Scrub Labbra

Scrub labbra low e high-cost a confronto | Le differenze

Le labbra sono uno dei biglietti da visita più importanti di una persona, curarle al massimo deve essere uno degli step fondamentali della skincare anche se a volte vengono molto sottovalutate. Per questo, in nostro soccorso esistono come per il viso e per il corpo gli Scrub. Nell’articolo di oggi, voglio mettervi a confronto ben due scrub labbra, uno low-cost e uno high-cost.
Nel dettaglio per questo confronto voglio parlarvi dello Sparkle di w7 (low-cost) e Labbracadraba di Lush (high-cost).

Quando e come utilizzare uno scrub labbra

Lo scrub labbra è un prodotto fondamentale da aggiungere alla skincare almeno due volte alla settimana. Viene utilizzato per esfoliare in modo delicato le nostre labbra, eliminando così tutte le cellule morte, evitando la formazione delle classiche ed odiate pellicine e screpolature. Per le ragazze alle prime armi, che si imbattono per la prima volta in un prodotto del genere, sappiate che potete anche realizzarlo in modo semplice e veloce anche a casa, utilizzando solo due ingredienti, se non addirittura uno.

Lo scrub è un prodotto formato in gran parte da zucchero che ha un’azione esfoliante appunto, quindi per realizzarlo in modo veloce, basterà unire allo zucchero un po’ di miele. Il miele infatti, renderà il composto più semplice da massaggiare sulle labbra per qualche minuto, basterà poi risciaquare per vedere il risultato.

Scrub labbra

Sparkle W7 contro Labbracadrabra Lush: Differenze esterne

Lo sparkle di W7 ha un packaging semplice, piccolo ma soprattutto pratico da portare in vacanza senza paura di romperlo. La scatolina infatti, è di latta dura con il coperchio che basta sollevare per poi utilizzare il prodotto.
Per i miei gusti non rispecchia una confezione che visivamente mi attirerebbe però, il suo costo si aggira sotto i 4€ e in questi casi il prodotto e la sua efficacia sono la cosa principale da guardare.

Per quanto riguarda invece il PAO, (period after opening) lo sparkle ha una durata di ben 12 mesi dall’apertura, quindi consumabile in un intero anno e contiene ben 10g di prodotto. La colorazione è leggermente rosata, con dei piccoli riflessi brillanti mentre la profumazione risulta troppo dolce, quasi stucchevole.

Labbracadabra di Lush ha un packaging in vetro duro e pesante che non trovo affatto comodo da portare nel weekend o in valigia per paura che si possa rompere. Il coperchio, che si svita è in plastica dura quindi semplice da usare. Tutto sommato lo trovo molto carino da tenere sulla nostra postazione make-up, utilizzandolo così prima di applicare qualsiasi rossetto o prodotto labbra. A differenza del prodotto di W7, il prezzo per ben 25g è di circa 10€, con una scadenza dall’apertura di poco più di un anno. La profumazione questa volta è leggera e zuccherina e il prodotto all’interno è di un fuxia.

Scrub labbra Sparkle e Labbracadrabra: Differenze del prodotto

Iniziamo parlando del prodotto low-cost, lo scrub labbra Sparkle che acquistai proprio per vedere e testare la differenza con il prodotto high-cost di Lush. Le sue caratteristiche sono quelle di:

  • Esfoliare delicatamente e ammorbidire le labbra.
  • Contiene Vitamina E e Olio di Jojoba.
  • Promette di nutrire e rinfrescare.

Nonostante le tantissime recensioni positive sui social e sui siti di recensioni, il prodotto ha un INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) non molto pulito.  Al suo interno infatti, ai primi posti degli ingredienti troviamo i petrolati e la paraffina, questo ritengo sia già un motivo per non acquistarlo, cercando di indirizzarvi verso prodotti che contengono un INCI più pulito. Prelevandolo con un dito, la consistenza risulta densa ma massaggiandolo sulle labbra si possono subito sentire i granuli duri che esfoliano le labbra. Premettendo che io non ho moltissimi problemi di screpolatura, ammetto che, dopo l’applicazione di questo prodotto, le labbra tendono a essere molto irritare.

Scrub labbra sparkle

Passando invece a Labbracadrabra di Lush che tra i due è il prodotto high-cost, l’ho ricevuto in regalo per Natale e devo ammettere che mi piace tantissimo. Le caratteristiche di questo scrub labbra, sono le seguenti:

  • Potete esfoliante dello zucchero e il potere emolliente dell’Olio di jojoba.
  • Lascia le labbra morbide, nutrite e idratate senza bisogno di un lip balm.
  • Il prodotto una volta massaggiato sulle labbra si può mangiare.

Ho sempre voluto provare i prodotti di questo brand e devo dire che hanno superato di gran lunga le mie aspettative. l’INCI per esempio, è totalmente verde, questo significa che creato con ingredienti del tutto naturali (le uniche due sostanze sintetiche sono sicure e presenti nell’olio di jojoba). Una volta applicato sulle labbra, non dovrete fare altro che massaggiarlo per qualche minuto e poi pulirlo via, per le più golose invece, lo scrub si può direttamente mangiare!
Una volta tolto il prodotto avrete labbra morbide, lisce ma soprattutto senza più quelle pellicine morte, caratteristiche della stagione fredda.

Scrub labbra labbracadrabra lush

Nel complesso il prodotto di Lush, a differenza dello Sparkle, nonostante il suo costo di 10€ per 25g resta comunque abbastanza altino per uno scrub labbra. Se dobbiamo però, scegliere guardando soprattutto la performance, labbracadrabra resta il migliore tra i due!

Ora sono io che vi chiedo, avete mai provato uno scrub labbra, sia acquistato o “fai da te”?