Crea sito
Economia

La cannabis tra Italia, UE ed E-Commerce

La cannabis, in Italia, è diventata legale, nella sua versione light, nel 2016 grazie all’approvazione della legge 242 del dicembre dello stesso anno. Tale atto giuridico si è reso necessario per adeguare la giurisdizione del Bel Paese a quella degli altri stati membri dell’UE, i quali hanno già accettato da tempo l’uso di questa sostanza.

In Olanda, ad esempio, la comunità è riuscita a creare un turismo di massa basato proprio sull’uso ed il consumo di questa erba. Amsterdam, in tal senso, è diventata la capitale di questo movimento. Nonostante sia riconosciuta ed apprezzata, in tutto il mondo, per le sue bellezze architettoniche, ha reso i coffee shop dei veri e propri centri d’attrazione per i viaggiatori. Grazie a questa particolare politica, la città, oggi, mantiene costante il proprio flusso di visite durante tutto il periodo dell’anno.

In Italia, purtroppo, tale ragionamento non è applicabile perché, da sempre, la cannabis è legata agli strati sociali più criminosi della nostra società. Questo particolare è stato, per anni, al centro del dibattito politico nostrano. Nel 2016, però, si è raggiunta una soluzione di compromesso, ovvero la legalizzazione della sostanza nella sua versione “light”.

La regolamentazione italiana prevede che il livello massimo di THC, ovvero la molecola responsabile dell’effetto farmaceutico, non superi lo 0,6%. Il dosaggio di questa, unita a quello del cannabidiolo, sono i termini di paragone che stabiliscono se la sostanza possa essere definita lecita o illecita.

Nonostante la sostanza stia riscontrando grandi difficoltà ad entrare in circolo, legalmente, nel mercato a causa della concorrenza sleale della microcriminalità, sono sempre di più gli e-commerce che si stanno lanciando nella vendita di questi prodotti, creando un vero e proprio business, legale, di massa. Tra versione light, semi di canapa e semi cbd, le possibilità di scelta per gli utenti che si trovano a navigare in questi siti sono potenzialmente infinite.

L’Erba di Grace, ad esempio, è uno dei maggiori vanti nostrani in tal senso, poiché i prodotti disponibili sono tutti certificati dall’UE e sicuri. Inoltre, sono presenti delle pratiche guide, come quella per gli auto-fiorenti indoor, che permettono al consumatore di avere le migliori indicazioni possibili.

Questo tipo di esercizio commerciale si è reso necessario proprio in relazione al clima di diffidenza con cui la cannabis viene vista nel Bel Paese. Gli esercizi in stile olandese sono ancora un taboo, ma il costante aumento di visibilità porterà, nei prossimi anni, ad aprire nuove possibilità ai possibili usi di questa pianta.

Views All Time
Views All Time
130
Views Today
Views Today
1
Please follow and like us:

Alex Rossi

Nato con i piedi storti, questo ragazzo ha iniziato ad approcciarsi al giornalismo per colmare la distanza tra sé stesso ed il campo da calcio. Crescendo, ha capito che il mondo è una tavolozza, e ci sono colori molto più belli da descrivere o raccontare.

More Posts

Nato con i piedi storti, questo ragazzo ha iniziato ad approcciarsi al giornalismo per colmare la distanza tra sé stesso ed il campo da calcio. Crescendo, ha capito che il mondo è una tavolozza, e ci sono colori molto più belli da descrivere o raccontare.