• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Attualità
Strage a Hanau paura e dolore per i cittadini: 11 morti in Germania

Strage a Hanau paura e dolore per i cittadini: 11 morti in Germania

Strage a Hanau, Germania, ore 22 del 19 febbraio 2020. La tranquilla cittadina tedesca, costruita sul fiume Meno, viene squarciata da un boato nella notte. Un colpo, due, nove.

In nove, tra cittadini tedeschi immigrati di seconda generazione e rifugiati politici, crollano a terra, esalando l’ultimo respiro. Il tempo di una folle corsa verso casa, ed altri due corpi si accasciano al suolo. Quello del killer e di sua madre.

Una scena che potrebbe tranquillamente appartenere alla Notte dei Cristalli, ma che è avvenuta appena qualche ora fa.

Lo stragista, i suoi ideali, i richiami alla pagina più nera della nostra storia

Lo stragista di chiama Tobias Rathjen, ma questo non è un dato importante. Appartiene alla frangia politica dell’estrema destra, ma questo, forse, conta ancora meno. Le sue idee, invece, pesano eccome. Sulla coscienza collettiva, sulle istituzioni, su un’Europa ancora incapace di arginare il fenomeno del razzismo a quasi trent’anni dalla sua fondazione.

Il killer ha lasciato un messaggio sui social poco prima di compiere questo atto scellerato. Parlava della Germania, della sua Germania, di come il seme dell’integralismo abbia permesso a culture estranee di radicarsi all’interno della sua nazione, e di come fosse necessario “vernichten”, annientare, certi popoli la cui espulsione dalla Germania è ormai impossibile.

E’ proprio quest’ultima frase quella che dovrebbe far riflettere, perché segnano una profonda ed enorme sconfitta verso quella propulsione cosmopolita a cui il mondo dovrebbe aspirare. Sono trascorsi appena ottant’anni dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale, eppure abbiamo già dimenticato.

Le stragi, il silenzio, le deportazioni. Tutto cancellato con un colpo di spugna in una notte ad Hanau, dove certe idee sono tornate a gran voce, senza vergogna.

Quello che ci resta della strage di Hanau

Quello che ci resta, all’alba di un nuovo giorno, è un cumulo di corpi su cui piangere. Nove vite spezzate dalla follia omicida di un disseminatore di odio, dispensatore di morte. Nove vittime appartenenti alla comunità turca di Hanau, una delle più integrate all’interno della Germania europea.

Per i cinque sopravvissuti, rimasti solo feriti, resta il terrore ed il ricordo di un trauma che non se ne andrà mai.
A noi, invece, resta la consapevolezza che è qui, ed ora, che si deve combattere la lotta per avere un mondo libero, aperto, in cui i popoli possano aiutarsi e comprendersi a vicenda. Un sogno disilluso nella notte più buia.

icon-stat Strage a Hanau paura e dolore per i cittadini: 11 morti in Germania
Views All Time
301
icon-stat-today Strage a Hanau paura e dolore per i cittadini: 11 morti in Germania
Views Today
1