• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Psicologia
I segni da conoscere in una relazione traumatica

I segni da conoscere in una relazione traumatica

Segni di una relazione traumatica – come riconoscerli ed uscirne

Quante volte vi sarà capitato di vivere una relazione che vi distrugge emotivamente? magari con una persona che il giorno prima sembra essere l’uomo o la donna della vostra vita ed il giorno seguente è il motivo di stress, ansia, e tante lacrime versate? si tratta di relazioni che hanno alla base un legame traumatico. In questo articolo cerchiamo di capire quali sono i segnali di una relazione traumatica che possono essere riconosciuti per prevenirla.

L’amore, l’amore, l’amore. Decantato da poeti e musicisti, sognato dalle parti di noi quindicenni innamorate, idealizzato dalle trentenni ancora alla ricerca della persona giusta. Eppure, tra noi, ci sono coloro che si sono trovati e che se inizialmente credevano di essere perfetti l’uno per l’altro, adesso non lo sono più.

Prima di capire quali sono i segni di una relazione traumatica vediamo quale è il meccanismo alla base per l’instaurarsi di un legame disfunzionale.

Cosa ci spinge a voler continuare una relazione che sappiano non fa più al caso nostro? cosa ci porta a riaccogliere quella stessa persona contro la quale abbiamo urlato le peggiori invettive pur di farla scomparire dalla nostra vista e dal nostro cuore?

Si tratta principalmente di quello che in psicologia, come afferma il Dr. Jenn Man viene definito comportamento positivo intermittente. Ci si basa sull’idea che sebbene vi siano dei conflitti, arriverà sempre affetto, attenzione, sesso e questo ci spinge nuovamente nelle braccia dell’altro.

Quando ci innamoriamo, in realtà ciò che sta avvenendo nel nostro organismo è un insieme di reazioni chimiche. Intervengono una serie di ormoni, quali ad esempio la dopamina e l’ossitocina, considerati gli ormoni del piacere, che ci fanno credere appunto nell’innamoramento.

Quando si verifica una rottura dovuta ad un litigio, sperimentiamo stress e dunque una alta produzione del suo ormone, il cortisolo.  che non soltanto fa attivare nel nostro cervello le stesse aree del dolore fisico ma riduce anche gli ormoni del piacere facendoci sperimentare un senso di depressione. Questo può essere colmato soltanto con la presenza di quella stessa persona che non dovremmo avere accanto. Si crea dunque in circolo vizioso dal quale non sempre è facile uscirne.

pexels-photo-888899-320x213 I segni da conoscere in una relazione traumatica

Un circolo vizioso che è alla base, in genere, di relazioni traumatiche che prevedono diverse fasi. Vi è sicuramente il momento di tensione, all’interno del quale si sperimenta un conflitto con l’altro,  con annessa rabbia, minacce, sensi di colpa. A questa segue la fase della luna di miele: ci si chiede scusa, ci si ripromette che le cose cambieranno. Lui o lei diventano perfettamente in linea con il nostro ideale di persona che vorremmo avere accanto, forse per sempre.

Generalmente questo tipo di legame si sperimenta nelle situazioni di violenza domestica con abusi sui minori, ostaggi, rapimenti, ma anche in relazioni in cui vige la violenza fisica e verbale. Ad essere più vulnerabili sono individui che hanno un passato di abusi, o che hanno una bassa autostima per se stessi tanto da accontentarsi dell’amore che ricevono, pur di averne almeno una briciola.

Segni di una relazione traumatica – come riconoscerli

Sicuramente uno dei primi passi per poter uscire da una relazione traumatica è riconoscerne di averne una. Ci sono alcuni segnali che si possono prendere in considerazione. Ad esempio se la relazione ti ha portato ad isolarti dalla famiglia o dagli amici che sono preoccupati per te, se sei ossessionato dai conflitti che si generano con il partner, e hai di conseguenza timore all’aprire ogni tipo di discussione nella paura che possa esplodere. O ancora, segnali di relazioni traumatiche possono essere il giustificare un comportamento violento, prestare attenzione se dopo un episodio di violenza si ricevono dei regali come scusa.

pexels-photo-5699775-320x213 I segni da conoscere in una relazione traumatica

Segni di una relazione traumatica – come  uscirne

Il primo passo da fare quando si hanno delle relazioni traumatiche  è dunque iniziare a valutare i segnali, ma per uscirne ci vuole del tempo. Sicuramente farsi aiutare dall’esterno potrebbe essere un punto a favore. Si potrebbe iniziare una terapia per cercare di comprendere il motivo per cui si continua a rimanere in una relazione che non fa bene al proprio benessere fisico e mentale e raccogliere le forze necessarie per rompere questo circolo.

Ovviamente ogni tipo di relazione può essere traumatica ad un’intensità diversa; nei casi estremi si può provvedere anche al chiamare dei centri antiviolenza che sono spesso di supporto in questa fase delicata; importante sarà anche riuscire a trovare quel qualcosa che possa ristabilire delle connessioni positive nella nostra vita. E’ importante non isolarsi, circondarsi di quelle persone che veramente possono farci stare bene, che ci risollevano l’umore. Bisogna prendersi cura di sè stessi.

 

 

 

icon-stat I segni da conoscere in una relazione traumatica
Views All Time
190
icon-stat-today I segni da conoscere in una relazione traumatica
Views Today
1