1 Dicembre 2020
anniken jorgensen verità hm

anniken jorgensen verità hm

Anniken Jørgensen, la fashion blogger norvegese che ha svelato la verità su H&M

Chi è Anniken Jørgensen?

Le catene di abbigliamento e moda low cost sono sempre più diffuse e sempre più alla portata di tutti, grazie proprio ai loro prezzi competitivi, stracciati rispetto ai grandi marchi. Quello che non sempre viene mostrato, però, è ciò che sta dietro tutto questo. Vi siete mai chiesti com’è possibile che una maglietta costi, ad esempio, 5 euro, considerando il materiale e la manodopera necessari per il suo confezionamento?

Sei anni fa Anniken Englund Jørgensen, una fashion blogger allora diciassettenne e originaria della Norvegia, ha deciso di non rimanere in silenzio. Da sola, usando come unico mezzo il suo blog e i suoi follower, Anniken ha iniziato una campagna contro la multinazionale H&M. Ma procediamo per gradi e ripercorriamo la storia.

Sweatshop, il docu-reality di Aftenposten

Nel 2014 il quotidiano norvegese Aftenposten ha creato una miniserie, una sorta di docu-reality, per far vedere ai giovani norvegesi, ma anche al mondo occidentale, da dove provengono i capi che indossano tutti i giorni. A Sweatshop, il nome scelto per lo show, hanno preso parte tre fashion blogger norvegesi: Frida Ottesen, Jens Ludvig Hambro Dysand e la stessa Anniken.

I tre ragazzi sono stati mandati in Cambogia, uno dei paesi principali del sud-est asiatico per quanto riguarda la produzione dell’abbigliamento dei brand di “fast shopping“, per via dei costi molto ridotti rispetto alle fabbriche in loco. Si sono trovati catapultati in un mondo ben diverso da quello che avevano conosciuto fino a quel momento, e da ciò che si aspettavano.

La denuncia sociale di Anniken Jørgensen

Turni di lavoro massacranti, dalle 16 alle 18 ore continuative al giorno, abitazioni fatiscenti, condizioni igienico-sanitarie scarsissime e con uno stipendio che si può considerare tutto, tranne sufficiente, e senza alcun tipo di tutela. Questo è la realtà che hanno vissuto Anniken e i suoi compagni di viaggio.

anniken jorgensen verità hm
anniken jorgensen verità hm

Anniken è rimasta profondamente sconvolta da ciò a cui aveva assistito. Il quotidiano da cui è partito il progetto, Aftenposten, ha però insistito per mesi affinché i tre giovani non rivelassero proprio tutto della loro esperienza cambogiana. La ragazza non ha voluto stare al gioco e quindi, completamente da sola, blog alla mano, ha dato inizio a una campagna contro H&M, con l’aiuto e il supporto dei suoi seguaci.

Il suo desiderio era che la sua esperienza venisse raccontata per intero, al di fuori dei video divulgati dal giornale che l’aveva assoldata, e diffonderla il più possibile affinché tutti venissero a conoscenza di quale fosse la vera realtà lavorativa che si cela dietro al fashion e al glamour che vediamo nelle vetrine quotidianamente.

La risposta di H&M alle accuse

Tra un click e una condivisione, ben presto la campagna di boicottaggio della fashion blogger divenne virale, tanto da arrivare ai vertici della stessa H&M, multinazionale di abbigliamento “made in Svezia“. Al punto che, dalle alte sfere, la giovane blogger è stata invitata nella sede principale di Stoccolma per discutere della situazione. H&M, inoltre, in seguito al polverone sollevatosi a causa della faccenda, ha fatto sapere che avrebbe preso provvedimenti nei confronti dei laboratori cambogiani che collaborano con l’azienda.

L’indifferenza, il pericolo nascosto

Quello che Anniken ha scoperto e raccontato non è niente di nuovo: non è la prima volta che si sente raccontare dello sfruttamento nell’industria della moda. Ciò che è veramente pericoloso non è la non consapevolezza, ma l’indifferenza. Più la faccenda verrà presa in considerazione sia dalle persone “comuni” che dalle grandi aziende e multinazionali, più si riuscirà a fare veramente la differenza e a cambiare qualcosa. Questa storia nel suo piccolo lo dimostra: se una diciassettenne, da sola, è riuscita a smuovere una catena come H&M, cosa potremmo fare tutti insieme?

Views All Time
Views All Time
406
Views Today
Views Today
1