Agent Carter: chi è la donna amata da Captain America

A qualche giorno dall’uscita di Avengers: Endgame, abbiamo visto il ritorno in scena di un personaggio femminile importante, che in pochi conoscono davvero: Peggy Carter.

Avengers: Endgame è l’ultimo film della saga degli Avengers, che chiude l’era dei supereroi che hanno accompagnato l’infanzia di moltissimi di noi.

Il film è incentrato sul risolvimento di ciò che era accaduto in Avengers: Infinity War, uscito lo scorso anno, per cui le emozioni che si percorrono durante il film sono tante.

Inoltre (spoiler alert!) vi è il ritorno di un personaggio davvero importante per il Capitano: il suo grande amore.

Chi è Peggy Carter

Il suo vero nome è Margaret Elizabeth Carter, sarà la zia di Sharon Carter, la nota Agente 13 che vedremo anche in Captain America: Civil War.

La nipote crescerà con i racconti sull’eroica zia che ha co-fondato e diretto lo S.H.I.E.L.D. insieme a Howard Stark, di cui sarà amica (soprattutto quando verrà accusato di aver rubato armi all’SSR) e collega.

Peggy Carter nasce il 9 Aprile 1921, secondo i fumetti a Richmond, mentre nei film nasce a Londra, per cui sarà un’agente dagli anni ’40, quando ancora il maschilismo era all’ordine del giorno.

Essere una donna negli anni ’40, significava poter fare solo determinati lavori, come infermiera o segretaria, oppure, ancora meglio (anzi, peggio), potevi stare a casa a curare i figli e la casa.

Ma non Peggy Carter. Quella vita non faceva per lei, e lo aveva capito da quando era una bambina.

E lo aveva intuito anche il fratello che, in un certo senso, l’ha fatta rinsavire riguardo un uomo che pretendeva che lei rinunciasse alla sua carriera.

Hayley Atwell in Agent Carter
(Fonte: pinterest)

Peggy Carter era, inizialmente, un agente dell’SSR, unica nel suo genere e discriminata per questo e non solo. Era, sì, l’unica donna a lavorare come agente, ma era anche l’unica inglese fra gli americani.

Tutti i suoi colleghi la trattavano con sufficienza, sminuendo tutte le azioni d’onore compiute durante la seconda guerra mondiale e trattandola come una semplice segretaria.

Ma non Steve Rogers.

La storia d’amore con Capitan America

Peggy conosce Steve quando era ancora un semplice ragazzo con il sogno di divenire un soldato per difendere la propria patria. Peggy sarà uno dei soldati e scienziati ad assistere alla sua trasformazione nel primo supereroe, nel Capitan America che tutti conoscono e amano.

Si innamorerà di lui e gli dirà addio quando, durante una missione, finirà disperso e tutti lo daranno per morto, non sapendo che in realtà è solo ibernato.

Peggy lo aspetterà e continuerà ad amarlo, ma non rinuncerà all’amore, infatti si sposerà, sebbene non si sappia esattamente con chi. Delle simpatiche teorie dei fan della Marvel presumono che l’agente si sposi con Howard Stark e che, di conseguenza, sia la madre di Iron Man, ma sono solo teorie.

Peggy e Cap si incontreranno nuovamente in Captain America: The Winter Soldier, dove viene rilevato il suo matrimonio e alcuni dettagli della sua vita, come il fatto di essere mamma e nonna.

Il loro incontro sarà in una casa di riposo, poiché l’agente ha contratto l’Alzheimer.

In Captain America: Civil War, Peggy muore e viene tenuto un funerale in suo onore, la sua tomba sarà portata anche dall’amore della sua vita: Steve Rogers.

Perché Peggy è importante nell’universo della Marvel

In molti potrebbero pensare che l’agente Carter sia solo un agente come tanti altri, un personaggio secondario come molti, ma in realtà la sua figura è stata importante per modellare il carattere di molti personaggi principali.

Da Capitan America, che è follemente innamorato di lei, a Scott Lang, anche se apparentemente non c’è niente ad accomunare i due personaggi.

Peggy riesce a influenzare Steve Rogers non solo con il suo supporto mentre era in vita, ma anche da morta, poiché il capitano sarà amico e avrà (nell’MCU una breve storia, nei fumetti sarà il suo amore storico) una relazione con la nipote di Peggy, cresciuta con le storie della zia.

E ancora, l’agente Carter fu una grandissima amica e collega di Howard Stark, avendo un ascendente anche su di lui e, quindi, sulla sua figura di padre nei confronti del futuro Iron Man.

Ma anche Hulk. Probabilmente se Peggy non avesse distrutto le ultime gocce di sangue del supereroe che tanto amava, Bruce Banner non avrebbe mai cercato di lavorare con i raggi gamma per cercare di ricreare il super uomo, e quindi non ci sarebbe stato Hulk.

In più, quando Hank Pym è scappato dallo S.H.I.E.L.D. con le sue ricerche, sarà l’agente Carter a convincere i propri colleghi a lasciarlo andare, e così lui continuerà il suo lavoro in privato dando vita all’Ant-Man che ha decisamente contribuito alla risoluzione dei problemi avvenuti in Infinity War.

Marvel’s Agent Carter: la serie tv dedicata a Peggy

La serie, andata in onda dal 2015 al 2016, della ABC, segue le vicende dell’agente Carter dopo gli avvenimenti di Captain America: Il primo vendicatore, ovvero dopo la scomparsa di Steve.

Peggy è accompagnata nelle sue avventure da Jarvis, il maggiordomo di Howard Stark, di cui la donna cercherà di ripulire il nome dopo alcune accuse false fatte all’uomo, mentre lavora nell’SSR. Nella seconda stagione, si scontra invece contro il Consiglio dei Nove.

Come anche nelle altre serie e in tutti i film della Marvel, anche in Agent Carter Stan Lee interverrà nella serie con un cameo.

La serie è stata cancellata nel 2016 dopo due stagioni, a causa di un improvviso calo di spettatori.

 

Fonti: comicbook.com, wikipedia