“Io in questo mondo” e Ligabue riparte con START

“Io in questo mondo” e Ligabue riparte con START

Esce oggi 8 marzo, START, il dodicesimo album di Luciano Ligabue.

A tre anni di distanza dal precedente lavoro, periodo in cui il cantante di Correggio si è dato alla regia con “Made in Italy”, Ligabue torna sulle scene musicali con START, album che si potrà ascoltare su tutte le piattaforme online. Prodotto da Federico Nardelli  e con la copertina che per la prima volta ha il volto di Luciano, l’album è stato anticipato dal singolo “Luci D’America”, brano che è rimasto in testa alle classifiche per ben quattro settimane.

Per promuovere il nuovo album e stuzzicare la curiosità del suo pubblico, Ligabue si è divertito sui social, postando pezzi delle canzoni contenute nell’album, tra cui la Cattiva Compagnia, che vede alla batteria suo figlio Lenny, e Certe donne brillano.

Quest’ultimo, sarà anche il secondo estratto da START. Ad anticipare la notizia è infatti la compagnia telefonica della Vodafone, con la campagna pubblicitaria per la feste delle donne, che in sottofondo contiene le bellissime parole di Luciano dedicate al mondo femminile. Il video sarà ufficialmente disponibile su youtube domani dalle 08:00.

“Certe donne brillano
certe donne bastano
certe donne chiamano di notte
che ti piaccia oppure no”
Start ligabue
Start ligabue

 

START, come lo stesso Ligabue ha dichiarato in un’intervista, è un album ricco di leggerezza, ben diverso dal precedente lavoro di Made in Italy, un concept album che ha voluto raccontare la storia di un uomo, Rico, che vive una crisi di mezza età. Questa volta, anche in seguito al duro anno del cantante (che ha dovuto subire un’operazione per un polipo alla gola) si è voluto creare un disco che puntasse alla semplicità e che attraverso il concetto del tempo, vuole donare speranza.

I temi di START sono tanti:

C’è l’amore con Polvere di Stelle, una dedica a quella parte di noi che ci permette di dare senso alle giornate, perché ognuno ha bisogno della sua persona “per cambiare il tuo mondo”. E si prosegue con Mai dire mai, brano in cui Liga canta quello che di bello e di brutto può succedere in un rapporto di coppia. Brano che fa letteralmente commuovere, in particolare nel pezzo finale:

“Voglio dirti di meglio, voglio dirti di più, voglio farti sentire come vuoi sentirti tu, che ti fidi del mondo come tu soltanto sai, e ogni giorno mi ricordi che mai dire mai”

C’è L’amicizia con Ancora noi, una canzone da cantare a squarciagola, che racconta di come, sebbene il tempo passi, “siamo rimasti ancora noi”. Dai ritmi più lenti, abbiamo la quarta traccia Quello che mi fa la guerra che parla invece di tutto quello che nella vita ci viene contro e contro cui dobbiamo lottare; e la numero 7 Vita, morte e miracoli,  un invito a esprimere all’altro tutto quello che proviamo senza vergognarci delle nostre lacrime.

Ogni brano è un pezzo di quello che siamo. Dei nostri sentimenti più profondi, delle nostre fragilità, di quanto ognuno sia diverso dall’altro. Con l’animo rock ma anche romantico, Ligabue riparte con START, creando un album pieno di canzoni che parlano di noi, e nelle quali facilmente ritroviamo esperienze vissute.

Ma il cantante non dimentica sé stesso “che tira con i sandali il pallone” e ne Il tempo davanti racconta di sua madre che “sopra un’ altalena fa le smorfie” e di suo padre “e l’estate in cui porta baffi orrendi”. Una finestra sul suo passato.  

Infine dona ai suoi fan una delle dediche più belle:

“Io in questo mondo cammino come so… e poi si accende tutto, un cuore che trabocca e l’onda che nessuno può fermare, lo show ce l’ho di fronte, se solo vi vedeste”

Niente di più vero. Niente di più emozionante. Difficile trattenere le lacrime.

Un album da ascoltare ad occhi chiusi e a tutto volume, ma anche da condividere con le persone che fanno parte della nostra vita.

Pubblicato da Silvia Rosiello

Studio psicologia e amo scrivere. Con la scrittura esprimo parti di me che altrimenti rimarrebbero nascoste. Attraverso la psicologia mi piace scoprire quello che si cela dietro l'animo delle persone e poter aiutare a combattere la loro oscurità. Perché ogni giorno è un "bel giorno per salvare delle vite".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.