Micol Fontana e le sue sorelle

“La mia vita è stata tutta un batticuore”

Spesso i sogni in grande partono da piccole realtà quotidiane, come Traversetolo, un piccolo paese in provincia di Parma dal quale ha inizio la nostra storia, quella di Micol Fontana e delle sue sorelle, Zoe e Giovanna, nate “tra aghi e stoffe” e divenute simbolo dell’alta moda italiana nel mondo.

Micol Fontana
Fonte: Parma Report

Tre sorelle, convinte del loro talento (fin da piccole hanno vissuto tra aghi e stoffe, dato che la mamma, Amabile, era una sarta) e pronte a qualsiasi sfida pur di veder realizzato il proprio sogno, aprire un atelier di alta moda, persino a lasciare il loro paesino per raggiungere grandi città come Milano o Roma, punti nevralgici della moda in quegli anni.

Siamo agli inizi del ‘900, esattamente nel 1936, stazione di Parma: Micol ha 23 anni, è pronta a raggiungere, insieme a Giovanna, la loro sorella maggiore, Zoe, che qualche anno prima aveva lasciato Traversetolo per trasferirsi a Roma (il “primo treno” che era arrivato il giorno della sua partenza).

Per coltivare la loro grande passione, quella per la moda, e farla diventare un lavoro, per poi chissà diventare famose in Italia, e perché no nel mondo.

Micol non lascia solo il suo paese, ma anche Enrico, giornalista, il suo primo amore e quello che lei credeva sarebbe stato l’amore della sua vita.

I suoi genitori non vedevano di buon occhio quella relazione, con un uomo che alla fine si rivela essere solo un fannullone, buono a nulla che era solo interessato al denaro e ad avere molte donne attorno ai suoi piedi. Un uomo che sposerà comunque, e dal quale avrà una bambina, Maria Paola, che morirà però a pochi anni di vita di tifo.

Micol e le sue sorelle sognano in grande, ma sanno che il cammino è tutto in salita, e che i risultati non arriveranno subito.

Sanno che inizialmente dovranno lavorare sotto padrone, perché sono arrivate lì con poco e dovranno guadagnarsi da vivere, ma sono convinte che la loro bravura sarà notata presto, ci sarà qualcuno che gli farà pubblicità (Gioia Marconi, figlia del genio Guglielmo), e di lì a poco si potranno comprare le stoffe per confezionare i primi abiti di una propria linea, di un proprio stile: Sorelle Fontana.

Micol
Fonte: L’orto di Michelle

Un nome che negli anni 50′ diventerà sinonimo di alta moda, un atelier del quale tutte le dive di Hollywood e non solo desiderano gli abiti: da Liz Taylor a Linda Christian, Gina Lollobrigida, Sofia Loren, Liz Taylor, Audrey Hepburn, Barbara Stanwyck, Grace Kelly, Jacqueline Lee Bouvier Kennedy Onassis, Joan Collins, Ursula Andress, Soraya e Ava Gardner.

Abiti destinati negli anni a fare moda e a divenire “must” dello stile, come il “pretino”: modello d’abito ispirato alle vesti cardinalizie. Ma anche abiti da sposa.

Le sorelle Fontana, con il loro atelier, furono le prime a dare un vivace impulso al Made in Italy, rendendo così famoso lo stile italiano nel mondo.

Micol Fontana
Fonte: Asset details

La prima a partire per una grande avventura, la prima ad andarsene: Zoe Fontana è la prima delle sorelle a spegnersi, nel 1979 a Roma (che le ha dedicato una strada), seguita da Giovanna nel 2004 e in ultima, Micol nel 2015, all’età di 102 anni.

SITOGRAFIA:

Esquire

Sorelle Fontana

Views All Time
Views All Time
937
Views Today
Views Today
1

One thought on “Micol Fontana e le sue sorelle

  1. Le sorelle Fontana. Quante volte ne ho sentito parlare. Bello questo pezzo di storia che ci hai raccontato. Grazie 🙂

Comments are closed.

Next Post

Dove acquistare addobbi per le vetrine? Una guida per il successo

Facebook Twitter LinkedIn Qualche suggerimento per avere vetrine di successo con allestimenti ad hoc che suscitino l’interesse di nuovi clienti, non solo durante il periodo delle feste ma durante tutto l’anno. L’importanza di allestire bene le vetrine La vista è il senso maggiormente sfruttato da noi esseri umani: ci guida […]
Allestimenti

Subscribe US Now