Quando si trova “il senso della vita?”

Senso della vita: quando lo troviamo?

“La vita è quello che succede mentre sei impegnato a fare altri programmi”, diceva John Lennon. In effetti, ogni giorno siamo così presi dai nostri impegni, dalle nostre problematiche, che non pensiamo neanche che stiamo VIVENDO. Nel vortice di scadenze, ricorrenze, viaggi e momenti di svago, ogni mattina ci alziamo con una lista di cose da fare, con il tempo che incalza e mai un attimo per pensare.

Arriva però quell’istante, generalmente quando ci si ritrova da soli avvolti nel buio della propria stanza, in cui ripensiamo alla nostra vita. Sarà lì che ci porremo la fatidica domanda “Ma quale è il senso della vita?” e magari, ripensando alla nostra, di vita, ci sembrerà che in realtà, quello che stiamo facendo è SOPRAVVIVERE.

Sopravvivere perchè siamo sempre alla ricerca costante di qualcosa: dell’amore, del lavoro, della felicità. Ma tutto questo poco conta quando la morte arriva a prenderci, o si porta via i nostri cari. Ed anche lì, ci chiederemo che senso avrà la vita, soprattutto se ogni giorno ci si ritrova travolti da terribili notizie. Stupri, uccisioni, incidenti, e morti improvvise perchè ci si ritrova nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Senso della vita: esiste un momento in cui smettiamo di cercarlo?

Quello che spesso ci viene chiesto è proprio trovare un senso, per smettere di arrancare, di tentennare, ma di cominciare a fare quello che dobbiamo per avere uno scopo.

Secondo gli studiosi dell’Università della California, si. Intorno ai 60 anni le persone smettono di cercare il senso della vita in quanto hanno raggiunto i loro obiettivi. Analizzando infatti, le risposte di 104 questionari, i ricercatori hanno visto che invecchiando si smette di cercare il significato della propria vita. Ma perchè proprio i 60?

Sicuramente perchè tra i 20 e i 30 anni siamo ancora alla ricerca di una stabilità. Vi è l’ingresso del mondo degli adulti, con la scelta di una carriera universitaria o con la ricerca di un lavoro.

Crescendo, attorno ai 40 e i 50 anni siamo nella fase di definizione della propria identità (nella sfera privata e socio-culturale) pertanto si è impegnati a cercare relazioni che siano autentiche, a realizzare progetti a lungo termine (comprare casa, avere dei figli). A 60 anni, il senso lo si dovrebbe aver trovato, proprio perchè si è lavorato negli anni precedenti per arrivare a dire “so quale è il senso della vita” “so chi sono, e quale è il mio scopo”.

Gli studiosi tuttavia, hanno anche ribadito che dopo i 60 anni si riprende tutto da capo. Con l’avanzare dell’età infatti, emergono nuove instabilità e cambiamenti, come andare in pensione, affrontare dei lutti o problemi di salute. Se però, si sarà riusciti a trovare il proprio senso, anche questo periodo potrà essere affrontato al meglio.

Trovare il proprio senso della vita aiuta a stare meglio nel corpo e nell’anima.

Non tutti riescono ad avere ben chiaro il loro progetto di vita. Alcuni individui si perdono lungo “la selva oscura”, facendosi attanagliare da demoni che sembrano impossibili da sconfiggere. Ma c’è un motivo, per cui non siamo soli in questo mondo: aiutarci, sostenerci l’un altro, intraprendere un percorso terapeutico e trovare la propria dimensione a contatto con qualcuno pronto ad ascoltarci, potrebbe essere una delle vie per raggiungere il senso della vita.

 

Fonte Wired.

 

Views All Time
Views All Time
112
Views Today
Views Today
3
Next Post

Cos’è un exchange di criptovalute? Cosa bisogna sapere

Facebook Twitter LinkedIn Se ne parla sempre più spesso ma, c’è comunque da immaginare, molte persone non sono ancora a conoscenza di cosa siano e cosa facciano gli exchange di criptovalute. Cerchiamo allora di correre ai ripari e valutare di cosa si tratti! Cosa sono Gli exchange di criptovalute sono […]
exchange criptovalute

Subscribe US Now