• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Attualità
La città dove il wi-fi è illegale

La città dove il wi-fi è illegale

Esiste un luogo dove il wi-fi è illegale

Siamo nell’epoca di internet. Il wi-fi è diventato un termine di uso comune e quotidiano, se non un qualcosa di strettamente necessario per molti di noi. Ci permette di restare collegati con il mondo, usare i social, mostrare chi siamo (o, perlomeno, la nostra facciata migliore). Eppure in una cittadina degli Stati Uniti d’America il wi-fi è addirittura illegale. Sembra assurdo, vero?

Una cittadina… particolare

Green Bank è un paese della Virginia Occidentale popolato da meno di 200 anime. Ciò che lo contraddistingue da qualsiasi altra piccola località di provincia è la presenza di un telescopio molto particolare.

Si chiama Green Bank Telescope, spesso abbreviato in GBT, e ha il compito di captare segnali provenienti dallo spazio profondo e cercare di decifrarli. Si trova all’interno dell’Osservatorio della Banca Verde, non molto distante dalla Route 92, e la sua inaugurazione è avvenuta nel 1958. Con i suoi 148 metri di altezza, il Green Bank Telescope è il telescopio orientabile più grande al mondo, nonché uno dei più sensibili.

“Silenzio elettromagnetico”

Il telescopio va alla ricerca di segnali estremamente deboli, ed è per questo motivo che per legge molti apparecchi elettronici e tecnologici sono stati banditi nell’area antistante. La legge, più specificatamente, vieta qualsiasi attività implichi l’emissione di onde elettromagnetiche, come quelle televisive e radiofoniche. Il nostro amato wi-fi, quindi, è assolutamente vietato per poter garantire il “silenzio elettromagnetico” necessario.

Sarebbe addirittura stato vietato viaggiare con auto a benzina nei dintorni della zona, poiché le candele, il cui scoppio è necessario per il funzionamento del motore, tendono a produrre onde elettromagnetiche. Per questo motivo solo le auto a diesel possono transitare. Inoltre, è stata istituita una nuova figura istituzionale che funge da “radio-poliziotto”, che ha il compito di accertarsi che non ci siano segnali non autorizzati.

Un’altra curiosità legata al telescopio riguarda alcuni abitanti del luogo, i quali affermano di essersi trasferiti perché “elettrosensibili“. Tuttavia, l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, non ha mai confermato l’esistenza di questo disturbo, di conseguenza è principalmente una speculazione e non può essere certificato. Molte altre persone, invece, hanno scelto di spostarsi proprio per la difficoltà di vivere senza questo genere di segnali, motivo per cui la popolazione è così ridotta.

Niente paura, però: i, seppur pochi, abitanti di Green Bank possono avere ugualmente accesso a internet, usando un cavo fisico anziché la rete wireless a cui siamo abituati. Inoltre, gira voce che un supermercato del luogo abbia installato una rete wi-fi perfettamente funzionante…

icon-stat La città dove il wi-fi è illegale
Views All Time
462
icon-stat-today La città dove il wi-fi è illegale
Views Today
2