La mia ricetta dei maccheroncini al primitivo con datterini

Anna

Ciao a tutti cari lettori!

Finalmente cominciano le ferie! Non vedevo l’ora di staccare un po’ dopo questi mesi particolari. Io non ho mai smesso di lavorare dato che ho avuto la possibilità di fare smart working, ma evadere dalla routine che si stava creando è quello che mi serve dopo molto tempo trascorso a casa.

Ieri ero così carica di energie dopo il lavoro che ho preparato della pasta fresca per la ricetta che voglio proporvi oggi: maccheroncini al primitivo con datterini.

È un piatto molto semplice ma saporito e, se ne siete amanti come me, i maccheronici al primitivo sono tipici pugliesi e si accostano a moltissime ricette. Vediamo assieme tutti i passaggi per prepararli.

La mia ricetta dei maccheroncini al primitivo con datterini

Vino Primitivo

La mia ricetta dei maccheroncini a primitivo con datterini

Preparazione: 30 minuti

Cottura: 10 minuti

Difficoltà: Media

Costo: Basso

Dosi: circa 4 persone

Ingredienti per la mia ricetta dei maccheroncini a primitivo con datterini

Per i maccheroncini:

  • 100 ml vino Primitivo (o rosso)
  • 350 g semola di grano duro
  • 50 g farina 00
  • 3 tuorli
  • Sale q.b.

Per il condimento:

  • 200 g di pomodorini datterini
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione della mia ricetta dei maccheroncini a primitivo con datterini

Partiamo dalla preparazione dei nostri maccheroncini.

Su di una spianatoia o, se ne siete sprovvisti, potete utilizzare una ciotola ampia, impastiamo a mano le due farine insieme ai tuorli e al vino. Aggiungete un pizzico di sale e impastate per circa 5 minuti o finché non otterrete un panetto bello liscio, compatto e omogeneo. Mi raccomando, non ci devono essere grumi.

Avvolgiamo l’impasto in una pellicola per alimenti e facciamolo riposare per circa mezz’ora.

Una volta trascorso questo tempo, infariniamo il piano di lavoro e prendiamo una parte di impasto per procedere a creare i nostri maccheronici. Ricordiamoci che l’impasto deve sempre risultare bello sodo altrimenti va lavorato ancora.

Normalmente si utilizza un ferro per maglie, ma in alternativa come nel mio caso possiamo ripiegare su quei stuzzicadenti giganti che si utilizzano per fare gli spiedini.

Prendiamo una parte di impasto e, con l’aiuto delle mani, cercate di formare dei lunghi cilindri grossi, poi tagliateli a pezzi di circa 5 cm. Appoggiare sopra il cilindretto di pasta il bastoncino e premete leggermente in modo che questo penetri quasi completamente nella pasta. Appoggiare sopra il palmo della mano esercitando una leggera pressione e rullare prima in avanti poi indietro il maccherone sul bastoncino. Sfilate delicatamente il maccherone ottenuto e metterlo sopra un vassoio coperto da un panno pulito e infarinato, facendo attenzione a sistemarlo senza rovinarne la forma. Procedete nello stesso modo per tutta la quantità dell’impasto e ricordatevi di infarinare spesso il bastoncino che utilizzate per creare la forma per vostro maccheroncino per non rischiare che si attacchi.

Sicuramente non è una preparazione nè semplice nè veloce se non si è pratici, ma vedrete che ne varrà la pena una volta visto il vostro risultato.

Mentre io nostri maccheroni “riposano”, possiamo mettere sul fuoco una pentola con dell’acqua da portare a bollore per poi cuocerli. Inoltre, in una padella, possiamo dedicarci al nostro condimento ai datterini.

La mia ricetta dei maccheroncini al primitivo con datterini

Pomodoro datterino

Far soffriggere dell’olio extravergine di oliva insieme a uno spicchio d’aglio qualche minuto e, nel frattempo, tagliamo a metà (a me piace che si senta il pomodoro ma il taglio è a completo piacimento) i nostri pomodorini. Pronto l’olio possiamo tuffarceli dentro e farli spadellare per circa 5-10 minuti. Non devono sfaldarsi, quindi attenzione a non cuocerli troppo. Pronti i nostri pomodorini possiamo spegnere il fuoco e lasciare a disposizione la padella: ci servirà per saltare la nostra pasta.

L’acqua bolle e i maccheroncini possono essere cotti. Ci impiegheranno al massimo 5 minuti a venire pian piano a galla e possono essere scolati con una schiumarola e portati direttamente nella padella con il condimento.

Facciamoli mantecare per qualche minuti in modo che tutti i sapori si leghino tra loro e sentirete dal profumo quando saranno perfetti.

Il tutto è pronto per essere impiattato e servito! Buon appetito!

La mia ricetta dei maccheroncini al primitivo con datterini

La mia ricetta dei maccheroncini al primitivo con datterini

Foto di Annamaria Benvenuti

Curiosità sui maccheroncini fatti in casa

Ricordatevi l’importanza di utilizzare la farina di grano duro per creare questo tipo di formato di pasta.

Se non desiderate creare la pasta al vino, potete sostituirlo con dell’acqua tiepida e proseguire come indicato sopra con la ricetta. Va lavorata fino al completo assorbimento di acqua e farina, anche a lungo se necessario. Il panetto che otterrete ha bisogno di tanta manualità e pazienza per raggiungere la giusta elasticità dell’impasto.

Views All Time
Views All Time
81
Views Today
Views Today
1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Maschera viso magnetica: la bellezza si "attrae"

Facebook Twitter LinkedIn Dalle più classiche al collagene o all’acido ialuronico, che aiutano a contrastare i primi segni dell’età che avanza, a quelle innovative a base di frutta o ad ingredienti tanto insoliti quanto straordinariamente efficaci, come il tea tree oil o l’acerola: insomma, le maschere viso sono diventate un […]

Subscribe US Now