La ricerca dell’anima gemella: esiste per davvero?

La ricerca dell’anima gemella: esiste per davvero?

La ricerca dell’anima gemella: esiste per davvero?

Che cos’è un’anima gemella? L’anima gemella è quella persona con la quale si crea un rapporto così profondo, con la quale siamo legati da un’affinità spirituale e sentimentale così profonda da poter essere scambiata come un segno del destino che ci fa pensare che fossimo predestinati ad amare proprio quella persona.

Tutti almeno una volta nella nostra vita ci siamo chiesti se esistesse veramente un’anima gemella. La nostra anima gemella, quella adatta a noi, che comprende i nostri umori, quella persona con cui le cose funzionano benissimo, e se non funzionano, si cerca di trovare un compromesso, di venirsi incontro. La persona con la quale possiamo essere ciò che siamo realmente, senza filtri, e senza porsi alcun limite.

Ma pare che trovarla sia molto difficile. O almeno, è ciò che pensa il 50% della popolazione mondiale rappresentata dalle donne. Di fatti, non appena ognuno di noi inizia a frequentare una nuova persona, ci chiediamo se sarà la nostra anima gemella, se sarà la persona giusta, con la quale passeremo il resto della nostra vita insieme, la “perfetta metà“, come la descrisse Platone nel “Simposio“.

Il mito dell’anima gemella

Avete mai sentito parlare del mito di Aristofane, descritto da Platone? Molti probabilmente lo conosceranno per averlo studiato alle scuole superiori. L’amato filosofo e scrittore greco antico Platone, nel suo “Simposio” racconta di un mondo abitato da esseri originari provviste di quattro gambe e quattro braccia. Essi vivevano in un mondo pieno di felicità, amore, completa armonia e tranquillità. Fino a quando non arrivò Zeus.

Zeus, re degli dei, decise di punire gli esseri infliggendo loro una punizione corporea che li avrebbe accompagnati per il resto della loro esistenza. Decise di punirli tagliandoli in due. Quindi diventarono due persone con due braccia e due gambe ad essere. Come se non bastasse, Zeus li condannò a cercare per il resto della loro vita le loro rispettive metà. Platone, così facendo, cercò di spiegare quella sensazione di vuoto, di smarrimento, di quasi rivendicazione, che l’uomo prova, e che grazie a questo, si spinge a ricercare continuamente “l’ altra metà della mela” per poter essere veramente felice.

Anima gemella
Fonte: Pinterest

Come fare allora per trovare la nostra anima gemella?

Il mito di Aristofane,di cui vi ho parlato poco fa, ci parla di un’amore quasi utopistico a mio avviso. Un modello d’amore che ti porta a scavare, a penetrare, in ogni lato e angolo del mondo, facendoti credere che al di fuori di casa tua, nel mondo, esista una persona “meravigliosamente perfetta” che ti sta aspettando. Quella persona così perfetta che è capace di colmare il vostro vuoto interiore, o magari risolvere i vostri problemi. Credo che sia palese che questa sia solamente una idealizzazione di un’amore irrealistico, inesistente, ma a cui purtroppo, molti credono.

Anima gemella
Fonte: Pixabay

Molti credono ad un’amore come questo poiché, in fin dei conti, è l’amore che ci viene proposto fin da quando siamo piccoli. Chi non è cresciuto a pane, Nutella e film Disney? E’ il classico amore che ti viene presentato, a cui un po’ tutti alla fine crediamo e speriamo di incontrare prima o poi, ma che poi così tanto perfetto non è. Ma sì ragazzi, è così. Non prendiamoci in giro.  L’amore è altro. L’amore non è perfetto, ma si migliora giorno dopo giorno. Insieme alla persona che abbiamo accanto.

Basta cercare l’anima gemella. Arriverà.

Come trovarla? Basta smettere di cercarla quasi “ossessivamente” ogni giorno della nostra vita, ma semplicemente aspettare che essa arrivi, quando meno ce l’aspettiamo. Perché arriverà, fidatevi, arriverà. Come dice il saggio Platone, ognuno di noi ha la sua metà alla ricerca, ma nel frattempo, non struggiamoci, non abbattiamoci se non l’abbiamo ancora trovata.

E quando arriverà? Quando arriverà ci vorrà poco per capire che è la persona giusta. Che la persona che avete incontrato è la vostra anima gemella. La persona che stavate aspettando da sempre. Quella persona con la quale avvertirete fin da subito un’affinità immediata, profonda, mai provata con nessun altro, come se vi conosceste da sempre.

 

Anima gemella
Fonte: Pixabay

 

Se avrete davanti a voi la vostra anima gemella sarà facile costruire con egli un rapporto alla base della fiducia e della sincerità, elementi basilari per una sana e duratura relazione. Si costruirà un rapporto fatto di sintonia, di complicità, un rapporto dove basterà guardarvi con un solo sguardo per comprendere ciò che l’altro avrà da dirvi. Avrete piacere a stare insieme al partner, passare del tempo insieme e condividere le vostre passioni, ma senza che essa diventi una dipendenza o si trasformi in un attaccamento morboso. L’anima gemella sarà colei/colui il quale ti spronerà ad uscire dalla tua “comfort zone” e ti aiuterà a spiccare il volo, a migliorarti, a crescere.

Cita un poeta a me caro, Pablo Neruda nella poesia “Se saprai starmi vicino”:

“Se saprai starmi vicino
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
e il tuo corpo canterà con il mio
perché insieme è gioia.

Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.”

Se la vostra anima gemella saprà aspettarvi, allora non avrete perso tempo, ma ne avrete guadagnato.

Pubblicato da Chiara

Studentessa di 21 anni di Sociologia e Criminologia all'Università di Chieti. Simpatica, avventuriera ed estroversa. Modenese d'origine, ma salentina nel sangue. Amo mangiare e scoprire gusti nuovi, ma sopratutto adoro stare in mezzo alla natura e godermi ciò che di più bello ha da regalarmi. Sono un inguaribile romantica e innamorata della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.