10 modi per essere felice e resiliente nei momenti più brutti

Quante volte, di fronte alle difficoltà della vita, ci sentiamo travolti e stressati? Ci sembra di affondare in un pozzo, ma esistono 10 modi per essere felice e resiliente anche quando tutto ci rema contro.

Come uscire dalla crisi?

Il termine “resilienza” deriva dalla fisica, ed indica la capacità di un materiale di resistere agli urti senza rompersi. In psicologia, indica la capacità di una persona di resistere a periodi di sofferenza senza soccombere alle difficoltà, trasformando gli eventi traumatici in occasioni positive di crescita e cambiamento. Non è una capacità innata, si può apprendere e migliorare. Chi è resiliente non è infallibile né perfetto: è una persona che conosce i propri limiti ma anche i punti di forza, e su questi fa leva per crescere ed affrontare le difficoltà.

10 modi per essere felice e resiliente

10 modi per essere felice--The Web Coffee
10 modi per essere felice–The Web Coffee

Nella vita ci sono cose che sfuggono al nostro controllo: la malattia, la morte, le perdite di qualsiasi tipo, le catastrofi naturali. L’epidemia da Covid-19 ci ha ricordato che nulla è scontato. Gli eventi della vita non dipendono da noi, ma il modo in cui li affrontiamo si. 

Vediamo i 10 modi per essere felice

  1. Cerchiamo di mantenere una visione positiva. Non significa essere ingenui, ma avere un atteggiamento realistico su se stessi e gli altri. Quante volte pensiamo “gli altri riescono ed io no”, oppure viviamo il nostro ambiente sociale come un posto da cui difendersi? Mantenere un atteggiamento costruttivo di fronte ad un problema aiuta a concentrarsi su come superarlo.
  2. Interpretiamo le difficoltà come una sfida. Ogni crisi ci espone a situazioni nuove, e può diventare occasione per metterci in gioco, per tirare fuori la parte migliore di noi.
  3. Concentriamoci sul presente. Rimuginare sul passato aumenta il malessere e la rabbia e non aiuta ad uscire dai problemi. Concentriamoci sul presente, sui possibili modi per uscire al meglio dalla situazione buia; alleniamoci a prestare attenzione agli aspetti positivi delle nostre giornate. Un buon trucco? Scrivere ogni giorno tre o quattro cose positive che ci sono capitate.
  4. Riconosciamo limiti e punti di forza. Accettare i nostri limiti è utile perché ci consente di capire in quali aree possiamo migliorare. Ma è importante riconoscere anche i nostri punti di forza: solo valorizzandoli avremo delle risorse per fronteggiare le difficoltà. Ogni persona ha dei punti di forza.
  5. Accettiamo il fallimento. Nessuno nasce maestro! Possiamo cadere mille volte nel nostro percorso, ma ogni volta possiamo rialzarci ed imparare qualcosa. Non siamo e non dobbiamo essere la fotocopiadi nessuno. La nostra storia è solo nostra, ci accompagnerà tutta la vita e saremo noi a costruirla, giorno per giorno.
  6. Manteniamo abitudini di vita sana. Nei limiti del possibile, sana alimentazione, cura del sonno e attività fisica (anche solo camminare o fare le scale a piedi) aiutano molto: corpo e mente sono collegati. Concediamoci attività piacevoli e rilassanti.
  7. Chiediamo aiuto. Relazioni sociali positive aiutano: possiamo farci sostenere dalla famiglia o dagli amici. Chiediamo aiuto ad un professionista se sentiamo di non farcela da soli. Chiedere aiuto non è umiliante: è dimostrazione di saggezza.
  8. Non possiamo controllare tutto. Molti aspetti della vita esulano dal nostro controllo anche nelle situazioni banali: i rapporti con il partner, i figli, i colleghi di lavoro. Accettarlo significa capire come risparmiare energie ed indirizzarle verso ciò che possiamo controllare. Ricordiamo la “preghiera della serenità” del teologo protestante R. Niebuhr: Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso, e la saggezza per conoscerne la differenza.
  9. Il tempo. Il tempo passa, che lo vogliamo o no. La vita è trasformazione, e l’adattabilità a situazioni che inevitabilmente evolvono nel corso della vita aiuta a reggere positivamente i cambiamenti.
  10. Ogni evoluzione ha due facce. Impariamo dalla natura: arrivano le foglie solo se scompaiono le gemme, ci sono i frutti solo se i fiori scompaiono. Essere resiliente e felice significa sapere che  ogni rinascita comporta una perdita.

Niente dura per sempre

Anche le tragedie più grandi hanno un inizio ed una fine. Ogni persona, con i propri tempi e modi, può attraversare i momenti di fatica e dolore che la vita fa incontrare. Nessun terremoto, reale o simbolico, può mai distruggere definitivamente la vitalità e la creatività di una persona.

 

 Nota bene: questo articolo non sostituisce il parere dello specialista

 

Views All Time
Views All Time
302
Views Today
Views Today
1