Omotransfobia: testo di legge e opposizione

Giulia

A fine giugno il deputato del PD Alessandro Zan ha proposto alla Camera, in commissione Giustizia, un testo di legge contro l’omotransfobia iniziato a ottobre del 2019 e in cui hanno operato diversi partiti, in seguito non solo alle minacce omofobe che si trova a subire in prima persona, ma anche dopo aver letto i dati ISTAT che nel 2011 ha dimostrato l’esistenza di una discriminazione nei confronti di persone che amano altre persone del loro stesso sesso.

«E’ un testo molto avanzato che interviene su un tema in cui l’Italia è molto indietro. Sarà una dura battaglia che avrà forti resistenze da parte di associazioni e movimenti integralisti. Ma è una legge di civiltà e questa volta, dopo cinque tentativi andati a vuoto, dobbiamo farcela».

Alessandro Zan

Testo di legge contro l’omotransfobia

omotransfobia-legge
Fonte: pexels

Il testo di legge contro l’omotransfobia è legato alla legge 25 giugno 1993 n.205 meglio conosciuta come legge Mancino che condanna “fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi“.

Alessandro Zan, aggiunge a questa legge contro l’odio altri dati “fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere“.

Si istituisce anche come giornata nazione contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia il 17 maggio.

«Contrasta i crimini di odio nei confronti delle persone omosessuali e transessuali ma anche contro le donne. Infatti è una legge che combatte non solo l’omotransfobia ma anche la misoginia, accogliendo diverse risoluzioni europee e in particolare una direttiva Ue del 2012 che chiedeva agli Stati di intervenire per tutelare in modo rafforzato i soggetti più vulnerabili, vittime di discorsi d’odio e istigazione alla violenza».

Alessandro Zan

Infine, si ribadisce – come aveva già affermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la giornata mondiale contro l’omotransfobia – che le vittime che denunciano violenze, a prescindere da quale sia il loro sesso e il loro orientamento sessuale, meritano una “tutela rafforzata”.

omotransfobia-legge
Fonte: pexels

Legge contro l’omotransfobia: cosa ne pensano  l’opposizione e i social

Dopo aver dato il suo sostegno alla collega leghista che elimina l’aborto farmacologico e dopo aver proposto la legge contro i siti pornografici, Simone Pillon, sostenitore della famiglia tradizionale, ha fatto sapere la sua riguardo questa legge contro l’odio:

«Con questa legge i genitori non potranno rifiutare una baby sitter transgender o la propaganda delle drag queen nelle scuole dei loro figli. Nessuno potrà opporsi all’utero in affitto. Sarà considerata discriminazione opporsi al matrimonio o all’adozione gay.»

Simone Pillon

Il presidente e il vicepresidente di Pro Vita e Famiglia Onlus, Toni BrandiJacopo Coghe, invece dicono che «La teoria del gender diventerà legge e i bambini saranno obbligati a festeggiare l’identità transgender già dall’asilo, questo succederà in ogni scuola di ordine e grado.»

Massimo Gandolfini, leader del Family Day, afferma che questa legge

«Istituisce, ma non definisce, il reato di omotransfobia lasciando alla magistratura amplissimi margini di interpretazione che rischiano di colpire la libera espressione del pensiero; menziona una controversa identità di genere – contestata anche dalle femministe – che basandosi sull’auto-percezione può comprende oltre 50 definizioni.»

Sui vari social, fanno presente che la legge è contro l’omofobia, contro la misoginia, più in generale, contro l’odio, per cui non si dovrebbe avere alcun problema nell’accettarla e, soprattutto, nel considerarla corretta e un passo avanti verso uguaglianza e libertà.

Io davvero non capisco perché a qualcuno dovrebbe importare se viene varata una nuova legge contro gli insulti, le minacce e le aggressioni fisiche e verbali ai danni di altre persone. Se una cosa del genere ti da fastidio è perché hai la coscienza sporca, punto.“, scrive un utente su Twitter.

Views All Time
Views All Time
200
Views Today
Views Today
2
Next Post

Matteo Salvini: legge contro l'eterofobia?

Facebook Twitter LinkedIn Qualche giorno fa il parlamentare del PD Alessandro Zan ha proposto una legge contro l’omotransfobia, per vedere tutti i cittadini sullo stesso piano e cercare di eliminare l’odio che, sfortunatamente, ancora calpesta le strade italiane. Tuttavia, il leader della Lega, non lo trova giusto e propone una […]
eterofobia-matteo-salvini

Subscribe US Now