10 CONSIGLI PER PRENDERE L’AEREO

E’ innegabile: un viaggio in aereo affascina sempre.

Eppure si sa! Quasi tutti prima di prendere l’aereo si sentono stressati a causa delle procedure d’imbarco, delle estenuanti ore di viaggio, della preparazione dei bagagli e dallo stesso aeroporto, “terra” di codici di difficile interpretazione.

Per questo noi di The Web Coffee abbiamo stilato 10 consigli utili per rendere il vostro viaggio il meno stressante possibile.

E vedrete che a fine articolo tutto vi sembrerà meno complicato e, perché no? Anche divertente.

1. IL BAGAGLIO

In aereo ci sono norme di sicurezza e controlli minuziosi da parte della polizia che vanno rispettati. Perciò, onde evitare spiacevoli sorprese al momento dell’imbarco, è bene che teniate a mente cosa potete, e soprattutto cosa non potete, mettere nel bagaglio a mano.

Per prima cosa controllate la compagnia del vostro volo, in quanto alcune concedono bagagli a mano più grandi ed altre più piccoli. (nel sito della compagnia trovate le indicazioni).

Di norma le misure sono 56x45x25 e il peso varia dai 7 ai 10 kg. (La borsetta da donna, se non di dimensioni eccessive, non è calcolata come bagaglio a mano).

Appurato questo, ci sono severi divieti sui contenuti di questi bagagli e sono:

  • Limette per le unghie, mascara (non tutte le compagnie), coltelli, forbicine per le unghie, ombrelli, forbicine arrotondate da bambino, coltello, rasoi, pinzette, ferri da calza, e tutto ciò che è di metallo e appuntito.
  • Armi da fuoco. ATTENZIONE: anche le armi giocattolo del vostro bimbo NON sono ammesse.
  • Armi di vario genere: archi, frecce, balestre, bombe (nemmeno quelle giocattolo).
  • Liquidi sopra i 100 ml, ammesso non li abbiate comprati al duty free (attenzione: al duty free per il pagamento dei prodotti chiedono carta di identità e biglietto d’imbarco. I prodotti saranno poi da loro sigillati).
  • Medicinali liquidi. Ahimè nemmeno l’antibiotico di vostro figlio è ammesso. Se dovete necessariamente portare dei medicinali liquidi dovete farvi compilare una carta dal vostro medico di base in cui specifica che siete in cura con i suddetti medicinali e denunciarne il possesso e l’imbarco alla compagnia prima della partenza.
  • -Arnesi da lavoro: trapani, cacciaviti, martelli, chiodi, motoseghe, solventi e tutte le sostanze facilmente infiammabili.

2. MALE ALLE ORECCHIE

E’ altamente sconsigliato prendere l’aereo se sei raffreddato e particolarmente soggetto all’otite.

Conseguenti agli atterraggi sono le otiti baro-traumatiche che però, con qualche accortezza si possono tranquillamente scongiurare. Vediamo come:

  • Tenere libere le Tube di Eustachio. Quando si è particolarmente raffreddati questi piccoli canali dell’orecchio tendono a riempirsi di muco e questo impedisce la normale decompressione dell’aria al momento del decollo e soprattutto dell’atterraggio. Quindi è bene cominciare una settimana prima a decongestionare il naso con spray nasali (anche soluzione salina va benissimo) e ripetere qualche spruzzo sia prima di salire sull’aereo che poco prima di atterrare. Anche l’aerosol va benissimo.
  • Alcuni otorini suggeriscono (ma solo per chi è davvero predisposto a frequenti otiti) di assumere il giorno prima del volo qualche grammo di cortisone.
  • Masticare gomme americane
  • Respirare al momento dell’atterraggio con la bocca, tenendo i denti superiori posati contro i denti inferiori. Quindi deglutire spesso.
  • Decomprimere l’orecchio prima che questo cominci a fare male, chiudendo le narici con le dita e soffiando lievemente dal naso.
  • Posare sulle orecchie dei bicchieri di plastica.
  • Deglutire frequentemente o bere dei piccoli sorsi di acqua.

3. LUNGHI VIAGGI CON BAMBINI

E’ davvero difficile affrontare viaggi lunghi anche di 15 ore con a bordo dei bambini piccoli. Ma con qualche trucco possiamo rendere il loro viaggio ricco di scoperte e divertimento.

  • Il folletto del viaggio. Un trucco molto semplice è quello di acquistare tanti piccoli regalini (un quaderno con delle matite, delle scatoline in legno con tanti cassettini da aprire a chiudere, un libricino, palloncini, un mini puzzle ecce cc) impacchettarli e consegnarli al bambino ogni ora. Garantito che il bambino sarà più predisposto a restare sull’aereo anziché scendere.
  • Tablet con app giochi forme e colori (in base all’età del bambino ovviamente). Molti giochi ormai funzionano in modalità offline e sull’aereo i dispositivi mobili sono approvati purché senza connessione internet.
  • Macchina fotografica per immortalare le nuvole. Con un pizzico di fantasia riuscirete a ricreare una gara di fotografia tra voi genitori e figli. Il vincitore (che neanche a dirlo sarà il bambino, avrà diritto a un goloso premio).
  • Molti voli con lunghe tratte mettono a disposizione un televisore sul poggiatesta del sedile di fronte a voi.
  • Altri consigli potete trovarli leggendo l’articolo approfondito qui

4. I DOCUMENTI

Non dimenticate mai di fotocopiare il vostro passaporto e il vostro biglietto aereo. In caso di furto e/o smarrimento vi eviterà un mare di guai.

