Tenet: la luce di un mondo crepuscolare?

Tenet: la luce di un mondo crepuscolare?

Questa recensione su Tenet è stata volutamente rimandata più è più volte dal momento che il film stesso ha subito sin dall’inizio notevoli posticipazioni in distribuzione in Italia.

Ma di cosa parliamo di preciso?

Già nel sentire Christopher Nolan la mente penserà subito ad interstellar come primo film che ha fatto breccia nei cuori anche dei più duri. Dove il genio visionario di Nolan non farà altro che, anche a distanza di “dimensioni” arrivasse un segnale chiaro:il mondo è uno solo, dobbiamo averne cura.

tenet il film - una scena
tenet il film – una scena

Nell’undicesimo film, Christopher Nolan crea un inizio atipico. Ci mette a nostro agio e ci offre un “uscita serale”(come se vedere il suo film non lo fosse): un bellissimo concerto di orchestra classica. Permette addirittura di sederci quel breve che subito la situazione viene a dir poco stravolta. Dove prima gli  strumenti si accordavano, “parallelamente”, delle armi si caricavano.

Due sinfonie che prendono il sopravvento dentro l’opera e che destabilizza lo spettatore nell’audio ma in tutto questo rumore c’è chi fuori fa un solista:”il protagonista”. John David Washington sarà “il protagonista” di tutto il film.Un solista che dimostrerà doti innate in tutto il film. Capace di creare un piano nel futuro incerto applicato nel passato errante per permettere di avere un presente sicuro.

Tenet, dalla regia di Christopher Nolan, il thriller che si evolve di minuto in minuto

Christopher Nolan in Tenet giocherà molto sulla fisica (come in tutti i suoi film d’altronde) come l’entropia o “il paradosso del nonno” che daranno ampio spazio nel poter muoversi sia nel tempo che geograficamente parlando:ci ritroveremo da Kiev che sarà il nostro “lasciapassare” per questo viaggio

[Quello che posso darti è una parola: Tenet. Aprirà le porte giuste e anche alcune sbagliate. Usala con cautela.].

Un viaggio che faremo di notte nel “cuore” dell’India e ripartire a nostra volta ad Amalfi. Raggiungeremo posti nuovi ogni volta in giro per il mondo per poi ripetere questo viaggio in inverso nel tempo e ritornare agli inizi di dove tutto è iniziato, il tutto sempre vestiti elegantemente in qualsiasi occasione.

Sì perché, Christopher Nolan ha rispettato sempre l’idea buttando anche una filosofia nuova che contrasta quella della pandemia:dove il pigiama o la tuta rappresenta la sconfitta di un modo lavorativo, la giacca e cravatta sarà d’obbligo in un mondo “crepuscolare” del post covid. Infatti noterete anche nel film che gli abiti indossati saranno sempre “abiti” e nulla di più.

Non vedremo mai un orologio che con un pulsante spara dardi soporiferi o il blazer è ignifugo o antiproiettile. È anche questa una parte della “filosofia dell’abito”.

[Nolan è un fan di James bond ed infatti si è trattenuto nel vedere qualsivoglia parte di qualsiasi film suo appunto per evitare eventuali errori che si sarebbero poi ripercossi sul film].

Un film unico, nato solo dal suo genio. Non esiste nessun altro film con una storia come tenet, o forse ci sarà ma solo nel futuro.

Un viaggio che si crea da un’altro viaggio d’amore in Vietnam,culla della nostra “fine” sin dall’inizio dove lì, quel mondo sarebbe finito per mano di un uomo: Andrei sator.

Un uomo in comunicazione dal futuro grazie ad un camera che gli permetterà di invertersi nel tempo, un algoritmo(inventato da una scienziata che poi si suciderà per evitare di ripetersi nel ricrearlo) per tenere in pugno il mondo, un tumore al pancreas che farà da timer per questo film.

 

Tenet, il film di Christopher Nolan
Tenet, il film di Christopher Nolan

Neil: A che ti servo?

Il Protagonista: Vuoi saperlo davvero?

Un film che diventerà una pietra miliare?

Tenet è un film particolare, dove si basa principalmente su una fisica credibile dove fa punto cardine l’entropia o seconda legge della termodinamica dove enuncia appunto che ogni oggetto tende al disordine. Una precisazione va assolutamente fatta: tenet non si basa sul erroneo viaggio nel tempo, bensì sul principio di poter invertire l’entropia e quindi invertire il flusso di quest’ultimo anche per raggiungere tempi passati lontani anche decenni.

Quindi per poter tornare dieci giorni prima, devono trascorrere dieci giorni in avanti e poi invertire il flusso per tornare in quel specifico evento. Infatti questo principio lo ritroveremo in qualsiasi parte vorremo noi dare uno sguardo, anche quando sono state girate le scene dove per esempio Kenneth Branagh lesse il suo copione molte volte e in alcune parti doveva anche recitare al contrario con accento russo[lui è irlandese] paragonandolo al finire il cruciverba del “Times” ogni giorno. Uno sforzo non indifferente ma che piazza tutto il cast su un’altro livello. O anche quando le macchine da presa sono state smontate, migliorate, e rimontare per poter permettere di riprendere anche nei movimenti inversi delle scene così da creare una pellicola unica.

“Dobbiamo tornare indietro di una settimana, puoi riuscirci? “

Potevamo anche “non vederlo” questo film…

Cosa significa ciò? Questo film è nato in un momento non tanto proficuo e girato intorno al mondo. Il covid ha creato non poche problematiche nella produzione partendo sia dal titolo che voleva essere le due “T” della parola tenet ed invertite,creando però un noto marchio di bici[Sì opto quindi di adottare il titolo che vediamo adesso] .

La colonna sonora fu messa a dura prova poiché le restrizioni erano tali da non permettere un unione di tutti gli elementi e si raggiunge così un compromesso abbastanza singolare:vennero create dai musicisti tante registrazioni per poi poter unire tutti questi pezzi e permettendo la creazione della colonna sonora di tutto il film. I casting furono abbastanza estenuanti per Robert Pattinson dove ebbe un massiccio crollo di zuccheri nel sangue ed infatti dopo tre ore di lettura nel copione chiese al produttore se potesse prendere quella cioccolata dietro di lui. Nolan finì subito l’incontro così che Robert crebbe nel non aver preso la parte.

 

Avete già visto questo film? Quale è stata la vostra opinione?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.