Attualità

Nuova app per i 18 anni: di che si tratta?

Nuova app per i 18 anni

Nuova app per i 18 anni: la conosciamo? In questo nostro mondo sempre più tecnologico, sempre più digitalizzato, le nuove app nascono come i funghi. Spesso superficiali, talora potenzialmente dannose. Da poco è nata AgevolUp, una nuova app pensata specificamente per i neo diciottenni. Conosciamola insieme.

Nuova app per i 18 anni: i care leavers

Nuova app per i care leavers: ma chi sono i care leavers? Sono ragazzi vissuti in strutture di accoglienza, in case famiglia. Talora in affido, spesso con affidi travagliati. Sempre, con alle spalle un percorso esistenziale difficile. Al sopraggiungere della maggiore età, perdono ogni tutela legislativa. Sappiamo quanto, soprattutto oggi, i giovani continuino ad essere abbondantemente sostenuti dalla famiglia d’origine ben oltre i 18 anni. Nessuno diventa adulto in un giorno. Men che meno chi ha alle spalle un percorso doloroso. La nuova app per i 18 anni è parte di un progetto che tenta di offrire loro un supporto.

 

nuova-app-autonomia-percorso-lungo-320x222 Nuova app per i 18 anni: di che si tratta?

I rischi

Inserirsi nel mondo del lavoro, continuare gli studi (ma con quali soldi?), prendere la patente, trovare una casa: impresa difficile. La possibilità di rimanere più a lungo in una struttura di accoglienza per un neomaggiorenne abbandonato che ancora non sia sufficientemente autonomo è un caso raro. I care leavers sono circa 3mila all’anno in tutta Italia. Spesso fragili dal punto di vista umano e psicologico; perciò rischiano più di altri dal punto di vista sociale. Marginalizzazione, disoccupazione, delinquenza. Questi ragazzi rientrano nel novero dei disoccupati, ma sono privi del cuscinetto protettivo dei genitori.

Nuova app per i 18 anni: il progetto

La nuova app rientra in un progetto denominato Care Leavers Network Italia. Ne fanno parte ragazzi, operatori sociali, strutture di accoglienza, famiglie affidatarie. Lo scopo è fornire informazioni ed indicazioni sui possibili percorsi di autonomia ed inserimento nella società. Alla sua creazione hanno partecipato anche ragazzi che hanno vissuto in prima persona queste esperienze. Quindi, hanno provato sulla propria pelle il vuoto che li aspetta dopo la comunità, e quali siano le risposte indispensabili da offrire.

 

nuova-app-care-leavers-320x219 Nuova app per i 18 anni: di che si tratta?

Nuova app per i 18 anni: lo sviluppo

Questa nuova app nasce da una partnership tra profit e non-profit, grazie alla collaborazione di una azienda che si occupa di creare prodotti digitali. Per questo motivo, l’iscrizione è gratuita. Ogni utente ha il proprio profilo, ed i contenuti sono moderati.

Il progetto del Ministero

Oltre alla nuova app per i 18 anni, vale la pena segnalare un progetto del Ministero del Lavoro e politiche sociali, in collaborazione con l’Istituto degli Innocenti. Il progetto si propone di accompagnare questi neo maggiorenni verso l’autonomia. E’ previsto l’aiuto di assistenti sociali e specifici tutor per l’autonomia. Del progetto fa parte anche una pubblicazione denominata “Crescere verso l’autonomia”. Da sottolineare: tale pubblicazione è scritta in versione “easy to read”.

I giovani e la tecnologia

Centinaia di app invadono i nostri devices, portandosi dietro altrettante polemiche. E i giovani, fragili per natura, sono i più esposti ai relativi rischi. Ma quando nasce una nuova app che aiuta proprio i più abbandonati, pochi ne parlano. Perché? La risposta è nel vecchio adagio cinese “fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce”. Purtroppo, è sempre vero.

 

 

 

icon-stat Nuova app per i 18 anni: di che si tratta?
Views All Time
215
icon-stat-today Nuova app per i 18 anni: di che si tratta?
Views Today
1