Bellezza.

Bellezza del corpo femminile: com’era e cos’è cambiato

Per quanto ci sforziamo di dire che la bellezza non sia importante, nella nostra società, in particolare se sei di una tenera età, la bellezza è tutto.

Se ti senti bello, senti di poter avere tutto ciò che desideri, puoi stare con chi vuoi ed essere chi vuoi. Ovviamente la bellezza non ti aiuterà a diventare un buon medico, ma se ti senti bene con te stesso, sarai anche più tranquillo psicologicamente e questo renderà la tua vita più semplice.

Recentemente, a parlare di bellezza è stata Diletta Leotta, con il suo discorso ritenuto da molti ipocrita e falso, visto che la donna ha iniziato con l’incipit del “la bellezza capita“, quando in molti ritengano che lei sia abbastanza rifatta e quindi che la bellezza non le sia capitata.

Tuttavia, il suo discorso non era poi così sbagliato, in alcuni punti. La bellezza, se la hai, ti avvantaggia. Se vuoi fare la modella, se vuoi fare la cantante, l’attrice, la conduttrice, la bellezza è un plus da non poco.

Nel 2020 il talento è ancora molte volte messo da parte per la bellezza, e questo perché una donna bella riceve più attenzioni di una talentuosa.

Apriamo una piccola parentesi, però. Ogni donna è bella, ogni donna può essere bella, una donna bella può essere anche talentuosa e una donna talentuosa può anche essere bella. Tuttavia, ci sono sempre delle tristi eccezioni.

Non è raro vedere scegliere una donna magra rispetto a una in sovrappeso, solo perché otterrebbe più visualizzazioni, perché venderebbe di più. Magari possono avere entrambe lo stesso identico talento, ma vige ancora la mentalità di magra e bella, mentre se hai un po’ di ciccia sui fianchi, sei penalizzata.

Hai un bel viso… peccato per il corpo“, “Se dimagrissi saresti perfetta“, “Perché non ti metti a dieta? Staresti meglio“. Beh, flash news: bisogna piacere a se stessi, non agli altri.

Tuttavia, non è sempre stato così. Anzi, nel 1400 le donna oggi ritenute in sovrappeso, erano le più belle.

Una blogger di fitness, Cassey Ho, ha photoshoppato sul suo corpo i diversi tipi di bellezza, partendo dal 1400/1700 e concludendo con il 2018, postando poi tutto su Instagram

Dalle sue foto, che analizzeremo a breve, possiamo notare come la bellezza cambi e spesso in modo drastico anche in breve tempo. Questo dovrebbe solo far comprendere a tutte le ragazze che sono tutte belle.

Che il loro corpo non ha bisogno di alcun cambiamento, che l’importante è essere in salute, mangiando abbastanza e mangiando ciò che ci va.

Se ti va di mangiare un giorno al McDonald’s, vai a mangiare al McDonald’s. Se il giorno dopo vuoi mangiare insalata e pomodori, mangia insalata e pomodori. E se vuoi un grande piatto di carbonara, cosa ti vieta dal mangiarlo?

Basta accompagnare tutto da un po’ di movimento e ricordate di bere tanta acqua. Sia l’anoressia che l’obesità sono due malattie e nessuna delle due è da sottovalutare, quindi basta trovare una via di mezzo, quella che i greci chiamavano mēden agān, ossia “nulla di troppo”.

Ma iniziamo a vedere come la bellezza è cambiata nei secoli e nei decenni.

La bellezza nel 1400/1700…

bellezza
@blogilates su instagram

Il corpo perfetto= tante curve“, scrive la blogger riguardo alla bellezza durante gli anni del Rinascimento.

Curve, curve, curve. In quegli anni avere tante curve, essere morbidi, avere le cosce e i fianchi pieni, lo stomaco arrotondato e un grande seno, era sintomo di ricchezza. Solamente i poveri erano magri, e ovviamente si preferiva una donna ricca a una povera.

…negli anni ’20 del 1900…

Bellezza.
@blogilates su instagram

Il corpo perfetto= fanciullesco“, commenta Cassey Ho riguardo agli anni del primo dopoguerra.

Le donne cercano di nascondere le proprie curve, come tra l’altro succedeva durante l’età vittoriana, dove le ragazze facevano la fame pur di restare magre, perché, in quel periodo, magrezza era sinonimo di bellezza.

E anche negli anni ’20 del 1900, le cose non cambiano poi così tanto. Le donne dovevano sembrare delle fanciulle, con un seno molto piccolo, tanto che spesso si tendeva a coprire tutte le curve con delle strisce di stoffa.

…e nel 1950…

@blogilates su instagram

Il corpo perfetto= clessidra“, quasi simile al corpo perfetto a cui si aspira nel 2020.

Solo 30 anni dopo la bellezza fanciullesca, entriamo nell’era di Elizabeth Taylor e di Marylin Monroe, dove il tuo corpo deve essere pieno, ma anche magro. Fianchi larghi, ma vita stretta e cosce piene.

Le misure della Taylor sono quelle ideali: 36-21-36.

…negli anni ’90…

@blogilates su instagram

E riguardo questi anni la blogger di fitness scrive “Il corpo perfetto= estremamente magro“.

Le ossa sono la caratteristica principale di questi anni, in cui la bellezza è definita “heroin chic“.

Ossa, tanto spazio fra le cosce, seno e sedere molto piccoli, esattamente l’opposto di ciò che adesso è ritenuto sexy. E direi anche per fortuna, perché essere troppo magri non mangiando, non è mai positivo.

…nei primi anni del 2000…

@blogilates su instagram

Il corpo perfetto= grande seno, gambe lunghe“.

Sono gli anni degli Angeli di Victoria’s Secret, magre ma con curve, sempre non troppo esagerate. L’importane è essere alte e avere una bella pancia piatta. Ideale di bellezza che tra l’altro ancora rimane nella catena di modelle, che ha addirittura definito Barbara Palvin come “plus size”.

Anche in questi anni, le cosce devono essere molto magre, devono avere un grande spazio fra loro, mentre il seno deve essere pieno, tanto che rifarsi il seno diviene la chirurgia estetica più eseguita negli Stati Uniti.

…e infine, nel 2018.

@blogilates su instagram

Il corpo perfetto= vita piccola, grande sedere“, che è in voga ancora oggi.

E’ l’era di Nicki Minaj e delle Kardashian: grande sedere, vita stretta, fianchi larghi e labbra gonfie. Soprattutto a causa dei social le ragazzine aspirano a essere come loro, senza però considerare che, molte delle loro modelle, hanno fatto ricorso alla chirurgia estetica per essere belle così.

In questi anni gli interventi chirurgici riguardanti il sedere e le iniezioni aumentano del 58%.

Quindi, lo “studio” di Cassey Ho, cosa dovrebbe farci comprendere?

Che ogni corpo è bello a modo suo. Con un po’ di ciccia, con il sedere piccolo, con il seno grande, con la pancia e senza pancia, con lo spazio fra le cosce e con il sedere grande.

La bellezza non è oggettiva, è soggettiva, e il tuo corpo è modellabile con molta fatica e tanta forza di volontà. Se non ti piaci, perché l’importante è piacere a te stessa, alzati le maniche e comincia a lavorare sul tuo corpo.

E soprattutto ricordati che quello che vedi su Instagram e sui diversi social, non sempre rasenta la realtà.

E tu, che tipo di bellezza sei?