Attualità

Pandemia e sensibilità: come sono cambiate le amicizie

Covid-19 e amicizie - the web coffee

Covid-19 e amicizie – come sono cambiate

Sarebbe difficile stilare una lista di tutti gli aspetti che sono cambiati nelle nostre vite con la pandemia.

Questo perché prima di tutto, in qualche moda ha cambiato ognuno di noi e l’approccio che avevamo con la vita stessa.  Una delle sofferenze più grandi che le persone di tutto il mondo e di qualsiasi età hanno dovuto affrontare è stata la solitudine.

Ed è per questo che la pandemia, tra le tante cose, ci ha permesso anche di rivalutare le nostre amicizie e sviluppare nuove sensibilità.

Covid-19 e amicizie  – la distanza

 

Un ostacolo conosciuto a molti, che durante la pandemia si è paradossalmente azzerato. Non c’era nessuna differenza se un nostro amico fosse dall’altro mondo o nello stesso paese. Non ci si poteva vedere, ognuno era fermo nel suo piccolo mondo senza poter raggiungere tutti gli altri. Tutti potevamo essere vicini, ma eravamo costretti alla distanza contemporaneamente. Ecco uno dei modi in cui la pandemia ci ha permesso di rivalutare le nostre amicizie. I veri legami danno la forza di superare momenti come questo: forse abbiamo imparato a riconoscere chi ci teneva veramente, pur vedendo i nostri amici così poco.

01574F7D-C7D5-4210-8A34-F0A034C50C3F-320x213 Pandemia e sensibilità: come sono cambiate le amicizie
Covid-19 e amicizie – the web coffee

 

Covid-19 e amicizie –  il contatto fisico

 

Uno schermo non potrà mai sostituire un vero abbraccio. Non poter stare realmente a contatto con qualcuno non è stato facile. Probabilmente la maggior parte di noi ha riscoperto la dolcezza anche dei piccoli gesti più fisici che prima si davano per scontati. Sono mancate le carezze dei nonni, le strette di mano, gli abbracci e perfino le spinte prese ai concerti… Abbiamo riscoperto il significato del calore umano, che da affetto e conforto molto più di qualsiasi videochiamata.

 

«Per la maggior parte di noi, questo periodo di distanziamento sociale rappresenterà una triste ma temporanea frustrazione, ma sarà fondamentale dedicare del tempo a coltivare nuovamente le nostre relazioni».

-Journal of Experimental Psychology

 

2C6C19C8-A3C7-4BF8-88F1-C703CF4B249D-320x211 Pandemia e sensibilità: come sono cambiate le amicizie
Covid-19 e amicizie – the web coffee

 

Covid-19 e amicizie – i sensi

Forse per il tanto tempo trascorso da soli, forse invece per il fatto che abbiamo vissuto più o meno tutti un’esperienza simile, sembra che abbiamo sviluppato una nuova capacità di capire meglio gli altri. Probabilmente grazie alle tante ore trascorse al telefono, abbiamo una nuova delicatezza e un nuovo modo di ascoltare. Così come anche la difficoltà di interfacciarsi sempre con la mascherina: non è da poco la sensibilità che abbiamo acquisito nel recepire quanti più messaggi possibile solo dagli occhi e dallo sguardo.

 

Questi sono solo alcuni degli aspetti che la pandemia ci ha permesso di rivalutare. Ancora una volta la conferma che si può trarre qualcosa di positivo anche (e soprattutto!) dalle esperienze che ci mettono più in difficoltà.

icon-stat Pandemia e sensibilità: come sono cambiate le amicizie
Views All Time
149
icon-stat-today Pandemia e sensibilità: come sono cambiate le amicizie
Views Today
1