Crea sito

Una vita vista mare, anche di inverno

Nessuna casa dovrebbe essere senza vista sul mare. Ogni casa dovrebbe appartenere al vento e alle onde. Il mare e la casa dovrebbero vivere insieme per sempre, come due fanciulli che si siedono uno di fronte all’altro e si confidano i loro segreti.

(Fabrizio Caramagna)

Credo che non ci sia frase migliore per esprimere quello che significa il mare. Lo vediamo come una lunga distesa d’acqua ma tra quella spuma che si infrange inesorabilmente tra i granelli di sabbia, sono nascosti milioni di segreti: fauna e flora marina, antichi resti di relitti, ricordi sepolti nei fondali dell’oceano.

Non si può comprendere sino a che punto il mare faccia bene, fino a quando non ci si ritrova a tu per tu con le onde. A piedi scalzi, che si riempiono di salsedine.

Stare a contatto con il mare è benefico per il nostro cervello. Innanzitutto ci si trova immersi in una quantità di blu esorbitante, e secondo la scienza, il blu è il colore per eccellenza che dona tranquillità e senso di calma.

Questo stesso senso di calma ci viene regalato direttamente dalle onde. Secondo William Dorfman, professore di psicologia, già solo ascoltarne il rumore rilassa il cervello ed equilibra le sostanze chimiche benefiche, come serotonina e dopamina, gli ormoni che tra le altre funzioni, sono fondamentali per la felicità e la gratificazione.

Altro aspetto che non va trascurato è che l’acqua stessa, ci connette, un po’ come il camminare a piedi scalzi sulla sabbia, alla terra, alle nostre origini. Secondo la psicologia, vi sono legami ancestrali tra l’uomo e l’acqua che va a rispecchiare l’origine stessa del ciclo vita-morte.

fonte: pixabay

Al mare la vita è differente. Non si vive di ora in ora ma secondo l’attimo. Viviamo in base alle correnti, ci regoliamo sulle maree e seguiamo il corso del sole.
(Sandy Gingras)

Immaginate dunque, di essere al mare. Generalmente si va in spiaggia in estate, come meta vacanziera. Per qualche giorno (o qualche settimana per i più fortunati) lasciate indietro ogni tipo di preoccupazione e responsabilità. Potete essere liberi di prendere il sole, sorseggiando una bibita, o liberi di stare in acqua anche solo in riva sul bagnasciuga.

Immaginate poi, di ritornare a casa, una casa senza vista mare, immersi nel grigiore della città che si avvicina all’inverno. La tristezza sicuramente vi starà assalendo, ma perché rinunciare al mare soltanto perché non è la stagione giusta per andarci?

Il mare è bello sempre. D’estate quando è piatto, e d’inverno quando è burrascoso. Se una sera avrete la mente piena di dubbi ed incertezze, spegnete il cellulare, prendete la macchina e andate al mare. Lasciate che i vostri piedi si bagnino, e quella botta forte contro l’acqua gelida vi salirà addosso come un lungo brivido, ma sarà come sentirsi rinati. Più forti di prima, più capaci di affrontare quei problemi che non sapevate come risolvere.

Se infatti in estate il mare può essere un’occasione per stare in compagnia, fare gare di nuoto, creare castelli di sabbia insieme ai propri amici o genitori, o magari conoscere la cotta estiva, di inverno è tutto un altro luogo.

fonte: pixabay

“Per una come te lo sai c’è un altro come me che penso solo e sempre al mare come la fuga più ideale” (Per uno come me- Negramaro)

Si abbandona il ritmo frenetico, il tormentone estivo e si lascia posto alla riflessione, ai ritmi lenti di quelle passeggiate sulla spiaggia, in famiglia, o in coppia. Scoprire i resti che il mare lascia a riva: una vecchia bottiglia, delle conchiglie particolari, dei rametti secchi con cui magari disegnare sul bagnasciuga.

Dedicarsi anche soltanto 5 minuti a tu per tu con il mare, credo sia una delle meraviglie del mondo. Non perdete mai l’abitudine di andarci, e se ancora non avete mai neanche considerato l’idea di farlo  per via del freddo, siate coraggiosi, armatevi di cappotti e sciarpe e lasciatevi cullare dalla brezza marina, mentre attorno a voi si estendono mille sfumature d’azzurro.

fonte: pixabay

 

 

 

 

Views All Time
Views All Time
50
Views Today
Views Today
1

Silvia Rosiello

Studio psicologia e amo scrivere. Con la scrittura esprimo parti di me che altrimenti rimarrebbero nascoste. Attraverso la psicologia mi piace scoprire quello che si cela dietro l'animo delle persone e poter aiutare a combattere la loro oscurità. Perché ogni giorno è un "bel giorno per salvare delle vite".

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.