Non li rivedrai mai più: e poi strangola i due gemelli

Silvana Uber

Margno (Lecco), 30 giugno 2020. Un pomeriggio di sole. Una corsa spensierata nel cortile di casa, uno sguardo felice verso le montagne della Valsassina, lo scatto di una fotografia di famiglia, testimone di una vacanza che si è trasformata in un duplice omicidio.

Elena e Diego, due gemelli di 12 anni, non avevano alcuna colpa… ma avevano un padre: il loro carnefice

Mario Bressi, impiegato di 45 anni, era molto conosciuto a Margno, dove tutti gli anni si recava presso la propria casa di villeggiatura situata nel condominio “Il castagno”. E conosciuti erano anche la moglie, Daniela Fumagalli, e i due figli Elena e Diego. Una famiglia normale che però si stava separando.

La donna infatti si era rivolta da poco all’avvocato Davide Colombo di Milano per avviare le pratiche del divorzio, e sembrerebbe proprio questo il motivo che ha creato una frattura, invisibile ma devastante, nelle certezze di Mario Bressi.

Vivevano ancora insieme e dalle prime indagini non sembravano esserci particolari attriti nella coppia. Eppure quella frattura si è allargata nella mente di Mario Brassi, fino a stravolgere completamente la visione che aveva della moglie e di ciò che chiamava famiglia.

Fino a spingerlo a provare un rancore che era stato abile a nascondere alla moglie e ai loro conoscenti, e ad alimentare una sete di vendetta che ha placato compiendo un gesto tanto estremo quanto ingiustificato.

Mario Bressi - omicidio ei 2 gemelli a Margno
Mario Bressi – omicidio dei 2 gemelli a Margno

“Non li rivedrai mai più, resterai sola, è solo colpa tua”. E’ questo l’ultimo messaggio inviato alla moglie prima di avvicinarsi ai propri figli gemelli e ucciderli

Subito dopo aver ricevuto quel messaggio, la donna si è recata a Margno, trovando i corpi esanimi dei due gemelli. Le sue urla sono riecheggiate nelle scale del condominio, fino a tutto il paese: “non si svegliano, non si svegliano”. Urla che si sono mescolate alle lacrime dei volontari della Croce Rossa che sono accorsi subito dopo l’allarme scattato verso le 9.

I primi dettagli agghiaccianti dell’omicidio dei due gemelli

L’autopsia, eseguita all’ospedale Manzoni dall’anatomopatologo Paolo Tricomi su incarico della Procura di Lecco, ha confermato che la morte è stata causata da uno strangolamento a mani nude. Un gesto premeditato, fatto apparentemente per una ripicca verso la moglie.

Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che il padre abbia strangolato i gemelli durante la prime ore della notte, cogliendoli nel sonno, avvinghiando le sue grosse mani attorno ai loro esili colli e stringendo fino al loro ultimo respiro. Bisognerà attendere gli esiti degli esami tossicologici per capire se, spinto da un possibile senso di colpa, il padre li abbia prima sedati. La bambina sembra che avesse sulle braccia segni di contenzione, non presenti invece sul bambino.

A giudicare dai rimasugli di cibo trovati nello stomaco dei bambini, il padre deve averli messi a letto subito dopo cena per poi attendere qualche ora e ucciderli.

In seguito avrebbe inviato il terribile messaggio alla moglie, gettato i cellulari dei figli nella campana del vetro sul piazzale della funivia vicino casa, per poi recarsi sul ponte della Vittoria a Cremeno e gettarsi da una altezza di 95 metri.

Lo smartphone dell’uomo ancora non si trova. I carabinieri lo stanno ancora cercando per effettuare una perizia – attualmente hanno comunque accesso al pc- che possa confermare o smentire se l’omicidio sia stato premeditato minuziosamente o se dettato da un momento di raptus.

3 morti inspiegabili, assurde, che hanno distrutto il futuro di due gemelli di appena 12 anni, lasciando alla madre un futuro ancor più devastato.

Di loro rimane una sola foto, scattata a seguito di una gita effettuata nei pressi di Margno a poche ore dall’omicidio, postata sul profilo Instragram di Mario Bressi quando i figli erano già morti, accompagnati da una frase che fa capire quanto grande fosse la frattura tra moglie e marito: “con i miei ragazzi, sempre insieme.”

omicidio a Margno - Elena e Luca i 2 gemelli uccisi da Mario Bressi
omicidio a Margno – Elena e Luca i 2 gemelli uccisi da Mario Bressi

 

 

Views All Time
Views All Time
228
Views Today
Views Today
3
Next Post

Un libro, sole e relax: Le nuove uscite di Luglio 2020

Facebook Twitter LinkedIn Il mese di luglio è finalmente arrivato: gli esami finiscono, la scuola è chiusa e le belle giornate estive ci invitano ad uscire, a prenderci una pausa dal quotidiano e dalla vita domestica per rilassarci, in montagna, in campeggio o in riva al mare. E quale miglior […]
libro

Subscribe US Now