5. IL JET LEG

Il jet leg è comunemente conosciuto come “fuso orario”. Per non soffrirne dopo un viaggio lunghissimo potete prendere degli accorgimenti:

  • Prediligete voli in diurna, in modo da arrivare a destinazione di sera ed avere un’intera notte per riposarvi. Il mattino seguente vi sembrerà di non aver cambiato alcun orario.
  • Bere molta acqua durante il volo in quanto l’aria pressurizzata della cabina tenderà a disidratarvi.
  • Assumere melatonina, un integratore davvero sensazionale come rimedio al jet leg.

6. TRUCCHI DI BELLEZZA

Vi siete mai chieste come sia possibile che dopo un volo di 12 ore voi sembrate appena uscite dalla centrifuga della lavatrice mentre le hostess sono profumate, perfette, in ordine e fastidiosamente belle?

Abbiamo quindi intervistato alcune hostess di ryanair scoprendo i loro segreti:

  • Mai mai mai truccarsi prima di prendere l’aereo. L’aria secca della cabina vi scioglierà fondotinta e mascara e voi sembrerete Moira Orfei.
  • Portatevi una crema idratante per ridare luminosità al vostro incarnato. Oppure una BB creme (qua alcuni suggerimenti)
  • Borotalco al posto dello shampoo. Prima dell’atterraggio andate in bagno e mettete del borotalco tra le radici dei capelli. Spazzolate quindi con energia e avrete una chioma folta e apparentemente fresca di lavaggio.
  • Se proprio non riuscite a rinunciare al mascara, prediligete quello waterproof.
  • Portatevi una maglia di ricambio nel bagaglio a mano. Restando sedute a lungo, quella messa al momento della partenza sarà tutta stropicciata e vi darà un’aria trasandata.
  • Sembrerà ripetitivo ma: bevete bevete bevete (no alcool)

7. PAURA DI VOLARE

Vincere la paura di volare è possibile. E nemmeno così complicato come può sembrare sulle prime.

Provate ad ascoltare la vostra musica preferita con le cuffie. Vi isolerà dal resto dell’aereo e vi aiuterà a rilassarvi.

Anche fare dei test sulla personalità insieme al vostro compagno di volo potrà distrarvi e strapparvi una risata.

Scegliete i posti a sedere davanti anziché infondo, ovvero direttamente sopra il frastuono dei motori.

Inoltre, sembrerà strano ma, fingere di essere ancora nella sala d’attesa dell’aeroporto non è poi così difficile, essendo che l’aereo è un mezzo stabile e “apparentemente fermo”.

Non per ultimo ricordate che l’aereo è attualmente il mezzo più sicuro. Lo dicono le statistiche.

Se tutto ciò non vi basta, ricordate che esistono svariati ansiolitici (sia previa prescrizione medica che disponibili in erboristeria) che vi aiuteranno a ritrovare la calma.

8. COME NON PERDERSI IN AEROPORTO

Se non viaggi spesso in aereo sarai una tra le migliaia di persone che vanno in confusione non appena varca le porte automatiche dell’aeroporto. Cartelloni luminosi, parole straniere, numeri che appaiono e scompaiono, codici, voci dagli alto parlanti. E tu l’unica cosa che capisci è dov’è il bar.

Ecco una mini guida:

  • Appena arrivate in aeroporto cercate uno dei tanti maxi schermo dove vengono elencati i vari voli in partenza.
  • Vedrete indicato: numero di volo, orario, destinazione e il numero del Terminal.
  • In seguito cercate il check-in. E’ una zona composta da banconi e rulli trasporta bagagli. Sopra ognuno di questi banchi vi è indicata la destinazione del volo. Quindi se state andando per esempio a Roma, cercate il bancone con indicata la città. Arrivati al check-in consegnerete ad una hostess il biglietto prenotato, il passaporto e il bagaglio che andrà imbarcato. La hostess vi dirà il numero del vostro GATE e vi consegnerà la carta d’imbarco.
  • Solitamente affissi alle pareti troverete le indicazioni per i vari gate. Seguite le indicazioni ed arriverete ai controlli di sicurezza.
  • Superati i controlli, vi accoglieranno file e file di sale d’attesa suddivise per numeri (gate) contraddistinti inoltre dalla città di destinazione.

Nota importante. Ricordate che una volta imbarcato il vostro bagaglio, il volo non partirà senza di voi (ammesso che non tardiate in modo eccessivo). In questo caso vi sentirete chiamare dagli alto parlanti almeno 4 volte.

9. I CONTROLLI DI SICUREZZA

Per superarli in fretta e senza stress, ricordate di avere a portata di mano la vostra carta di imbarco e il vostro documento di identità.

Cercate di avere addosso meno oggetti metallici possibili.

Svuotate le tasche e togliete eventuali cinture.

Ricordate che in alcuni casi possono chiedervi di togliervi le scarpe e di posarle nel rullo che passa attraverso il metal detector insieme al bagaglio a mano.

10. BAGAGLIO SMARRITO

Capita di rado, ma se per malaugurata sorte quel raro caso siete voi, non disperate.

Al momento del ritiro bagagli, proprio di fronte ai rulli dove scorrono le valigie, vi sono gli uffici di assistenza ai passeggeri.

Vi verrà chiesto di compilare un modulo in cui indicherete il numero del vostro bagaglio (è allegato alla carta di imbarco che vi viene consegnata al ceck-in) e l’indirizzo a cui inviarvi la valigia.

Di norma impiegano 24 h a inviarvela ma se ciò non accadesse, ricordate che avrete diritto ad un rimborso fino a 1.167 €. Ricordate di tenere gli scontrini di ogni acquisto urgente che siete stati costretti ad effettuare a causa dello smarrimento bagaglio.

I nostri consigli terminano qui. Se avete bisogno di altre info non esitate a contattarci o di scrivere direttamente qua sotto nei commenti.

Vi auguriamo buon viaggio!