• thewebcoffeeyt@gmail.com
  • Italia
Viaggi
Venezia città chiusa: ticket e prenotazioni dal 2022

Venezia città chiusa: ticket e prenotazioni dal 2022

Controllare il flusso turistico. 
Questo è lo scopo della giunta comunale che, ieri, si è finalmente espressa sul progetto delle prenotazioni per aver accesso alla città di Venezia. 

Venezia città chiusa: dal 2022 parte il sistema di prenotazioni

L’obiettivo dichiarato del sindaco Brugnaro è quello di aumentare la qualità della vita dei residenti, normalizzando il via-vai di forestieri. Il provvedimento sarà avviato nel 2022, e non mancano le polemiche. In particolare, a far discutere è il ticket di accesso, che i turisti saranno costretti a pagare per entrare in città. 

Si parla, infatti, di quote variabili tra i sei ed i dieci euro a seconda dell’importanza della giornata. Il calendario sarà catalogato su bollini, come quelli delle reti autostradali: dal verde al famigerato nero. Fino all’entrata in vigore di questa proposta, gli avventori continueranno a pagare i tradizionali tre euro. 

Naturalmente, saranno presenti delle esenzioni particolari. Saranno esclusi dal pagamento di questa tassa tutti i residenti in Veneto, coloro che pagheranno la tassa di soggiorno, i bambini sotto i sei anni, disabili gravi ed accompagnatori. Inoltre, anche i titolari della tessera Venezia Unica, abilitata alla navigazione, non dovranno versare la quota. 

Questo provvedimento si è reso necessario a causa degli irregolari flussi turistici che la città ha accolto negli ultimi anni. Si è assistito, infatti, a delle giornate di ordinaria follia. In certi momenti, i turisti, pur di godersi una passeggiata in gondola, sono stati disposti a sopportare lunghe ore di attesa.

Normalizzare il flusso può essere un ottimo metodo per non assistere più a scene simili. In questo modo, inoltre, si cerca di incentivare il “fuori stagione”.

D’altro canto, è vero che le città vivono di turismo. In Italia sono tantissime le mete che, grazie alla propria importanza culturale, attirano visitatori da ogni angolo del mondo. Limitare l’avvento di questi potenziali introiti, con il sistema di prenotazioni, potrebbe avere conseguenze catastrofiche per l’economia cittadina.  

L’obiettivo, però, è prendere di mira non gli avventori che soggiorneranno nelle strutture veneziane, ma i forestieri di giornata. Gli appassionati del turismo mordi e fuggi che, di fatto, poco contribuiscono alla ricchezza cittadina. 

I veneziani, ad oggi, restano nella spasmodica attesa di sapere quale sarà il destino della loro amata città. 
 

icon-stat Venezia città chiusa: ticket e prenotazioni dal 2022
Views All Time
580
icon-stat-today Venezia città chiusa: ticket e prenotazioni dal 2022
Views Today
2