Abitudini negative: ecco come romperle definitivamente

Se hai cliccato su questo post, significa che anche tu, almeno una volta, sei stato alle prese con abitudini negative. Come fare per romperle? In questo articolo avrai tutte le risposte ai tuoi dilemmi.

 

abitudini negative- The Web Coffee
                      abitudini negative- The Web Coffee

Fumo, alimentazione ad alto contenuto di grassi e zuccheri, vita sedentaria e mille altri bad habits non sono impossibili da eliminare, se cambiamo il nostro “sistema operativo interiore”, ovvero, il nostro modo di agire.

Ovviamente tutto è piú facile a dirsi che a farsi, perchè cambiare delle abitudini ben radicate nel nostro quotidiano molto spesso non ci è possibile. Oramai le librerie pullulano di libri dal titolo “Come dimagrire in…”, “Smettere di fumare in…”, “Come integrare lo sport in…”, dimenticando forse che non esistono un tempo e un programma standard per tutti.

Se esistesse davvero un metodo miracoloso, non avremmo un nuovo libro ogni mese. E You Tube con i suoi guru non è da meno. Cosa dobbiamo fare?

Abitudini negative: ecco i loro retroscena

Diciamoci la verità: è difficile che una persona inizi a fumare perchè attirata dall’odore della sigaretta. O che qualcuno arrivi a bere dieci caffè al giorno perchè innamorato del gusto amaro. Il piú delle volte si tratta di abitudini prese come “copertura” per sopprimere uno stato d’animo che non vogliamo provare.

La soluzione efficace è partire da una sana introspezione, nella quale porci domande importanti: “Cosa non mi piace della mia vita attualmente?”, “Come posso fare per cambiare?”, e soprattutto: “Questa abitudine mi è davvero d’aiuto?”

In linea di principio, non c’è nulla di male a concedersi qualche vizio ogni tanto. Il problema è quando questi piaceri saltuari diventano abitudine e dipendenza. Partiamo con ordine.

Abitudini: un’arma a doppio taglio

Le abitudini altro non sono che azioni  svolte con una certa regolarità, il piú delle volte in modo inconscio, in quanto il cervello non necessita di prestare attenzione per delle attività che ha già memorizzato nel suo sistema.

E questo non è necessariamente un male, visto che il cervello in sè è un organo molto intelligente che cerca di risparmiare energia il piú possibile, automatizzando molti processi (vedasi l’inconscio).

La memorizzazione di azioni è ovviamente un bene, nel caso in cui queste siano delle azioni positive, che porteranno quindi ad abitudini positive (ad esempio, se siamo abituati ad andare a correre, il nostro cervello non farà alcuna fatica a “farci ricordare di correre”, in quanto è abitudine).

Nel caso di abitudini negative, invece, siamo di fronte ad una sfida: cercare di rendere l’inconscio conscio e di prendere la situazione in mano, a piccoli passi.

Perchè rimaniamo incastrati in abitudini negative

Il piú delle volte ci sentiamo scoraggiati a cambiare perchè vediamo il nostro “punto di arrivo”, ossia la situazione dove idealmente vorremmo essere, troppo lontano.

Dimentichiamo quindi una cosa fondamentale, ossia che il successo è la somma di tanti piccoli sforzi. Mai sottovalutare la potenza di piccole abitudini positive quotidiane. Lo stesso vale per il contrario: se ogni giorno facciamo propria un’abitudine negativa, tutto ciò contribuirà ad un grave danno finale. Ce lo ricorda molto bene lo scrittore James Clear nel suo bestseller internazionale Atomic Habits.

Anche l’impazienza gioca brutti scherzi: se pretendiamo di avere un corpo da paura quando abbiamo iniziato a correre da una settimana, c’è qualcosa che dobbiamo cambiare nel nostro modo di vedere le cose. Una sola parola: perseveranza.

Se concentriamo tutte le nostre forze sull’obiettivo da raggiungere, perdiamo di mira quello che dovrebbe essere il nostro focus primario: come raggiungere quell’obiettivo in primo luogo.

Infatti, non appena avremmo raggiunto l’ambito obiettivo, si presenteranno altri ostacoli da affrontare. Chiamasi vita. Dunque, è bene costruire un sistema stabile.

abitudini negative- The Web Coffee
           abitudini negative- The Web Coffee

Abitudini positive: come costruirle

Avere la giusta impostazione mentale

La prima cosa da fare è armarsi di pazienza e di avere ben chiaro che il cambiamento  che andremo a mettere in atto è quasi una trasformazione a livello di identità, in quanto è mirata a farci cambiare modo di pensare. La motivazione da sola, infatti, non è sufficente.

