5G: cos’è e come funziona, tra verità e fake news

Martina Zennaro

Il 5G è uno degli argomenti più chiacchierati sul web nell’ultimo periodo. Finito al centro di numerose polemiche, balzato di sito in sito e di utente in utente, tante sono le informazioni e le dicerie che sono state divulgate al riguardo, prima fra tutte la possibilità che possa aver agevolato la diffusione della pandemia da coronavirus. E questo, ha fatto sì che in molti credano che sia il secondo nemico da combattere, dopo il Covid19, la malattia causata dal virus cinese.

C’è chi è pro questa nuova tecnologia, chi totalmente contro. Questo via vai di notizie e speculazioni non fa altro che aumentare la confusione delle persone, e, in certi casi, aumentare la convinzione di certezze che poi a un attento controllo si rivelano essere completamente sbagliate e infondate. Disinformazione che arriva perfino alle figure politiche, tanto che sono numerosi i sindaci che hanno detto “no” alle antenne per il 5G nei loro Comuni.

Bisogna fare chiarezza: innanzitutto, cos’è il 5G? Qual è la sua funzione? Cosa è effettivamente vero, e quali sono invece bufale diffuse allo scopo di scatenare il caos nella rete? Continuate a leggere per trovare le risposte a tutte queste domande.

5G, che cos’è?

Il suo nome è un’abbreviazione di 5th generation, che sta a indicare le tecnologie e gli standard di quinta generazione, che superano di gran lunga in prestazioni e velocità quelle degli attuali 4G/4G+. Mediamente esce una nuova generazione di telefonia mobile ogni 10 anni, a partire dall’1G che uscì nel 1982. Cos’avrà di nuovo il 5G? Rispetto a 4G e 4G+, sarà molto, molto più veloce. Sarà in grado di sostenere tantissime connessioni wireless in contemporanea, e aprirà le porte a possibilità mai avute prima d’ora, che sono ancora in fase di studio per quanto sono vaste.

Attualmente, è già iniziata la distribuzione e l’installazione di antenne 5G nel territorio italiano, ma al momento sono presenti solo in grandi città come, ad esempio, Roma e Milano. Per quanto riguarda gli smartphone compatibili, i modelli sono ancora pochi e colossi come Apple, addirittura, non ne hanno ancora pensato uno. Gli operatori telefonici, come Vodafone e Wind, stanno già formulando le prime offerte per il 5G. Insomma, l’Italia, seppur lentamente, si sta preparando ad accogliere questa, fino ad ora, tecnologia misteriosa.

Ma è nocivo? Uno degli argomenti più cliccati e scottanti è proprio la correlazione tra il 5G e la salute.

Coronavirus e 5G, sono correlati?

La risposta è no. Questa è solo l’ennesima teoria del complotto made in internet. Né il 5G, né tantomeno i suoi predecessori sono pericolosi per l’uomo, come ha confermato l’Istituto Superiore di Sanità. Non causano tumori, come le teorie più fantasiose affermano, e non hanno contribuito a diminuire le difese immunitarie dei cittadini allo scopo di renderli più vulnerabili al coronavirus.

Tra le altre estrose idee nate in rete, c’è anche quella secondo la quale il coronavirus non esiste e sarebbe stato inventato al fine di coprire i danni derivati dal 5G. O che le antenne sarebbero il mezzo usato per diffondere il virus e il conseguente contagio. Insomma, una sorta di ritorno alle care e vecchie scie chimiche.

È di vitale importanza che le informazioni e i concetti corretti al riguardo vengano diffusi, poiché le fake news possono portare a conseguenze disastrose anche sull’aspetto della salute. C’è chi, infatti, lucra sopra l’ignoranza e le bufale: per dirne uno il Lam, Centro di geobiologia e naturopatia, che vende alla “modica” cifra di 649 euro un braccialetto miracoloso che non solo sarebbe anti Covid19, ma anche anti smog e riequilibrante dei 15 principali apparati e sistemi umani. Ecco perché è fondamentale prestare molta attenzione a ciò che si legge.

5G
5G Italia antenne pericoloso virus
Views All Time
Views All Time
178
Views Today
Views Today
4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Madeline Stuart la ragazza che rivoluziona i canoni di bellezza della moda

Facebook Twitter LinkedIn Nella moda chi può dire cosa è normale o no? Cosa sia giusto o meno? L’importante è essere stessi. Essere sfacciati in questo mondo e prendersi tutto ciò che ci spetta è la regola fondamentale per vivere bene. Ne è un esempio Madeline Stuart, una ragazza australiana […]
madeline-stuart-moda

Subscribe US Now