

bambini-vegani-e-coetanei-320x205 Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere

 

Dieta vegana e vegetariana: i rischi per i bimbi

Lo studio inglese ha sostanzialmente confermato quanto già emerso in un congresso della Società Europea di nutrizione, epatologia e gastroenterologia pediatrica. I bimbi con dieta vegana e vegetariana, e soprattutto i primi, rischiano gravi carenze nutrizionali. Mancano loro proteine e vitamine essenziali per la crescita. Calcio, vitamina B e D, zinco, proteine: sono gli elementi che mancano in misura maggiore. Quelli con dieta vegetariana sono a rischio, ma in misura minore. Si renderebbe necessaria un’integrazione. Ma questa deve sempre essere discussa con il pediatra. In ogni caso, gli integratori sono comunque meno fisiologici di un’alimentazione bilanciata e completa.

Conclusioni

E’ comprensibile che una famiglia che adotta una dieta vegana e vegetariana desideri allevare in tal modo i propri figli. La maggior parte dei genitori cerca di trasmettere ai figli i valori in cui crede. E qui siamo in presenza di un caso del genere. Tuttavia, sarebbe opportuno rinviare la scelta di questa alimentazione ad una età successiva. I genitori dovrebbero considerare che il rischio di privare il bimbo di nutrienti essenziali, tali da inficiare per sempre il suo sviluppo, è decisamente maggiore rispetto al vantaggio di trasmettergli i propri valori.

 

 

icon-stat Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere
Views All Time
346
icon-stat-today Dieta vegana e vegetariana nei bambini: 3 cose da sapere
Views Today
1