28 Ottobre 2020
Microsoft Teams: il nuovo modo di stare in classe

La scuola al tempo del Coronavirus con Microsoft Teams

Ai tempi del Coronavirus abbiamo tutti sentito parlare di Smart Working, Home Office e soprattutto di scuola via “Skype”; ma cosa significa tutto ciò nella pratica? Ecco allora che noi di The Web Coffee abbiamo voluto presentarvi un tool offerto da Microsoft che permette di seguire le lezioni comodamente da casa: Microsoft Teams!

Come dicevamo prima, Microsoft Teams non é un semplice tool per videoconferenze ma offre una serie di funzionalità che permettono di vivere l’esperienza online come in una vera e propria classe!

Ma partiamo con l’aspetto più importante, ovvero il costo: Microsoft Teams è completamente gratuito! Esatto, per entrare nella vostra scuola digitale c’è solo bisogno di un po’ di volontà da parte di insegnanti e studenti di imparare a usare il tool (e per gli studenti molta autodisciplina per poter stare seri a casa propria).

Microsoft Teams: il nuovo modo di stare in classe

Per iniziare a creare la vostra classe digitale dovrete registrarvi sul sito di Microsoft Teams, dove vi verrà chiesta l’email della scuola per potervi registrare. Una volta registrati, potrete scaricare l’applicazione e iniziare a organizzare le lezioni.

Nella schermata iniziale potrete iniziare a creare vari team o classi, e per ogni team potrete iniziare a invitare coloro che volete che partecipino a quella classe. Dato che si utilizza di regola l’indirizzo della scuola, si potrebbero creare vari team con i professori e gli studenti; esempio pratico – potrete creare magari la classe 4C di economia o la 2F di inglese e così via.

Ogni team o classe può condividere appunti, file e avrà una sorta di “feed” (come quello di una pagina Facebook, per capirci) che permette di condividere informazioni e aventi con il resto dei membri della classe.

In questa sessione di possono iniziare discussioni, messaggiare con gli altri membri, creare obiettivi per la classe oppure aprire il “Notebook” della classe. Il Notebook della classe non é altro che l’implementazione di un’altra App Microsoft, OneNote, che permette di prendere appunti condivisi.

Ma la cosa più importante a scuola sono le lezioni, giusto?! Ed è per questo che Microsoft Teams ha anche una funzionalità che permette di organizzare un calendario con tutte le lezioni o “meeting”. Potete crearne di nuovi scegliendo data, ora, ripetizione, dare un titolo, una descrizione di quello di cui si discuterà e soprattutto potrete invitare i membri “giusti”. In questo modo potrete organizzare tutte le lezioni e mandare delle notifiche agli studenti, che non avranno scuse per mancare. Per accendere alla lezione, basterà cliccare sulla lezione programmata nel calendario e cliccare sul pulsante “Join” o “Partecipa”.

Ecco un paio di funzionalità davvero interessanti di Microsoft Teams(per gli insegnati)

Come abbiamo accennato prima, ci sono anche un paio di funzionalità molto interessanti creare appunto per le classi, come gli “assignment” o “compiti”.

Esatto: con Microsoft Teams potete assegnare dei compiti direttamente con il software e inviarlo sul cellulare degli studenti: pratico no?!

Microsoft Teams permette inoltre di condividere File con gli studenti, oppure agli studenti di consegnare direttamente i compiti con il software e anche di dare dei voti ai compiti assegnati. Mi spiace studenti: la tecnologia non vi lascia scampo.

E arriviamo a una delle funzionalità che non può mancare in un software Microsoft: ovvero l’implementazione di di altri software Microsoft.

Una delle App più pratiche per gli studenti è sicuramente OneNote, che permette di prendere appunti gestendo i propri “quadernino” con sessioni, pagine e categorie organizzate direttamente da voi. Cosa interessante con Microsoft Teams è la possibilità di creare un blocco note condiviso in cui ognuno può prendere i propri appunti e condividerli con la classe. Niente più: “Hey che mi passi gli appunti di biologia?!

E con questo siamo arrivati alla fine di questa presentazione di Microsoft Teams. Non vi ho presentato tutte le funzionalità nel complesso ma credo che quelle più utili e “belle” ci siano tutte. Se volete conoscere meglio il software, Microsoft Teams offre una guida gratuita, ma in inglese: io vi lascio comunque il link qui per chi fosse interessato.

Studiando questo software e le possibilità che offre, spero che questo brutto virus ci porti qualcosa di bello, magari rivoluzionando il sistema scolastico rendendolo più smart e digitale; ma forse gli studenti non sono d’accordo con me, giusto?!

Views All Time
Views All Time
369
Views Today
Views Today
1