• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Salute e Benessere
Il vaccino contro Covid-19: tutte le ultime novità

Il vaccino contro Covid-19: tutte le ultime novità

Il vaccino contro Covid-19 è ormai entrato nel nostro quotidiano. Eppure, è un argomento su cui le novità si susseguono a ritmo costante. Alcuni mesi fa, all’inizio della campagna vaccinale, gli interrogativi erano assai più numerosi delle certezze. Oggi le cose sono cambiate.  Tuttavia, a parte i no-vax duri e puri, molte persone sono ancora incerte riguardo alla vaccinazione. Interessante, in tal senso, l’ultimo report europeo in merito.

Il vaccino contro Covid-19: l’indagine

Il vaccino contro Covid-19 è uno dei temi trattati dal report di Eurofound, l’agenzia europea per il miglioramento delle condizioni di lavoro e di vita. L’agenzia ha da poco pubblicato la sua più recente indagine. L’indagine riguarda tutti i Paesi che fanno parte dell’Unione Europea. Prende in considerazione i vari aspetti di vita che sono stati compromessi dal Covid-19. Lockdown, smart-working, DAD, conseguenze socioeconomiche.  Ma altresì gli aspetti sanitari e le posizioni della popolazione europea rispetto alla vaccinazione. Vediamo più da vicino quest’ultima parte.

 

il-vaccino-contro-Covid-19-iniezione-320x213 Il vaccino contro Covid-19: tutte le ultime novità

 

I primi dati

Sin dall’inizio, è apparso subito chiaro che il vaccino contro Covid-19 è l’arma decisiva per debellare la pandemia. Di conseguenza, per  riprendere in sicurezza le varie attività. Durante l’avvio della campagna vaccinale in tutta l’Unione Europea vi sono state, tuttavia, diverse criticità. Certamente, la fornitura di dosi insufficiente rispetto alla programmazione iniziale. Ma anche una comunicazione poco chiara e talora contraddittoria, sia da parte politica che scientifica. Entrambe hanno influenzato la propensione dei cittadini a vaccinarsi. In media, circa il 60% della popolazione ha dichiarato “probabile” di farsi vaccinare. Viceversa, circa il 27% ha affermato come “improbabile” la propria intenzione di assumere il vaccino contro Covid-19.

Il vaccino contro Covid-19: varie situazioni

Percentuali e motivazioni di queste scelte cambiano nei vari Paesi dell’Unione. In linea di massima, tuttavia, emerge un quadro comune. Le persone che rifiutano o si dicono tuttora scettiche sono maschi, in buona salute, età media verso i 40 anni. Coloro che hanno vissuto in prima persona l’esperienza del Covid, ad es per aver perso familiari o amici, sono meno restii al vaccino contro Covid-19. La percentuale è infatti del 19% rispetto al 28% di chi non ha avuto tale esperienza.

 

il-vaccino-contro-Covid-19-incertezza-320x275 Il vaccino contro Covid-19: tutte le ultime novità

Le fonti informative

Prevedibilmente, la scarsa propensione ad accettare il vaccino contro Covid-19 sale in modo esponenziale tra coloro che usano i social media come principale fonte informativa. Tra coloro che passano sui social tre ore al giorno o più, il 40% è restio alla vaccinazione. La percentuale di scetticismo scende al 18% tra coloro che utilizzano più fonti informative. Soprattutto quelle tradizionali: stampa, radio, televisione.

Le motivazioni

La scarsa sicurezza è ancora una delle principali motivazioni di scetticismo verso il vaccino contro Covid-19. Circa il 62% della popolazione riporta tale motivazione. Altre motivazioni riguardano l’incertezza relativa alla durata della memoria immunitaria e la possibilità di trasmettere il virus anche dopo la vaccinazione. Ancora una volta, però, giocano in modo determinante i fattori soggettivi e psicologici. Chi è maggiormente depresso o ansioso si dimostra più scettico nell’accettare le potenzialità del vaccino.

Il vaccino contro Covid-19: i quarantenni

I quarantenni di oggi sono nati e cresciuti prima dell’esplosione delle tecnologie digitali. Ma le hanno poi adottate velocemente intuendone le potenzialità. Mediamente, hanno ancora davanti a sé grandi potenzialità formative e lavorative. Sono persone in carriera, hanno creato imprese e sono il potere economico dell’Italia. Costituiscono una fetta di mercato assai ricercata da tutte le strategie di marketing. Sono abituati a ritenersi invincibili, e si sentono ancora troppo giovani per ritenersi potenzialmente vulnerabili. Coloro che sono più inclini a mettere il bene comune ai primi posti nella scala di valori sono più propensi ad accettare il vaccino contro Covid-19. Il contrario avviene tra coloro che sono maggiormente focalizzati sulla propria affermazione.

Conclusioni

Una comunicazione più semplice e chiara aiuterebbe certamente a ridurre lo scetticismo ancora esistente verso il vaccino contro Covid-19. I dati in miglioramento circa la riduzione di ricoveri e morti dovrebbero essere un incentivo in più. Speriamo che tali dati facciano leva sul proverbiale pragmatismo dei quarantenni.  Speriamo che li spingano ad una maggior propensione verso il vaccino contro Covid-19.

 

 

icon-stat Il vaccino contro Covid-19: tutte le ultime novità
Views All Time
159
icon-stat-today Il vaccino contro Covid-19: tutte le ultime novità
Views Today
1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.