Attualità

Lavoratori disabili e Covid-19: sicuri di sapere tutto?

Lavoratori disabili e Covid-19 - the web coffee

Quanti conoscono il tema dei lavoratori disabili e Covid-19? Sempre più si evidenzia che il Covid-19 ha provocato una crisi sociale ed economica oltre che sanitaria. Interi settori produttivi sono in crisi, vedere la luce è difficile. Molti lavoratori, malgrado le misure economiche previste dal governo, sono in crisi. Ma c’è una grossa area di cui si parla pochissimo, e la pubblica opinione ignora in modo pressoché totale.

Lavoratori disabili e Covid-19: alcuni dati

L’Istat ha da poco presentato il proprio Rapporto sulle persone con disabilità. In Italia sono 3 milioni 100 mila le persone con disabilità. Nella fascia tra 15 e 64 anni è impiegato poco più del 31% delle persone disabili, contro il 57,8% di persone nel resto della popolazione. Altro dato interessante è che l’impiego nella Pubblica Amministrazione è prevalente tra le persone con disabilità: 49,7% contro il 41,3% di quelle senza limitazioni. Lockdown, riaperture e chiusure parziali, “colori” in base ai contagi, tutele sanitarie: come influisce tutto ciò su lavoratori disabili e Covid-19?

Chi è colpito dalla crisi

Turismo, spettacolo, commercio, trasporti sono indubbiamente i settori più colpiti. In tema di crisi da Covid-19, tuttavia, si ragiona esclusivamente per aree merceologiche e filiere. Assai raro è un ragionamento trasversale, in base alla condizione dei lavoratori coinvolti, considerando le loro condizioni di salute.

Da questo tipo di valutazione emerge un quadro in cui i lavoratori con limitazioni sono i primi ad essere penalizzati. Tutto ciò, nel totale silenzio della maggior parte dei media. E si tratta di lavoratori ben più che visibili e “ufficiali”. E’ gente con disabilità anche grave, legge 104, problematiche immunologiche. Gente certificata, nota alle ASL, all’INPS, alle amministrazioni dello Stato ed ai datori di lavoro. Questi ultimi, talora, hanno anche usufruito di sgravi fiscali per l’assunzione di tali lavoratori e l’adeguamento del posto di lavoro.

Lavoratori disabili e Covid-19 – chi li conosce?

C’è un grosso problema, tutto italiano. I lavoratori disabili sono visibili alle Amministrazioni burocratiche, ma non alla pubblica opinione. Difficilmente sono in grado di prodigarsi in flash-mob, manifestazioni o cortei. Abbiamo visto le reazioni degli studenti con zaini e libri, seduti fuori di scuola per protestare contro la didattica a distanza. E anche le proteste dei lavoratori del turismo, seduti con i loro trolley davanti alle stazioni ferroviarie. Tutti i media ne hanno parlato.

Chi ha visto i lavoratori disabili davanti ai palazzi ministeriali a chiedere chiarezza normativa in materia di tutele covid? In Italia è spesso così: se fai “casino” ci sei, altrimenti no. Manca una cassa di risonanza. E, su questo, una buona fetta di responsabilità ricade sui media, qualunque essi siano.

lavoratori-disabili-e-Covid-19-incompatibilita-320x229 Lavoratori disabili e Covid-19: sicuri di sapere tutto?
credits pixabay Lavoratori disabili e Covid-19 – the web coffee

Lavoratori disabili e Covid-19: le misure di tutela

Le misure contenute nei vari Decreti che si sono succeduti hanno creato un labirinto inestricabile. Quarantena, malattia, periodo di comporto: un caos. Le circolari INPS hanno offerto poca chiarezza. Si sono verificati casi di lavoratori che hanno avuto trattamenti differenti nel pubblico rispetto al privato. La parola d’ordine attuale è che bisogna “tutelare” i lavoratori “fragili”, evitando la loro presenza in azienda. Intento lodevole e condivisibile, ma che si declina in modo pericoloso.

Se il medico competente dichiara la loro “incompatibilità”, sono lasciati a casa. E appare decisamente improbabile che una persona con problemi di immunodepressione, patologie oncologiche o disabilità cronica cessi di essere “fragile”. Ecco aperto lo scivolo verso il licenziamento, dato che il lavoratore diventa “improduttivo”. Le misure di tutela diventano misure di condanna.

lavoratori-disabili-e-Covid-19-perdita-320x229 Lavoratori disabili e Covid-19: sicuri di sapere tutto?
lavoratori disabili e Covid-19 perdita posti credits pixabay

Conclusioni

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilevato che “Le persone con disabilità rappresentano un giacimento di qualità, energie e risorse di cui il Paese spesso si priva perché non li mette nelle condizioni di esprimerle”. Il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, ha dichiarato che dall’inizio della crisi si sono persi mezzo milione di posti di lavoro. La previsione è arrivare ad un milione. Due domande: qualcuno ha raccolto l’input di Mattarella con progetti e proposte concrete? Seconda domanda: il presidente Bonomi ha conteggiato in quel milione di posti anche i disabili estromessi dal mercato? Aspettiamo risposte.

 

 

icon-stat Lavoratori disabili e Covid-19: sicuri di sapere tutto?
Views All Time
227
icon-stat-today Lavoratori disabili e Covid-19: sicuri di sapere tutto?
Views Today
1