• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Cultura
Il Battiato nascosto: l’uomo al di là delle note

Il Battiato nascosto: l’uomo al di là delle note

18 maggio 2021: il mondo della musica piange la scomparsa del cantautore siculo, Franco Battiato. Se ne va un artista che ho sempre considerato totale.

E con ”totale”, non mi riferisco all’aggettivo che va tanto di moda per descrivere una spiccata qualità di un determinato soggetto, semplicemente, faccio riferimento all’immensità di quest’uomo.

Battiato pittore

franco-battiato-casa-1280x720-1-320x182 Il Battiato nascosto: l'uomo al di là delle note
Battiato-The Web Coffee

Per tale ragione, a circa un mese dalla morte, mi piacerebbe, a modo mio, rendergli omaggio. Non mi soffermerò sulla carriera musicale, ormai conosciuta a molti (faccio finta sia così), quanto piuttosto sulla sua produzione pittorica, dedita all’esplorazione intima della coscienza e dei suoi echi, giungendo alte e inesplorate risonanze dello spirito, da sempre considerato, sin dalle più antiche credenze la sede dell’essere.

Il risultato di questa ricerca tra le ”Correspondances” dell’anima e il dialogo orientaleggiante è semplicemente straordinario sia musicalmente che artisticamente parlando.

Battiato si fa un moderno Giano, un portavoce tra molteplici e misterici mondi: quello materiale, quello ascetico e quello col divino che non ha a che vedere con alcuna forma religiosa.

Citando nuovamente, forse con un’accezione differente, il dialogo di Charles Baudelaire con la natura, di cui l’artista siciliano ne è l’incarnazione perfetta, poiché in lui lo studio dell’interiorità si dirama sviluppandone e amplificandone le percezioni, l’osservazione del tempio naturale porta a sviluppare una nuova comprensione delle leggi che la governano.

battiato-21-320x237 Il Battiato nascosto: l'uomo al di là delle note
Battiato-The Web Coffee

In tal senso, si delineano la sensibilità e la facoltà di identificarsi nell’occhio acuto di un’aquila o nella danza che il ragno compie mentre tesse la sua esile tela. Ecco che quindi, nelle rappresentazioni bestiali e vegetali di Battiato si svelano l’energia elementale che governa la vita e l’immedesimazione multiforme delle allegorie naturali ed universali.

Battiato oltre la mera osservazione della natura

Questo percorso di ascesi spirituale però, non si ferma solo alla mera osservazione della natura; dopotutto, anche gli esseri umani sono parte integrante di essa, esattamente come la flora e la fauna, così diversi e preziosi nelle loro molteplicità, persino nei difetti.

Per omaggiare anche questo aspetto, umano, parte della produzione artistica di Franco Battiato è dedicata alla ritrattistica meticolosa, empatica e raffinata delle relazioni con l’altro e non solo. Attraverso la mappatura dei volti di uomini e donne, con le loro espressioni, le pose e gli atteggiamenti, l’artista definisce non solo le particolarità fisiche ma ne coglie magistralmente i «moti» che scuotono le interiorità dei soggetti esaminati, richiamando alla memoria una nota definizione di un altro grande pittore, ma questa volta, del passato, noto per i suoi ritratti enigmatici e magnetici, Leonardo Da Vinci.

Tale processo di rappresentazione dell’altro, questo dialogo mutevole e silenzioso, si traduce e conclude nella sua figura, ritratta come una propria proiezione meditativa, come il già citato rapporto tangente fra l’io materiale e quello spirituale. Già l’azione stessa del ritrarsi, in Battiato, assume un carattere celebrativo, religioso e sacrale quasi a rievocare le pratiche antiche sciamaniche, strizzando un occhio anche alla filosofia orientale della realizzazione e consapevolezza del Sé, concetti espressi anche nelle pagine del libro di Tiziano Terzani, “La fine è il mio inizio”, dove a proposito dell’interezza dell’arte scrive:

«L’arte, quella vera, quella che viene dall’anima, è così importante nella nostra vita. L’arte ci consola, ci solleva, l’arte ci orienta. L’arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l’aria che respiriamo. Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentato da bambini, i libri che abbiamo letto, la musica che abbiamo ascoltato e le emozioni che un quadro, una statua, una poesia ci hanno dato».

battiato1-320x433 Il Battiato nascosto: l'uomo al di là delle note
Battiato-The Web Coffee

Tutto ciò sottolinea quanto, l’avanguardia di quest’artista poliedrico fosse fuori da un tempo capriccioso e viziato, troppo impegnato a incagliarsi nei suoi stessi scogli dettati dalla frenesia immorale di una stereotipizzazione culturale falsamente convenzionale.

icon-stat Il Battiato nascosto: l'uomo al di là delle note
Views All Time
361
icon-stat-today Il Battiato nascosto: l'uomo al di là delle note
Views Today
1