Aree naturali protette: un patrimonio da tutelare e difendere

martysmith89

Aree naturali protette: il futuro del nostro pianeta dipende dalle nostre scelte. In questi mesi in cui tutto il mondo si è trovato a combattere contro il Coronavirus, in cui siamo stati costretti per lungo tempo a “restare a casa”, chiudendo negozi e fabbriche, la natura si è ripresa lentamente i suoi spazi, mostrandosi in tutta la sua meravigliosa bellezza: delfini che saltavano felici, in un mare mai stato così limpido, animali selvatici che simpaticamente percorrevano le strade sgombre da macchine.

aree naturali protette

Immagini che hanno mostrato un lato inedito del nostro pianeta, riportando alla luce tematiche importanti, come quello della tutela dell’ambiente e in particolare delle aree naturali protette.

Cosa sono le “aree naturali protette”?

Nell’ambito delle scienze ambientali, per  “aree naturali protette” s’intendono aree naturali, istituite mediante leggi apposite a livello nazionale o regionali da istituzioni pubbliche o da privati, quali istituti di ricerca o beneficenza, con la funzione di preservare l’equilibrio ambientale di un determinato luogo, aumentandone o mantenendone l’integrità e la biodiversità.

Le aree naturali protette in Italia

Attualmente in Italia sono presenti 871 aree naturali protette, la cui estensione totale supera i 3 milioni di ettari tutelati a terra, circa 2.850mila ettari a mare e 658 chilometri di costa, suddivise, secondo la legge 394/91 in:

  • parchi nazionali
  • aree marine protette
  • riserve naturali statali
  • aree naturali protette nazionali marine
  • parchi naturali regionali
  • riserve naturali regionali
  • aree naturali protette regionali

Aree naturali protette in Italia: le 5 più belle tra terra e mare

Parco nazionale del Gran Paradiso

Italia

Istituito nel 1922, è considerato una delle aree naturali protette più antiche d’Italia, nata allo scopo di preservare quella che è considerata la specie animale divenuto simbolo del Parco, lo stambecco.

Situato a cavallo delle regioni Valle d’Aosta e Piemonte, attorno al massiccio montuoso da cui prende il nome, il Parco Nazionale del Gran Sasso consta di cinque vallate concentriche all’interno delle quali è possibile riscoprire i tipici ambienti alpini, con ghiacciai, rocce, boschi di larici ed abeti.

Parco nazionale dello Stelvio

Italia

Parco montano d’alta quota, collocato nel cuore delle Alpi Centrali, il Parco Nazionale dello Stelvio rappresenta la seconda area protetta più antica d’Italia, con la sua ricchezza in termini sia di flora, nonostante le condizioni climatiche caratteristiche del luogo (diverse, infatti, sono le specie vegetali presenti nell’area capaci di sopravvivere ad oltre i 3.000 m di quota), che di fauna, nella quale grandi rapaci (aquila reale e gipeto), le ricche popolazioni di ungulati (soprattutto cervo e stambecco) e la presenza di molte specie tipiche degli habitat montani (galliformi alpini, marmotta, lepre bianca, ermellino, ecc.).

Parco nazionale delle Cinque Terre

Italia

Questa vasta area marina protetta, in provincia di La Spezia, non s’estende solo per le Cinque Terre (Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore) ma anche in parte dei comuni di Levanto e della stessa La Spezia.

Patrimonio UNESCO dal 1999 per i suoi paesaggi a picco su un mare cristallino, tra i quali si snodano piccoli borghi alternati a terrazzamenti coltivati a picco sul mare e distese di flora mediterranea (dai pini marittimi ai pini di Aleppo, passando sugheri e castagni) dove trovano rifugio diversi uccelli (gabbiano reale, falco pellegrino corvo imperiale) e mammiferi (ghiro, donnola, talpa, tasso, faina, volpe e cinghiale)

Parco Nazionale d’Abruzzo

Coi suoi 24 borghi, ricchi di storia e tradizione immersi nella natura incontaminata, il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è una delle aree naturali protette più conosciute dell’Italia Centrale, nonché uno dei parchi nazionali più antichi d’Italia.

Un rifugio naturale dall’atmosfera quasi magica, nato principalmente per proteggere i grandi mammiferi, tra i quali spiccano quelli che rappresentano i veri simboli del Parco: l’orso marsicano e il lupo appenninico.

Parco Nazionale del Circeo

Italia
Fonte: Roma dei Bambini

Il Parco Nazionale del Circeo rappresenta uno dei migliori esempi di biodiversità in Italia: quest’area naturale protetta, che deve il suo nome all’omonimo promontorio che si affaccia sulle acque cristalline del mar Tirreno. Un’area che racchiude al suo interno diverse riserve naturali, e dove si alternano la macchia mediterranea della “Selva di Terracina“, le zone umide (rifugio per diversi di uccelli acquatici), piccole isole, come quella di Zannone, nota per i suoi boschi secolari di lecci e querce

Views All Time
Views All Time
88
Views Today
Views Today
2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Turismo verde: le 4 mete più suggestive

Facebook Twitter LinkedIn Il turismo verde sta prendendo sempre più piede, soprattutto tra i giovani, portando un sostanzioso aiuto all’economia del Paese e all’ambiente che, come ormai è noto, da troppo tempo è alquanto bistrattato. Nato inizialmente come un fenomeno legato semplicemente alla natura e al godimento di essa, ad […]
turismo verde

Subscribe US Now