VITA DA… OSSESSIVO COMPULSIVI

VITA DA… OSSESSIVO COMPULSIVI

Il disturbo ossessivo-compulsivo(DOC) è una delle condizioni mentali più penose, poiché si accompagna a una sofferenza visibile, impiantata nel volto, nell’espressione. L’ossessivo non giunge mai a trovare pace. Il tentativo di distrarsi non ha mai nessun risultato.
Vittorino Andreoli, I segreti della mente, 2013

Il disturbo ossessivo-complusivo è una patologia riconosciuta dal DSM (manuale diagnostico statistico dei disturbi mentali) caratterizzata principalmente da due fattori: ossessioni e compulsioni. Quante volte sarà capitato di dire “E’ diventata un ossessione” “non riesco a farne a meno” o avere piccole manie? Nella vita di tutti i giorni ciò è normale, sino a che non diventa ingestibile al punto tale da concretizzarsi in un quadro diagnostico. A quel punto si parla di ossessioni vere e proprie, inerenti a qualcuno o a qualcosa. Si tratta di pensieri o di immagini che si presentano improvvisamente e diventano cosi intrusive che possono essere combattute solo mettendo in atto le compulsioni. Queste ultime, si riferiscono ai rituali praticati per scacciare le ossessioni.

Per fare un esempio pratico: se credo di non essermi lavata le mani abbastanza bene e credo che questo possa portarmi ad avere una cattiva igiene, questo pensiero (ossessione) può diventare un continuo bisogno di avere le mani pulite (compulsione) per evitare malattie ed infezioni. Si attua così un comportamento che può portare a diminuire un disagio, un sentimento di ansia o vergogna.

ossessivo

Esistono diverse tipologie di disturbo ossessivo compulsivo:

  • Lavaggio pulizia: lavarsi o tenere pulita la propria casa in modo eccessivo per paura di contrarre malattie, per paura di germi e batteri.
  • Controllo: ad esempio controllare ogni cosa, dalla valvola del gas alla porta di casa o essere ossessionati dall’aver commesso errori a lavoro
  • Ripetizione: ripetere gesti e azioni che diventano quindi un’abitudine, una sorta di “pensiero magico” per evitare che accadano quei pensieri negativi che ossessionano la mente della persona.
  • Ordine: disporre gli oggetti sempre allo stesso modo, dividere e catalogarli per colore, forma, dimensione, per ovviare alle ossessioni di avere tutto a disposizione in un meticoloso ordine.
  • Accumulo: non buttare via niente, conservare oggetti per anni, come se questi fossero un’arma contro paure e traumi del passato.

Vivere con un disturbo non è mai facile. Sicuramente le ossessioni e le successive compulsioni condizionano la vita del soggetto, che spesso si rende conto dei suoi atteggiamenti ma non riesce a farne a meno, fino a che una piccola mania diventa un ostacolo alla vita di tutti i giorni.

ossessivo

CAUSE E TRATTAMENTO

Per quanto riguarda le cause del DOC, non c’è ancora una certezza sull’origine di essere, sebbene si dica che vi sia una forte componente biologica. Tuttavia anche l’ambiente, con la storia personale, i possibili traumi o la presenza di altri disturbi mentali quali ansia e depressione, possono influenzare sulle cause della malattia. Dunque, riguardo al trattamento, si può procedere o attraverso l’approccio farmacologico, con inibitori della ricaptazione della serotonina, o attraverso la terapia. In particolare vi è l’approccio cognitivo-comportamentale: generalmente si espone gradualmente il paziente alle situazioni ritenute pericolose, con lo scopo di “alleggerire” l’impostazione rigida morale che può portare ad un ossessione, e portarlo verso un cambiamento positivo.

Non si tratta dunque di un male incurabile, anzi “Tutto nelle azioni ossessive ha un senso e può essere interpretato” (Freud) per questo è utile comprendere il disagio prima di etichettare una persona considerandola solo un insieme di sintomi.

ossessivo

approfondimento:

http://www.stateofmind.it/tag/disturbo-ossessivo-compulsivo/

https://www.istitutobeck.com/disturbo-ossessivo-compulsivo

 

Pubblicato da Silvia Rosiello

Studio psicologia e amo scrivere. Con la scrittura esprimo parti di me che altrimenti rimarrebbero nascoste. Attraverso la psicologia mi piace scoprire quello che si cela dietro l'animo delle persone e poter aiutare a combattere la loro oscurità. Perché ogni giorno è un "bel giorno per salvare delle vite".

2 Risposte a “VITA DA… OSSESSIVO COMPULSIVI”

  1. Mi è capitato di dover convivere con una persona con questo disturbo per lavoro e devo dire che è molto complicato anche per chi deve stargli vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.