• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Tecnologia
Netflix e videogiochi: il colosso dello streaming pensa a una possibile espansione

Netflix e videogiochi: il colosso dello streaming pensa a una possibile espansione

Netflix e videogiochi, a primo impatto, non sembrano termini correlati tra di loro. La piattaforma di streaming nata negli USA, infatti, si è sempre occupata di film e serie Tv. Dopo l’impennata di popolarità avuta in tutto il globo, e il rallentamento dovuta alla pandemia da coronavirus, Netflix si prepara per tornare in carreggiata. A quanto pare, il prossimo obiettivo è raggiungere il gaming e quindi ampliare la propria platea ai videogiocatori. In tal proposito, il colosso americano aveva già mosso alcuni passi in questa direzione. Ma vediamo tutto quello che si sa ad ora in merito a questa novità.

Netflix e videogiochi, si cerca un dirigente del settore

Stando a un report pubblicato venerdì 21 maggio dal sito The Information, Netflix ha già contattato diversi “veteran game industry executives“, ossia dei dirigenti che siano esperti nell’ambito dei videogiochi. Per questo motivo la possibilità di un’ampliamento della piattaforma in direzione dei giochi, per un possibile connubio Netflix e videogiochi, sembra alquanto probabile.

La società di Los Gatos, negli scorsi anni, ha già attuato degli esperimenti per valutare se la cosa fosse effettivamente fattibile. Nel 2018 è stato pubblicato “Black Mirror: Bandersnatch“, un film interattivo, spin-off di Black Mirror, nel quale l’utente deve compiere delle scelte, in base alle quali verrà indirizzato verso uno specifico finale. C’è anche la possibilità di ri-giocare, al fine di esplorare tutte le possibilità. Black Mirror è una delle serie televisive di punta di Netflix, disturbante e affascinante allo stesso tempo, e l’iniziativa ha suscitato moltissima curiosità nei fan. La modalità di gioco ricorda molto titoli popolari su console e Pc del calibro di Life is Strange e Detroit: Become Human.

 

1546695212_pic1 Netflix e videogiochi: il colosso dello streaming pensa a una possibile espansione
Il protagonista di Bandersnatch (Fionn Whitehead) in una scena del film (fonte: Wired) – Netflix e videogiochi – The Web Coffee

 

Un’altra esperienza in tal senso Netflix l’ha avuta come produttore dei videogiochi dell’iconica serie Stranger Things. Nel 2017, infatti, è uscito “Stranger Things: The Game” per smartphone, compatibile con i sistemi operativi iOS e Android. Il 4 luglio 2021, invece, è stato pubblicato per PlayStation 4, Nintendo Switch, Android, iOS, Xbox One, Windows Phone e Classic Mac OS “Stranger Things 3: Il Gioco“. Tornando nell’ambito degli episodi interattivi, Netflix ha ideato anche “Kimmy vs. The Reverend“, spin-off di Unbreakable Kimmy Schmidt, dove la protagonista Kimmy, prossima al matrimonio, deve sventare il piano malvagio del Reverendo.

Netflix e videogiochi: i flop della concorrenza

Netflix non è certamente la prima azienda a sviluppare un’idea simile. In passato, altri colossi hanno mosso tentativi di entrare nel settore dei videogiochi, ma non sempre con risultati ottimali. Microsoft con la sua Xbox Game Pass ha ottenuto un grande successo, considerando anche che Xbox e PlayStation di Sony sono, ormai da decenni, i competitor principali del gaming. Dall’altra parte della medaglia, Google, che è notoriamente specializzato in servizi differenti, ha provato a lanciare Stadia nel 2019, ottenendo però un grosso flop. Stadia era stata pensata come una piattaforma di cloud gaming nella quale è possibile accedere ai giochi anche da dispositivi differenti.

 

81PzUEr4XVL._AC_SX522_ Netflix e videogiochi: il colosso dello streaming pensa a una possibile espansione
Il pacchetto offerto da Xbox game pass (fonte: Amazon Italia) – Netflix e videogiochi – The Web Coffee

 

Non ci sono ancora informazioni più dettagliate circa le prossime mosse di Netflix e su quali sono i progetti in cantiere. Con 200 milioni di abbonati in tutto il mondo, però, la cosa non passerà di certo inosservata. Non bisogna escludere l’evenienza di un sovrapprezzo per accedere ai contenuti extra relativi ai videogiochi, che molto probabilmente verranno proposti in un cloud, un sistema che ricorda quello adottato da Apple per la sua “Apple Arcade“, giochi extra accessibili al costo di 4,99 dollari al mese e aggiornati costantemente. Questo è già accaduto con Disney+ per l’accesso Vip ai film in anteprima, e la cosa ha destato l’indignazione del pubblico.

Non resta che aspettare le prossime evoluzioni riguardo Netflix e videogiochi.

Cosa ne pensate del futuro di Netflix nell’ambito dei videogiochi? Se siete abbonati a Netflix, sareste interessati? O ritenete che è meglio che si limiti ai film e alle serie Tv? Fatecelo sapere in un commento!

icon-stat Netflix e videogiochi: il colosso dello streaming pensa a una possibile espansione
Views All Time
240
icon-stat-today Netflix e videogiochi: il colosso dello streaming pensa a una possibile espansione
Views Today
2