• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Tutti
Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima

Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima

Angelo e albero di Natale: scopriamo insieme dove nasce questa tradizione ormai radicata nelle nostre decorazioni natalizie.

LA TRADIZIONE DELL’ALBERO DI NATALE

La decorazione dell’Albero di Natale è tra le più diffuse tradizioni natalizie al Mondo, e varia in base a latitudine e tradizione tra palline, ghirlande, dolciumi, luci, statuette e piccoli oggetti. L’albero può essere un abete vero, abbattuto e trasportato fino in casa, oppure addobbato direttamente in giardino, e le decorazioni variano in qualità, materiale e attenzione ai dettagli.

In Italia in genere si usa un peccio o abete rosso, nell’Europa Centrale e nei Paesi Nordici è comune anche l’abete. Con minor frequenza si addobbano pini o altre conifere sempreverdi. In ogni caso, nel mondo moderno, ha preso piede largamente l’utilizzo di alberi artificiali, più o meno realistici, a salvaguardia dell’ambiente ma anche come tutela per chi soffre di allergia.

In base alle diverse zone d’Italia, l’albero di Natale viene preparato in date diverse: per esempio il 6 dicembre, giorno di San Nicola a Bari, oppure il 7 dicembre a Milano, giorno del patrono Sant’Ambrogio, altrove ancora l’8 dicembre, cioè il giorno della festività cattolica dell’Immacolata Concezione.

 

Christmas_tree_sxc_hu-320x427 Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima
Angelo e albero di Natale-The Web Coffee

LE ORIGINI DELL’ALBERO DI NATALE

Nonostante il significato che gli attribuiamo oggi, l’albero di Natale ha origini pagane e molto antiche, essendo in versione rudimentale già diffuso tra i Celti: gli antichi sacerdoti druidi, infatti, consideravano l’abete simbolo di lunga vita, per la sua chioma sempreverde, e addobbarli era un modo per propiziarsi il favore degli spiriti. Sembra inoltre che anche i Vichinghi avessero un culto simile ed entrambi i popoli tagliavano gli alberi, li portavano a casa e li decoravano con nastri, fiaccole, frutti.

Con l’affermarsi del Cristianesimo, molte tradizioni vennero acquisite e rivisitate, così anche la tradizione dell’albero di Natale, che assunse però il significato della scena biblica dell’Eden: la notte della nascita di Cristo, l’umanità ritrova il perdono riunendosi attorno all’albero della vita. Ma non solo: l’albero che non perde foglie diventa anche simbolo della Croce di Cristo, e ancora l’albero della vita eterna che splende di luce divina.

Secondo la storia, il primo albero di Natale venne allestito nel 1441 a Tallinn (Estonia), decorato con delle rose, ma poi la tradizione si diffuse rapidamente, e raggiunse chiese, piazze e case.

 

angelo-elegante-320x320 Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima
Angelo e albero di Natale-The Web Coffee

IL PUNTALE: angelo e albero di Natale

Uno dei punti nodali della decorazione dell’albero natalizio è il puntale, cioè quell’elemento decorativo posto sulla punta dell’albero. Ne esistono tantissimi tipi di varia foggia, diversi per forma, colore, tradizione, materiale… dalla semplice punta, alla stella che simboleggia la Cometa. Tuttavia, il più classico è l’Angioletto, che secondo la tradizione più gettonata, rappresenta l’Arcangelo Gabriele che annuncia il prossimo concepimento alla Vergine Maria.

Altrove, invece, l’Angelo rappresenta il messaggero che Gesù Bambino manda a portare i doni.

Questa decorazione era molto comune durante il periodo Vittoriano nel Regno Unito. Si narra che sulla Rivista Illustrata delle Notizie di Londra venne pubblicato una foto della famiglia reale, in cui la Regina Vittoria e il Principe Alberto festeggiavano attorno a un albero di Natale con un angelo come puntale. La fotografia delle Regina Vittoria, antesignana dei moderni influencer, diffuse la moda del puntale angelico nelle case inglesi.

2988122_S-320x173 Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima
Angelo e albero di Natale-The Web Coffee

Anche nell’ambito dei puntali ad angelo non c’è che l’imbarazzo della scelta in quanto a forme e materiali, e in commercio ne esistono diversi modelli, più o meno preziosi in porcellana, plastica o legno, e più o meno tecnologici o meccanici, con movimenti, luci e suoni. L’importante è scegliere quello più adatto allo stile dell’albero.

Inoltre, in un’epoca in cui l’handmade sta prendendo sempre più piede, si stanno diffondendo anche i topper fatti in casa, all’uncinetto, in stoffa oppure con materiali da riciclo, magari coinvolgendo i bambini.

icon-stat Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima
Views All Time
1052
icon-stat-today Angelo e albero di Natale: scopriamo dove nasce la tradizione di metterlo in cima
Views Today
5