I bianconeri entrano nella storia: 4° Coppa Italia consecutiva!

È una Juventus tiranna quella che strapazza 4-0 i ragazzi di Gattuso e porta a casa la quarta Coppa Italia consecutiva, la tredicesima nella sua storia, in attesa di vincere il settimo scudetto consecutivo. Per Max Allegri, terzo allenatore juventino più vincente della storia, si tratta dell’ottavo trofeo all’ombra della Mole.

Per rivedere una Signora così spietata al potere  bisogna fare un salto di almeno 500 anni e tornare all’epoca di Maria d’Inghilterra, non a caso diventa celebre come “la sanguinaria”.

Dopo un primo tempo equilibrato in cui il Milan ha avuto modo di credere di potersela giocare, ed un inizio di secondo tempo a tinte rossonere, la Coppa Italia 2017/2018 ha preso la via di Torino nel giro di solo otto minuti.

Sarebbe troppo facile parlare di tre papere di Donnarumma, e sarebbe anche un po’ ingiusto per un ragazzo di 19 anni che si affaccia ora a questo tipo di parite, e che aveva iniziato la serata dell’Olimpico effettuando un paio di parate decisive. Non solo il numero 99 ma tutto il Milan aveva iniziato la partita col piede giusto, forte di una buona disposizione in campo, andando ad insidiare la porta di Buffon dopo pochi minuti di gioco con un tiro in area di rigore di Cutrone, respinto dal numero uno bianconero.  La Juventus, pur mantenendo il possesso palla,  fatica a verticalizzare preferendo così passaggi verso il compagno più vicino. I rossoneri sono invece più incisivi, e sul tiro a giro dello spagnolo Suso deve intervenire Gigi Buffon che concede il calcio d’angolo. C’è anche il tempo per un tiro di Bonaventura che passa di poco alto sulla traversa, prima che l’arbitro mandi tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa, i ragazzi di Gattuso tornano in campo vogliosi di terminare quello che avevano incominciato nel primo tempo. I rossoneri creano due occasioni per andare in vantaggio con Jack Bonaventura e con Calhanoglu  ma, sorprendentemente, la partita del Milan termina qui. Perché da questo momento in poi i campioni della Juventus vengono fuori e, in pochi minuti, chiudono i conti. Ci pensa Dybala a suonare la carica con due conclusioni mancine che fanno venire i brividi ai 40mila tifosi del Milan: Donnarumma si fa trovare pronto, ma da qui in avanti sarà una serata da dimenticare.  Minuto 56: sugli sviluppi del calcio d’angolo successivo al secondo tiro dell’attaccante albiceleste, la retroguardia rossonera si dimentica colpevolmente di Benatia che, in arretramento, è libero di colpire il pallone di testa per l’1-0. Trascorrono una manciata di secondi, e al 61’ Douglas Costa prende palla sulla destra, si accentra verso l’area e lascia partite un tiro dalla distanza. Donnarumma sembra in controllo, ma poi si fa sfuggire il pallone che vale il 2-0 Juve.Non c’è il tempo nemmeno di rifiatare che al 64’, ancora da calcio d’angolo, Donnarumma para in due tempi un colpo di testa innocuo di Mandzukic, ma non trattiene la sfera che diventa preda di Benatia: 3-0. Risultato pesante già quello maturato fino ad ora, ma che si rimpolpa al minuto 76 a seguito di una sfortunata autorete del subentrato NIkola Kalinic, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pjanic, anticipa di testa l’uscita di Donnarumma e sigla il 4-0 per gli uomini di Allegri.

Un secondo tempo da brividi che ammutolisce tutto lo stadio di fede rossonera, e manda in estasi la frazione di marca juventina. Ma c’è ancora tempo per una folata d’orgoglio del Milan: Kalinic prende palla in area di rigore, manda fuori giri Cuadrado e mette in mezzo una palla tesa ed insidiosa, Matuidi la intercetta ma è scomposto nella ribattuta e solo un pizzico di fortuna evita al francese la beffa dell’autorete con il pallone che si stampa sul palo a Buffon battuto.

Termina così, con un 4-0 molto pesante, almeno per quanto visto in 60 minuti, una Coppa Italia che la Juventus vince per la quarta volta di seguito e senza subire reti: ancora un altro record. Se questa non è dittatura…

Views All Time
Views All Time
361
Views Today
Views Today
1
Next Post

KKW Beauty: la linea make-up firmata Kardashian West

Facebook Twitter LinkedIn In fatto di business Kim Kardashian ha dimostrato spesso di saperci fare. Stavolta Kim ha puntato sul mondo del beauty, di cui lei stessa è testimonial perfetta. La famiglia Kardashian ha fatto parlare spesso a proposito di look. Kim, in particolare, ha sempre stupito il mondo del […]

Subscribe US Now