Cerca di ricompensare ogni piccola conquista che avviene nel tuo quotidiano. Ad esempio, se stai cercando di dimagrire, e per la prima volta non cedi ad una fetta di torta per bere un succo detox, non pensare “Sto cercando di smettere di mangiare dolci”. Non focalizzarti su quello che non vuoi. Prova invece con: “Sto diventando una persona sana”.

Attenzione, però: ricompensati a parole o con abitudini positive. Non cadere nella tentazione di ricompensarti cadendo in un vizio, in quanto in questo stadio del processo sei ancora troppo labile.

Fai questo semplice esercizio

Come detto in precedenza, le abitudini (positive o negative che siano) altro non sono che azioni acquisite dal nostro cervello e automatizzate.

James Clear ci consiglia di prendere un foglio ed una penna, e di scrivere in modo sintetico tutto quello che abbiamo fatto nella giornata, dal momento in cui ci siamo svegliati.

abitudini negative-The Web Coffee
            abitudini negative-The Web Coffee

Scrivere è un ottimo modo per fare introspezione e portare alla luce ciò che nascondiamo o che diamo per scontato.

Ora dovresti avere notato le cose che non vanno nella tua lista. Il prossimo step è quello di sostituirle con abitudini positive. Esempio: se stai cercando di smettere di fumare e subito dopo la voce “colazione” compare “sigaretta”, bisognerà dunque sostituire quella voce.

Trova un’abitudine che ti piaccia

Se vuoi eliminare l’abitudine negativa, è bene cercare un’attività che sia ugualmente piacevole se non di piú. Se fatichi a trovarla, cerca di agganciarla ad un’abitudine già consolidata.

Ad esempio, se sai che devi perdere qualche chilo, dopo la colazione vai in palestra se hai del tempo. Se di solito ti piace leggere mentre mangi, riserva la lettura nel momento in cui sei in palestra, ad esempio sul tapis roulant.

Se invece vuoi uno spuntino, ma sei a dieta, inizia eliminando ogni dolce dalla dispensa, sostituendolo con noci, frutta secca, yoghurt, pronti all’occorrenza.

Trova un’abitudine facile da integrare

Continuiamo con l’esempio del peso forma. Se il tuo obiettivo è avere il perfetto beach body, ma non hai mai corso in vita tua, non puoi iniziare da una maratona. Non spingere eccessivamente all’inizio, perchè ne pagherai gli effetti in futuro.

Poniti piccoli obiettivi giornalieri. Ad esempio, se odi correre e sudare, opta per un workout su You Tube. Troverai di sicuro qualcosa di breve e di divertente da poter svolgere comodamente da casa. Inizia con 10 minuti al giorno.

Coinvolgi i tuoi amici

Un buon modo per integrare le abitudini positive, è quello di legittimarle parlandone con amici. Oltretutto, comunicando le tue nuove abitudini, andrai a comunicare al tempo stesso il tuo nuovo cambio di identità.

“Ho iniziato a correre” è un’ottima alternativa a “Devo mettermi a dieta”, e farà sicuramente scattare l’ammirazione e la simpatia dei tuoi amici, facendogli notare che hai a cuore la tua salute.

Noi ti consigliamo di fare uno step in piú: comunica ai tuoi amici il giorno e l’ora nel quale vuoi andare a correre. Fallo sembrare un invito. In questo modo, viene a crearsi un vincolo verso questa tua nuova abitudine.

abitudini negative- The Web Coffee
             abitudini negative- The Web Coffee

Se invece il tuo ambiente è sbagliato

Se sei parte di un gruppo (famiglia, amici, colleghi di lavoro…) che non giova all’integrazione di buone abitudini, ti consigliamo di staccarti per un po’.

Ad esempio, se tutti i tuoi amici fumano e tu vuoi smettere di fumare, escici di meno per un periodo, o suggerisci attività salutari da fare insieme, quali lo jogging.

Togli il potere alle cattive abitudini

Fumare ti rende davvero piú tranquillo? Grazie al caffè sarai piú sveglio? No, altro non si tratta che di chiacchere. Sarai piú tranquillo se cambi prospettiva sulla situazione, o piú sveglio se dormirai di piú, e/o meglio di notte.

Sappiamo bene che abbandonare le cattive abitudini per quelle nuove sia davvero difficile, ma sii onesto con te stesso: non ti stai davvero perdendo nulla.

E se questo non funziona, pensa alle conseguenze negative che le cattive abitudini portano appresso.

Ricorda che ogni viaggio inizia da un piccolo passo, e che, nel corso del tuo cammino, è normale avere delle ricadute. Questi sono dei consigli che funzionano, ma sei tu che devi trovare il metodo piú adatto per te.

 

 

 

 

 

Views All Time
Views All Time
80
Views Today
Views Today
1

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.