Il programma E.A.S.Y. aiuta a vivere meglio l’arrivo di un figlio

alessio silo

E.A.S.Y. il programma che è un toccasana  all’arrivo di un figlio. Vediamo nello specifico di che si tratta e come può essere utile nei primi giorni di vita del bambino.

Spesso le neo-mamme si trovano in perenne difficoltà nei primi giorni di accudimento dei propri figli, poiché l’arrivo di un bambino all’interno di una famiglia è sempre un evento tanto desiderato quanto sconvolgente. E allora, come accudire i vostri figli?

Una madre che ritorna a casa con il suo bambino deve mettere le lenzuola nella culla, preparare il fasciatoio, tenere pronti i primi vestitini, riempire frigo e freezer per assicurarsi di avere una buona dose di scorte di cibo. Può incominciare a dialogare con il suo bambino mostrandogli la nuova casa ed è necessario limitare le visite nei primi giorni da parte di parenti e conoscenti.

Inoltre, la neo-mamma dovrà essere pronta a fargli il primo bagnetto, allattarlo, fissare le priorità ed eseguire ogni azione con la dovuta calma, e dovrebbe permettersi di fare un riposino. In un’abitazione c’è anche la possibilità che un animale domestico si avvicini al neonato; in questi casi mai lasciarlo solo con cani e gatti nei primi giorni di vita, poiché i peli del gatto possono causargli una reazione allergica e i cani non amano le invasioni brusche degli estranei (detto ciò non vuol dire che gli animali domestici ben addestrati siano da evitare; anzi, sono un vero toccasana per la felicità dei bambini!).

Queste sono delle buone direttive su come prepararsi all’arrivo di un bambino e su come accudire i vostri figli.

Il vero amore tra madre e bambino avviene con il passare del tempo

Come accudire i vostri figli? La puericultrice Tracy Hogg, fondatrice della “Baby Technique” (1997), affermò che ogni bambino merita rispetto, proprio come gli adulti: rispettare i loro spazi e il loro “essere nel mondo”. Bisogna saper parlare con il proprio bambino, anche se non sarà capace di rispondere, saperlo ascoltare e soddisfare i suoi bisogni, poiché il vero amore tra madre e bambino avviene con il passare del tempo.

E.A.S.Y. Fonte: Federica Maria Gioia

Il programma E.A.S.Y. che accontenta tutti

Il programma E.A.S.Y., acronimo di Eating-Activity-Sleep-You, ideato dalla Dott.ssa Hogg, spiega come accudire i vostri figli. Sin dal primo giorno di vita del bambino, bisognerà seguire un ordine preciso

  • Mangiare/Eating (es. allattamento): 25-40 minuti;
  • Fare attività/Activity (es. fare il bagnetto, cambiare il pannolino): 45 minuti;
  • Dormire/Sleep (1-2 ore): 15 minuti per addormentarsi;
  • Prendersi cura di sé/You: 1 ora circa per la madre (mentre il bambino dorme).

Secondo questo programma, se seguito alla lettera, si possono trarre diversi vantaggi nella relazione madre-bambino:

  • scaletta ben struttura di 2-3 ore che comprende momenti liberi sia per il bambino che per la mamma;
  • i genitori fissano un ritmo che per il bambino diventa prevedibile, sapendo cosa aspettarsi;
  • i genitori comprendono meglio i bisogni del bambino, e sanno cosa aspettarsi dal suo pianto;
  • i genitori possono permettersi di pianificare la loro vita;
  • i genitori diventano più fiduciosi nelle proprie capacità perché comprendono cosa vuole il bambino.

Programma E.A.S.Y.

A differenza di altri sistemi  “a richiesta”, i quali sono imprevedibili (il bambino che detta la legge, e non sono i genitori a farlo), assecondano qualsiasi richiesta del bambino, c’è l’incapacità dei genitori di comprendere il bambino (es. il pianto viene scambiato soltanto per fame) e di sentirsi confusi, non avendo una vita propria a causa delle cure “sbagliate” nei confronti del proprio bambino.

Pertanto, il programma E.A.S.Y. è uno dei metodi più utilizzati ed efficienti su come accudire i vostri figli. Essi hanno bisogno di un programma quotidiano da seguire tanto quanto gli adulti. E.A.S.Y. aiuta il vostro bambino all’ordine naturale delle cose (pappa, gioco, nanna), dà un senso di sicurezza a tutta la famiglia e dona una base solida (ma flessibile) al vostro bambino. Ed eccovi descritto in poche parole un programma “easy” su come accudire i vostri figli nel migliore dei modi, poiché la felicità dei vostri figli dipende anche dai genitori.

 

 

Views All Time
Views All Time
93
Views Today
Views Today
1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Jennifer Aniston parla del matrimonio con Brad Pitt: ci volevano perfetti e noi non lo eravamo

Facebook Twitter LinkedIn Quando la relazione tra Brad Pitt e Jennifer Aniston è diventata pubblica, tra fine anni 90 e inizio anni 2000, il mondo è impazzito: lei la star di Friends, la fidanzatina d’America, lui Brad Pitt l’attore bello e desiderato da milioni di donne. Una coppia del genere […]

Subscribe US Now