NON RINUNCIARE PERCHE’ SEI DONNA – PATRIZIA BERTOLDI

DONNA

21esimo secolo! Si parla di emancipazione femminile, si parla di pari diritti, vengono approvate leggi sulle pari opportunità, eppure la donna ancora oggi vive spesso passivamente all’interno di una società che non le dà l’opportunità di emergere come individuo ma che la confina a ruoli prestabiliti.

I tuoi diritti non sono migliori, non sono inferiori. Sono UGUALI

Il concetto di Pari Opportunità tra uomo e donna affonda le sue radici nella Costituzione della Repubblica Italiana: secondo l’articolo 37, infatti, alla donna lavoratrice spettano gli stessi diritti e, a parità di lavoro, lo stesso tipo di retribuzione dei colleghi uomini.

Solo che non va proprio così.

Il mondo è fatto dagli uomini e per gli uomini

E’ un dato di fatto, una realtà che si intreccia nel quotidiano di ogni donna e ne mina la stabilità, l’autostima e i diritti che, seppur riconosciuti, vengono troppo spesso scavalcati o accantonati con una facilità quasi subdola.

Ancora oggi infatti la figura della donna viene soventemente percepita in ambito lavorativo come “riempitivo” o “immagine”. Per abitudine la donna viene vista come una figura lavorativa che affianca l’uomo, ne fa da portavoce, lo supporta…

E sarà così ancora per molto tempo in quanto, soprattutto in Italia, vi è radicata nella mentalità degli uomini e delle donne stesse l’aberrante principio che il lavoro domestico e l’educazione dei figli spetti alla donna.

In pochi accettano che le donne non abbiano degli effettivi momenti di pausa in cui riposarsi, ma lavorano instancabilmente per conciliare, con un’organizzazione ferrea, tutti i loro impegni.

A confermarlo interviene Patrizia Bertoldi, titolare della Tecnotek Complements che dice:

Questa è una capacità che permette alle donne di creare sempre più spesso aziende valide e durature nel tempo. La nostra innata predisposizione all’organizzazione e la capacità di compiere più cose contemporaneamente, ci consente di vagliare ogni possibile soluzione, sia logistica che pratica, per la risoluzione di problemi.

Patrizia Bertoldi incarna tutto ciò che è in potere alle donne ed il suo caso è stato spesso citato in diverse campagne promosse per la discriminazione sul lavoro

A capo della Tecnotek Complements (azienda leader per la progettazione, allestimento, organizzazione di eventi sportivi, concerti, fiere, natale, convegni) Patrizia ha partecipato come testimonial al convegno “Storie di donne e di imprese”, organizzato dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile (CIF), un roadshow a tappe che interessa tutto il territorio nazionale e che si pone l’obiettivo di fornire strumenti di conoscenza e formazione alle imprenditrici e di diffusione della cultura delle pari opportunità.

La testimonianza di Patrizia Bertoldi è da esempio per moltissime donne, che davanti alle difficoltà non si arrendono e sgomitano in un mondo lavorativo ostile, per crearsi il proprio spazio e far comprendere all’intero sistema che non ha importanza la causa né la natura della “battaglia”, se uomini e donne “lotteranno” insieme non potranno mai temere il peso della sconfitta.

Non riuscirei a fare tutto da sola e devo ringraziare il sostegno del mio socio. Trovare qualcuno con cui andar d’accordo e potersi confrontare non è cosa scontata. Essendo lui uomo ha più occhio per determinate mansioni ed io per altre. Siamo uomo e donna. Siamo diversi. E per questo complementari.

continua Patrizia Bertoldi

Instancabile mamma, porta avanti i suoi molteplici ruoli che la vedono trasportatrice, conduttrice di camion e organizzatrice senza far mancare nulla alla propria famiglia, pur vivendo in un Paese che non presta particolari aiuti alle mamme lavoratrici.

Interessante inoltre un passaggio italiano che riassume in versi quanto detto:

Voi donne salverete questo mondo, ma per molti secoli ancora noi uomini faremo di tutto per impedirvelo. Perciò combattete! La vostra mente non è fatta per restare nascosta ai più.

Fatelo per l’orgoglio di noi uomini prima ancora del vostro. E se qualcuno vi ostacolerà, andate avanti e affiancatevi a quegli uomini che invece hanno compreso.

Noi uomini sappiamo fare cose che voi non sapete fare. Voi donne conoscete cose che noi non potremo mai comprendere.

Per questa ragione, insieme, conosceremo il modo per emergere.

Per noi. Per il nostro futuro.

SOSTIENI ANCHE TU LA CAMPAGNA CONTRO LE DISCRIMINAZIONI SULLE DONNE. SEGUI L’HASHTAG #IOINTRAPRENDO

fonti: www.tecnotek.eu – www.giornaledeltrentino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.