• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Salute e Benessere
Acido citrico: cos’è, come si usa e dove si può acquistare

Acido citrico: cos’è, come si usa e dove si può acquistare

Un nome familiare, che probabilmente avrete già sentito, soprattutto se siete interessati alla cosmesi e ai prodotti per la pulizia biologici. L’acido citrico è una sostanza dalle mille risorse, che è possibile sfruttare per diversi utilizzi in ambito casalingo (e non solo), molto facile da reperire. Curiosi di saperne di più? A breve vi diremo tutto ciò che c’è da sapere in merito. Buona lettura!

Acido citrico: che cos’è, dove comprarlo

L’acido citrico è un acido tricarbossilico, ossia un acido che possiede tre gruppi carbossilici (-COOH). In termini pratici, è un acido inodore, che si ricava dagli agrumi e in particolar modo dai limoni. Viene considerato un acido debole perché, essendo a bassa concentrazione, non risulta nocivo e questo permette anche il suo utilizzo nella cura della persona. Proprio il suo essere inodore, oltre che economico, lo rende di gran lunga preferibile all’aceto, che viene anch’esso utilizzato per gli scopi più disparati. L’acido citrico è facilmente reperibile nei supermercati e nelle botteghe che vendono prodotti naturali, e lo si trova solitamente allo stato solido, come polvere o cristalli.

 

pexels-miguel-a-padrinan-1412554 Acido citrico: cos'è, come si usa e dove si può acquistare

Acido citrico: proprietà, benefici

Cosa rende questa sostanza così versatile? Innanzitutto è antiossidante, cosa che la rende adatta anche per la cura della persona. Inoltre, come nutriente e integratore alimentare, aiuta a prevenire la stitichezza e riduce l’acidità di stomaco, permettendo una migliore digestione e una minore produzione di gas. La sua proprietà principale, però, è quella di regolatore di pH; questo fa sì che venga ampiamente utilizzato nel settore industriale, soprattutto come conservante alimentare e additivo. La sua azione lucidante e sgrassante, infine, lo rende un ottimo alleato per le pulizie domestiche, sia per igienizzare le superfici che lavare le stoviglie sporche.

Bisogna tenere bene a mente, però, che non deve mai entrare a contatto con superfici come marmo e legno, né essere applicato direttamente sui tessuti.

Ma vediamo meglio tutti i possibili modi d’uso dell’acido citrico.

Acido citrico: tutti i possibili utilizzi

Cosmetica e igiene

  • Balsamo e ammorbidente per capelli: dopo lo shampoo, diluite pochi ml di acido citrico in un litro d’acqua e applicate la soluzione ottenuta sui vostri capelli. Questo, bilanciando il pH, li renderà morbidi e lucenti, essendo un ottimo anticrespo.

pexels-helena-ije-2867899 Acido citrico: cos'è, come si usa e dove si può acquistare

Pulizie ecologiche

  • Ammorbidente per il bucato: il principio è sempre quello, l’acido citrico non va mai usato allo stato puro, bensì diluito. In questo caso bisogna scioglierne 200 gr in un litro d’acqua, per poi inserirlo nell’apposita vaschetta della lavatrice come fareste con un comune ammorbidente. Per una monodose, potete sciogliere 20 gr in 100 ml d’acqua;

 

pexels-rodnae-productions-5591581 Acido citrico: cos'è, come si usa e dove si può acquistare

 

  • Anticalcare: sciogliere 150 gr in un litro d’acqua, versare il composto in un contenitore spray e applicarlo per qualche minuto sulla superficie che volete trattare, infine risciacquate. Ottimo soprattutto sui sanitari;
  • Disincrostante: sciogliere da 150 a 200 gr, a seconda della necessità, in un litro d’acqua. Versare sulla cassetta del detersivo della lavatrice e far partire il lavaggio. Questa operazione andrebbe ripetuta una volta al mese, al massimo ogni due mesi. È possibile fare la stessa cosa sui bollitori, versando al loro interno 250 ml di acqua e un cucchiaino di acido citrico, lasciando riposare per una notte. La mattina dopo vi basterà risciacquare per bene prima dell’utilizzo.
  • Pulizia dei vetri: sempre possibilmente utilizzando un contenitore spray, sciogliere in un litro d’acqua un cucchiaino di acido e di detersivo per i piatti. Dopodiché, potrete utilizzarlo direttamente sui vetri di casa vostra durante le pulizie, per un effetto splendente;
  • Brillantante per la lavastoviglie: Sciogliere 150 gr di acido in un litro d’acqua, versate direttamente nello sportello del brillantante nella lavastoviglie. Per fare una monodose, per un lavaggio solo, potete sciogliere 15 gr in 100 ml d’acqua;
  • Disgorgante per scarichi otturati: preparate un litro d’acqua calda (non bollente, per evitare di rovinare le tubature, soprattutto se in plastica) e versateci mezzo bicchiere di acido citrico e mezzo di bicarbonato, i quali causano una reazione che aiuta gli scarichi a liberarsi in fretta.

icon-stat Acido citrico: cos'è, come si usa e dove si può acquistare
Views All Time
244
icon-stat-today Acido citrico: cos'è, come si usa e dove si può acquistare
Views Today
1