Trattamento peeling chimico: Un risultato perfetto anche in casa

Trattamento peeling chimico: Un risultato perfetto anche in casa

Prima di capire come realizzare un trattamento peeling chimico, partiamo dalle basi.

Cosa è un peeling?

Trattamento Peeling su Pinterest – The Web Coffee

Un peeling è un trattamento diventato molto comune che utilizza degli agenti di natura acida per la rimozione di uno strato di cellule epiteliali.

Letteralmente “to peel” significa “spellare”, ed è esattamente ciò che succede.

La nostra pelle è composta da diversi strati di cui identifichiamo derma ed epidermide. L’epidermide è il più superficiale, a sua volta composto da più strati di cellule con caratteristiche diverse tra loro. Lo strato su cui agirà principalmente il peeling si chiama strato “corneo”, formato da corneociti, cellule morte.

Ma come agisce il trattamento peeling chimico?

La sostanza che noi andremo ad applicare avrà un effetto drastico sullo strato corneo, andando a rimuoverlo completamente ed eliminando in questo modo anche lo strato superficiale dei comedoni.

Eliminando questo strato si avrà la possibilità di far penetrare la sostanza più in profondità, quindi si andrà ad aumentare la proliferazione cellulare.

Si andrà anche ad inibire la secrezione sebacea da parte delle ghiandole, in modo da non avere più comedogenesi.

All’interno del derma si ha invece la stimolazione di produzione di collagene o di altre sostanze della matrice cellulare, in base a ciò che utilizzeremo come peeling.

Peeling The Ordinary su Pinterest – The Web Coffee

 

Gli strumenti per il trattamento peeling chimico

In passato questo trattamento era utilizzato solo in caso di patologie della pelle molto evidenti e gravi.

Ora sono state formulate miscele a concentrazioni ideali per poter effettuare un trattamento peeling chimico al viso anche a casa e come trattamento puramente cosmetico levigante ed idratante.

Troveremo scritte delle percentuali in corrispondenza degli acidi contenuti nel peeling: fino a 4-5% avremo un acido con azione principalmente idratante, superiori al 10% invece avremo un acido con azione levigante.

Le sostanze contenute possono essere di varia natura ma, come già detto, saranno tutti acidi.

Possiamo trovare come prima classificazione AHA e BHA, rispettivamente alfa e beta idrossiacidi.

Gli AHA sono sostanze estratte da alimenti di origine vegetale e successivamente poi riprodotte in laboratorio. Comunemente troviamo acido lattico e glicolico che hanno azione rigenerante ed esfoliante sulla pelle.

Tra i BHA invece troviamo sostanze come acido salicilico, sostanza attiva utilizzata per contrastare l’acne.

Altre sostanze rilevanti nel campo dei peeling sono acido piruvico che ha una azione più debole rispetto agli idrossiacidi. Questo però è molto importante per regolare la produzione di sebo.

Trattamento peeling chimico - The web coffee

Trattamento peeling chimico a casa: Come realizzarlo?

Dal momento che il peeling chimico utilizza una soluzione irritante è da sottolineare il fatto che non si possa applicare più di una volta alla settimana.

Si consiglia anche di provare una determinata formulazione prima dell’acquisto. Magari applicandone una piccola quantità sulla mano ed aspettare per vedere che non ci siano irritazioni sulla mano.

Una volta valutato ciò si può procedere. È fondamentale detergere il viso prima di applicare il peeling, per poi procedere all’uso di un prodotto astringente.

Ecco come fare: Applicare il peeling in maniera uniforme sulla pelle, evitando le palpebre e le zone troppo vicine agli occhi. È importante applicarlo in maniera uniforme ai lati del naso e sul mento. Ci si può aiutare anche con un tampone o degli applicatori in silicone.

Lasciate agire la soluzione non più di cinque minuti. Ma attenzione.

Un leggero pizzicore è assolutamente normale. Nel caso in cui doveste provare bruciore intenso o dolore è opportuno invece, rimuovere immediatamente il prodotto dal viso. Evitate di lasciare il peeling chimico fai da te, sulla pelle, per troppo tempo se non volete rirtrovarvi col cute ustionata o irritata.

Una volta concluso il tempo di posa, risciacquare il trattamento peeling chimico ed applicare una soluzione neutralizzante in modo da cercare di ristabilire il pH della pelle.

Trattamento peeling chimico - The web coffee

Cosa applicare dopo un trattamento peeling chimico?

 

Fondamentale dopo un trattamento peeling chimico, è l’idratazione della pelle. Rinforzare il film idrolipidico è importante affinché non ci possano essere infezioni e disidratazione.

L’applicazione del peeling, compromette in maniera intensa la sensibilità cutanea. È quindi opportuno, evitare esposizioni solari subito dopo il trattamento. O, se fatto durante il periodo estivo, è importante applicare una protezione solare con SPF superiore a 30.

Da evitare, anche l’uso dello scrub subito dopo l’esfoliazione.

Prima di ricominciare la normale skin care routine quotidiana dovrete aspettare che la vostra pelle abbia riacquistato il suo aspetto normale.

Pronti a provare un peeling fai da te comodamente da casa? Attenzione però a non ripetere mai il trattamento a distanza di 3-4 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.