Praga, viaggio alla scoperta della città magica dell’est

Prima di partire in molti avevano decantato la sua bellezza, la sua magia. Covo di scrittori, musicisti, maghi,  Praga è sicuramente una città da visitare.

Cinque giorni passati a scoprirne i luoghi segreti, girovagando tra le mete popolari come la lunga e stretta Piazza Venceslao o l’orologio astronomico, che ad ogni ora fa scattare i suoi magici meccanismi facendo tenere il naso all’insù ai tanti curiosi turisti, e passando per le strette viuzze piene di locali tipici, che offrono il meglio della gastronomia praghese.

In primis il prosciutto cotto, ma anche il goulash non è per niente male. Una zuppa speziata che viene cucinata nei modi più disparati, e persino servita in una ciotola di pane. E per i più golosi non possono mancare i dolci, come il trdelnik, che più che descriverlo, dovreste vederlo e assaggiarlo.

Praga è piena di sogni persi in altrettanti sogni. A Praga, è tutto particolare, oppure – se volete, nulla è particolare. Può accadere qualsiasi cosa.
(Jorge Luis Borges)

Praga è divisa in due dal fiume Moldova, che separa la città vecchia dalle zone più moderne. E se avete poco tempo a disposizione per girarla, potreste sempre prendere un battello per un tour guidato, navigando sotto i ponti e ammirando persino la “piccola Venezia“. Tra i ponti sicuramente l’occhio vi cadrà sulla costruzione più celebre: il ponte Carlo.

viaggio praga
viaggio praga

Praga: il ponte Carlo

La sua realizzazione iniziata nel 1357 per volere di Carlo VI re della Boemia, è oggi una delle maggiori attrazioni turistiche. Li, vi troverete sempre una fiumana di gente. Artisti di strada, fotografi, e i turisti che fanno la fila per fare una foto accanto alle statue.

Se siete delle persone superstiziose, potreste cercare la famosa statua di San Giovanni Nepomuceno, si raccolta che toccando la lapide alla base della statua vi porterà fortuna! Se volete vivere un atmosfera magica e un po’ retrò, è consigliabile passeggiare lungo il ponte al calar della notte, quando si accendono le prime luci, che andranno anche ad illuminare il castello.

Praga: il castello

A proposito del castello. Questa è stata una delle prime mete che ho visitato, e forse il punto di partenza di molti. La bellezza di questo luogo risiede nel fatto di trovarsi più in alto rispetto al resto della città. Dall’altura del castello è infatti possibile scorgere una panoramica di Praga, con i suoi tipici tetti rossi, ognuno con la propria stravagante conformazione.

Visitare il castello permette anche di girovagare per i suoi dintorni, come il famoso vicolo d’oro: tra le casette colorate potrete fermarmi in quella che una volta era la residenza di Franz Kafka.

viaggio praga
viaggio praga

La nostra visita è iniziata dall’alto per poi scendere lungo un percorso dipinto dei tipici colori autunnali che ci ha condotto verso l’isola di Kampa. Questa è un isolotto artificiale che nasconde meraviglie: il ponte degli innamorati, viali alberati che sembrano usciti da soap opera romantiche, ma soprattutto il muro di John Lennon.
Realizzato per rappresentare la libertà e l’amore, è oggi un’attrazione soprattutto per i molti ragazzi che vogliono farsi immortalare accanto al volto del cantante e di fianco alla celebre scritta “All you Need Is love”.

Praga non finisce qui.


Non può mancare di certo una visita dinanzi alla Casa Danzante, costruzione più recente dalla forma particolare: è dedicata infatti ai ballerini Fred Astair e Ginger Rogers. Il nome è dovuto alla conformazione del palazzo che ricorda un passo di danza.

Qui, i visitatori oltre che alloggiare (la Casa Danzante è infatti anche un hotel con tanto di ristorante a vista Praga) si divertono a fare fotografie divertenti con gambe e braccia alzate come se volessero dare un pugno o un calcio alla casa.

Altre mete da non perdere sono sicuramente il quartiere ebraico dove potrete visitare diverse sinagoghe o i tanti musei, a partire da quello della birra, fino a quello della magia e dell’alchimia. Se volete invece fare un esperienza piccante non può mancare una visita al museo delle macchine del sesso. Questi soltanto per citarne alcuni.

viaggio praga
viaggio praga

Il periodo migliore per visitare Praga?


Sicuramente in primavera o in autunno. In queste stagioni vi troverete infatti avvolti dalla magia di Praga vestita di fiori o di foglie di ogni colore. Sicuramente però anche l’inverno merita: tra mercatini di Natale e luminarie, l’atmosfera romantica si farà sentire.

Se dovessero però chiedermi che cosa mi è piaciuto di più di Praga, non risponderei riferendomi ad un particolare monumento. Quello che mi ha più colpito è tutto il contorno.

Ammirare luoghi che sembrano usciti da una fiaba, ricchi di storia, girovagare sentendosi spaesati, soprattutto se non conoscete la lingua, ma sentirsi poi a casa non appena si sente parlare italiano. E di italiani a Praga ne ho incontrati molti, e come ci si potrebbe aspettare, subito sì e creato quel contatto da “oddio anche tu qui?” “Che cosa hai visto fin’ora”?

D’altronde in appena due tre ore (in base alla città di partenza) ci si ritrova in Cecoslovacchia. Quindi che aspettate?
Prenotate il vostro volo per Praga, e tornerete più ricchi e felici!

Views All Time
Views All Time
144
Views Today
Views Today
1
Next Post

Coppie VIP che sono finite nel 2019: l'anno dominato da Lady Gaga

Facebook Twitter LinkedIn Il 2019 sta finendo, e con lui molte coppie vip hanno raggiunto il capolinea. Scopriamo insieme quali sono! Il (presunto) triangolo Shayk-Cooper-Gaga Questa storia ha dominato quasi tutto il 2019. Tutto inizia con il film “A star si born” dove Bradley Cooper e Lady Gaga, danno vita […]

Subscribe US Now