I segreti della ipnoterapia, la branca sconosciuta della psicologia

I segreti della ipnoterapia, la branca sconosciuta della psicologia

Quali sono i segreti della ipnoterapia? Partiamo dal suo significato e utilizzo.

Quando si parla di ipnoterapia si fa riferimento alla tecnica dell’ipnosi utilizzata per trattare disturbi di natura psichica e fisica. Attraverso l’ipnosi il paziente entra in trance, uno stato a metà tra sonno e coscienza in cui si mostra aperto alla suggestione e immune al dolore e alla paura.

L’ipnoterapia è un modello di psicoterapia, lo scopo è quello di andare a fondo della parte più inconscia della nostra psiche, analizzando a livello strutturale i problemi del paziente. L’ipnoterapeuta utilizza terapie ipnotiche in modo da facilitare lo stato di trance del paziente, così che possa scaturire in esso una riorganizzazione vera e propria della psiche, mettendo a nudo tutti i suoi problemi e paure più reconditi.

I segreti della ipnoterapia: le origini

Il fenomeno dell’ipnoterapia, riconducibile all’ipnosi, pone le sue radici nel passato. Era ricondotto soprattutto a pratiche a sfondo magico e mistico. Grazie ai reperti archeologici ritrovati nel corso degli anni, scopriamo che alcuni popoli primitivi utilizzavano vere e proprie forme di ipnoterapia, grazie a musiche, preghiere, uso di sostanze psicotrope inducevano il sonno.

Veniva praticato soprattutto dai capì tribù o dagli anziani stregoni o sciamani del villaggio che recitavano formule magiche, spesso per rituali di guarigione. Ma la tecnica dell’ipnosi è riconducibile anche al popolo dell’antica Grecia, in cui esistevano santuari dove venivano effettuate pratiche ipnotiche, il più famoso quello di Epidauro, dedicato al Dio della medicina Esculapio. Chiunque cercasse guarigione veniva indotto in trance ipnotica.

I segreti della ipnoterapia: i tempi moderni

Dal Medioevo, alla Grecia, all’ Egitto, passando per i nativi americani, le tecniche dell’ipnosi da sempre sono state applicate in ogni civiltà e con gli anni e l’avvento della psicologia, sono stati effettuati studi più specifici che ne hanno affermato la veridicità.

Oggi infatti è utilizzata soprattutto per curare malattie di natura psichica, come depressione, schizofrenia, disturbi alimentari,ecc… Grazie agli studi approfonditi si è arrivati a capire come il nostro cervello sottoposto ad alcuni imput particolari e venendo stimolato in  diverse parti possa dare delle risposte e dei risultai formidabili.

I segreti della ipnoterapia-The Web Coffee
I segreti della ipnoterapia-The Web Coffee

I segreti della ipnoterapia: funziona davvero?

Oggi giorno i terapisti che si fanno passare per esperti sono tanti, e purtroppo si dovrebbe avere una maggiore informazione sull’argomento. La validità e il funzionamento di queste tecniche non può essere effettuato da chiunque: dev’essere praticato da qualcuno che abbia fatto almeno uno studio accurato della mente e del suo vasto mondo.

Uno dei segreti della ipnoterapia per avere successo, è il terapista che deve creare una situazione in cui il paziente si senta a suo agio, un ambiente confortevole, una postura rilassata, e magari una musica di sottofondo che accompagna la seduta.

Il terapista deve utilizzare soprattutto l’uso della sua voce e del suo sguardo che guideranno il paziente prima che cada in trance. Una volta raggiunto questi stadio,  verrà sottoposto ad alcune domande da parte del terapista che lo aiuteranno a tirar fuori il problema che lo affligge, andando sempre più a fondo e cercando di aiutarlo a trovare una soluzione e giovamento per la sua salute.

I segreti della ipnoterapia-The Web Coffee
I segreti della ipnoterapia-The Web Coffee

II segreti della ipnoterapia, in conclusione, sono:

  • La competenza del terapeuta, che deve aver effettuati studi specifici sulla mente umana
  • Creare empatia tra terapeuta e paziente, in modo che quest’ultimo si senta a suo agio e si lasci guidare nella terapia
  • Un ambiente rilassato, in cui il paziente solo entrando si senta tranquillo. Lo si ottiene con musica, profumi, la giusta atmosfera. Anche da questo si evince la preparazione del terapeuta.
  • Una profonda introspezione del paziente sotto la guida di un bravo terapeuta, che arrivi alla radice del problema rispettando i tempi della persona in cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.